chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Questi sono i progetti innovativi per la “nuova normalità” in Ecuador

Questa storia inizialmente è stata pubblicata nel mezzo di comunicazione ecuatoriano Ojo al Dato e successivamente ripubblicato e modificato da Global Voices. Questo è il link [es, come tutti i link successivi salvo diversa indicazione] della storia originale.

L'Ecuador valuta di tornare alla nuova normalità dopo i mesi di confinamento dovuto al COVID-19, ma con nuove idee grazie ad un Hackaton che si è realizzato il 29 e il 30 aprile [it], completamente online.

L'Ecuador ha sofferto il COVID-19 con 3643 persone decedute secondo le statistiche ufficiali, anche se si pensa che le cifre reali siano molto più alte.

L'Hackaton

MediaLab (Ciespal), GIZ (cooperazione tedesca), l'Alleanza per Apprendimento, Innovazione e la Rete di Ricerca della Conoscenza, Software e Hardware Libera hanno organizzato l’ Hackaton Post-Crisi. Nel web si legge: Il mondo non sarà lo stesso, il colpo è stato inaspettato e le sue conseguenze possiamo appena valorarle. Come pensare fuori dal coro rispetto al mondo che verrà?

Questa Hackaton è un'iniziativa completamente civile e di alcune ONG interessate a lavorare su temi di partecipazione cittadina, ha detto Terceros. Ha aggiunto: “Credo che in qualche momento lo Stato si interessò ad appoggiare [l'Hackaton], ma fu il primo e l'ultimo momento, quando già si stava sviluppando. Presentarono solo una lettera d'intenzioni, ma fu alla fine quando già era molto complicato poter aderire.”

Si sono registrati 116 progetti, anche se solo 52 erano proposte complete. Così ha spiegato Iván Terceros, attivista, sociologo e membro di MediaLab, una delle organizzazioni coordinatrici del Hackaton Post-Crisi, a Ojo al Dato. “Inoltre, ci sono state 33 organizzazioni alleate che hanno valutato 52 progetti”, aggiunse.

Del totale dei 52 progetti, sono stati scelti i 19 finalisti. I dettagli su quei progetti sono stati pubblicati sul web dell'Hackaton. Successivamente, si è aperta una fase di votazione popolare. “Abbiamo comunicato allo staff di aderire ai progetti e chiedere ai loro amici, alle persone, di votare [per il loro progetto],” dice Terceros. Questo processo di votazione popolare si è concluso lo scorso 28 di maggio.

Posteriormente, il 30 di maggio sono stati pubblicati i risultati finali in una trasmissione dal vivo su YouTube. Per quanto riguarda la votazione, i progetti WiyaPoint e ChasquiCheck hanno ottenuto la maggioranza delle preferenze da parte del pubblico.

Per aver ottenuto la maggioranza dei voti, Wiya Point riceverà appoggio del crowfunding Green Crowds sull'iscrizione nella piattaforma, il lancio della campagna, pubblicità sulle reti sociali e via mail. Un appoggio che ammonta a una media di 1000 dollari. Un valore simile riceverà ChasquiCheck, ma da parte dell'associazione di professionali di gestione del rischio dell'Ecuador.

Le innovazione per il mondo dopo il COVID-19

Il progetto WiyaPoint consiste in un'applicazione del telefono che cerca di ricompensare l'utente ogni volta che realizza un'acquisto e non usa una custodia di plastica, mentre ChasquiCheck vuole creare una piattaforma virtuale di verifica, indentificazione e classificazione delle informazioni per combattere le fake news.

Altri 14 progetti riceveranno qualche tipo di incentivo da parte del giudice. È il caso del progetto sugli orti autosufficienti come risposta ad una possibile scarsità di alimenti a causa della pandemia. Sia il Grupo Faro [en] che Incubadora La Libertad offriranno una consulenza tecnica del valore di 1000 dollari. Il progetto Todos Más Cerca, dalla sua parte, riceverà un fondo di 3000 dollari del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (PNUD) e la Incubadora La Libertad insieme all'agenzia di promozione economica Conquito offriranno accompagnamento, consulenza e supervisione.

Todos Más Cerca è una piattaforma virtuale che connette ai piccoli e medi negozi per aiutarli a riattivare la loro economia, offrendo i loro prodotti agli utenti che si trovino a pochi kilometri dalla loro ubicazione. L'iniziativa ha già degli accordi con la Camera di Commercio in alcune zone dell'Ecuador, come Zamora, Loja, Cuenca, tra i tanti. Il proposito è evitare gli assembramenti che potrebbero essere causa di un incremento nel numero dei contagiati per COVID-19.

L'Hacketon è una delle dozzine di iniziative che si sono realizzate nel mondo [en] per affrontare il post-isolamento. Nel caso dell'Ecuador, Terceros ha spiegato che MediaLab sarà vincolato ai progetti che si concludono per permettergli di essere incubati e sviluppati durante tutto l'anno. Conclude dicendo che: “questo è stato un esperimento molto grande per noi”.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.