chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Autori cercasi: Global Voices ha bisogno di storie sui diritti digitali

Crediti Fotografici: Electronic Frontier Foundation [CC-BY].

Nota: Non accettiamo più proposte sulla Liberia e la Namibia per questa call.

Global Voices è alla ricerca di proposte di storie analitiche sui temi dei diritti umani nello spazio digitale. Le storie saranno pubblicate all'interno di UPROAR [en, come tutti i link seguenti] un progetto di Small Media che invita i governi a farsi carico di questioni importanti nel corso della Revisione Periodica Universale (UPR).

Gli articoli richiesti potranno focalizzarsi sui seguenti temi, senza doversi limitare agli stessi:

  • Un caso specifico di individuo o gruppo direttamente minacciati (legalmente, fisicamente, digitalmente) perché coinvolti online in discorsi di pubblico interesse
  • Una legge specifica del paese prescelto (proposta o già in vigore) che ha/andrà ad avere un effetto dimostrabile sui diritti digitali
  • Una dissertazione, basata su diversi esempi, che definisca la “tendenza generale”  e che dimostri come una legge, un decreto o una questione di interesse pubblico in uno dei paesi target sembri avere un impatto significativo sui diritti digitali in quel paese, o addirittura nella regione.

Stiamo attualmente cercando autori che scrivano sui seguenti paesi: Libano, Liberia, Ruanda, Namibia, Sierra Leone, Gambia, Senegal e Repubblica Democratica del Congo.

Le storie devono seguire le linee guida stilistiche di GV e le linee guida editoriali di Advox. La lunghezza massima di ogni storia è di 1000 parole.

Si prega di inoltrare le proposte per email ad afef.abrougui@globalvoices.org

Gli autori riceveranno un compenso di 150 dollari.

 

 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.