chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Arrestati quattro studenti attivisti a Hong Kong per “incitamento alla secessione” tramite post sui social

Il 19enne Tony Chung, uno dei quattro arrestati. Foto scattata da Kris Chung / HKFP.

La versione originale di questo post è stata pubblicata sull’ Hong Kong Free Press il 29 luglio 2020. La seguente versione è stata editata e pubblicata su Global Voices secondo un accordo di partnership sui contenuti.

L'unità di polizia di sicurezza nazionale di Hong Kong, appena insediata, ha arrestato quattro giovani di età compresa tra i 16 e 21 anni col sospetto di aver incitato alla secessione secondo la legge sulla sicurezza nazionale [it] approvata il 29 luglio. Le prove che hanno condotto al loro arresto si basavano sui contenuti pubblicati sui loro account social.

L'ex coordinatore del gruppo Studentlocalism [en, come i link successivi] a favore dell'indipendenza di Hong Kong, il diciannovenne Tony Chung, è uno degli arrestati. Inoltre, l'ex portavoce del gruppo Studentlocalism Ho Nok-hang e l'ex membro Yanni Ho sono stati allontanati dagli agenti della sicurezza nazionale.

Il gruppo a favore dell'indipendenza ha dichiarato di aver sciolto e dimesso tutti i suoi membri locali con effetto immediato proprio il 30 giugno, ossia un giorno prima dell'entrata in vigore della legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong.

Ciononostante, lo Studentlocalism ha dichiarato che i suoi membri all'estero avrebbero messo in piedi sedi affiliate a Taiwan, in Australia e negli Stati Uniti.

È la prima volta che le forze di polizia del nuovo dipartimento della Sicurezza Nazionale di Hong Kong prendano provvedimenti contro un gruppo politico, e arrestino i loro associati per dei sospetti, menzionando la controversa legislazione che condanna sovversione, secessione, terrorismo e conflitti fra potenze straniere. Il corrispondente del Morning Post del Sud della Cina Jeffie Lam ha spiegato su Twitter:

Si è aperta una grossa questione: il gruppo Studentlocalism riferisce che uno dei suoi, Tony Chung, è stato arrestato dagli agenti della sicurezza nazionale per incitamento alla secessione. Precedenti arresti da parte della NSL sono stati effettuati nel corso delle proteste. Questo potrebbe essere il primo arresto avvenuto a seguito di un'indagine della polizia. Tony Chung ha 19 anni.

Nel mese scorso, Pechino ha promulgato leggi per prevenire, fermare e punire i comportamenti a Hong Kong che ritiene siano una minaccia per la sicurezza nazionale. La legislazione è stata inserita nella mini Costituzione della città, scavalcando la legislatura locale e conferendo alla polizia nuovi grossi poteri.

Il sovrintendente degli agenti di polizia del Dipartimento della Sicurezza Nazionale Steve Li ha dichiarato alla stampa che tre ragazzi e una ragazza di età compresa tra 16 e 21 sono stati arrestati. Inoltre, ha dichiarato che gli arresti sono scattati a causa del contenuto dei loro account social. I post in questione suggerivano che gli utenti avrebbero usato tutti i mezzi per fondare una Repubblica di Hong Kong, e che avrebbero messo insieme tutti i gruppi politici a favore dell'indipendenza.

Li ha citato l'Articolo 21 della legge sulla sicurezza dicendo che rilasciare dichiarazioni per promuovere la secessione costituisce un'incitazione, e non è necessario appurare se qualcuno è stato effettivamente motivato da tale contenuto. Li ha detto che:

Our sources and investigation show that the group recently announced on social media they would set up an organisation that advocates Hong Kong independence.

Le nostre risorse e la nostra indagine mostra che il gruppo ha recentemente annunciato sui social media che avrebbe dato vita ad un'organizzazione per promuovere l'indipendenza di Hong Kong.

Ha sottolineato che il contenuto è stato pubblicato dopo l'emanazione della legge sulla sicurezza, anche se non ha specificato quale gruppo o quale post fosse coinvolto. L'attivista Nathan Law, ormai allontanato da Hong Kong, ha espresso il suo sdegno:

Quindi gli studenti vengono arrestati a causa di un POST SUI SOCIAL. Maledizione. Quanto fragile può essere un Paese che è spaventato da un post scritto da un paio di teenager.

La secessione è definita dall'Articolo 20 della legge sulla sicurezza attraverso i seguenti termini: “per partecipare, programmare o eseguire… atti di secessione…sia che si ricorra o meno alla forza o alla minaccia di usare la forza.” La pena massima prevista è l'ergastolo.

Il 17 luglio un gruppo chiamato “Studentlocalism US Division” ha annunciato la sua creazione sui social attraverso un modulo di reclutamento dei membri.

Continuate a leggere cliccando sulle immagini qui sopra, oppure consultate la nostra pagina Facebook per l'intero articolo.

Modulo per il reclutamento di volontari del Studentlocalism Overseas Divisions: https://t.co/SHyjjJlf1e

È stato detto che la sede affiliata americana “promuoverà la nostra causa per ottenere l'indipendenza di Hong Kong a nome dei cittadini hongkonghesi che vivono in America e degli americani amanti della libertà, convincerà [gli] Stati Uniti a sostenere il nostro sogno di indipendenza di Hong Kong… [e aiuterà] i cittadini di Hong Kong a riconquistare il nostro meritato diritto all'autodeterminazione, ottenendo alla fine l'indipendenza di Hong Kong”.

Tony Chung è stato precedentemente arrestato e ciò avvenne nel 2019 dopo aver presumibilmente strappato una bandiera nazionale cinese dal suo palo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.