chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Artisti di Hong Kong bruciano attrezzature delle proteste, Winnie the Pooh e urne elettorali nel Giorno dei fantasmi

Banconote dei morti con il viso della Governatrice di Hong Kong Carrie Lam. Immagine da Stand News, usata dietro autorizzazione.

Il testo qui di seguito è tradotto e riadattato da un pezzo pubblicato [zh] in cinese su Stand News il 1 settembre 2020. È pubblicato da Global Voices grazie a un accordo di condivisione di contenuti.

Durante il Festival di Yu Lan o festival del fantasma affamato [it] di quest'anno, l'1 e 2 settembre, un gruppo di artisti di Hong Kong ha approfittato dell'occasione per dar voce alla propria frustrazione riguardo le questioni politiche.

Nel folklore cinese, il settimo mese del calendario lunare cinese è il Mese dei fantasmi, e il Giorno dei Fantasmi è il quattordicesimo o quindicesimo giorno di quel mese.

La leggenda racconta che, durante il Mese dei fantasmi, le porte che ci separano dai regni del male si aprono, e i fantasmi affamati vagano per il mondo dei viventi. Alcuni colgono l'occasione per visitare i loro cari — o vendicarsi dei loro nemici. Il Giorno dei fantasmi è il giorno in cui i viventi possono comunicare con i morti.

In molte culture cinesi, le persone durante il Mese dei fantasmi bruciano incenso, banconote dei morti [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], modelli in carta di vestiti, oggetti d'oro e persino telefoni cellulari per gli spiriti venuti in visita. Questo rito tradizionale è considerato una dimostrazione di rispetto nei confronti dei propri antenati – e uno sfogo catartico dei sentimenti repressi nei confronti dei morti.

Quest'anno il quattordicesimo giorno del settimo mese cade l'1 settembre e un gruppo di artisti di Hong Kong si è riunito al parco di Nullah Lane nel quartiere Prince Edward per bruciare e offrire le loro opere d'arte in carta realizzate a mano agli spiriti erranti. La performance, organizzata dal 2016 dal collettivo artistico locale C&G Artparment, ha un fondamento politico; è chiamata “Brucia il libro contabile” (燒數薄), che può anche significare “vaffanculo a tua madre” in cantonese colloquiale.

Kacey Wong ha realizzato due set di attrezzature protettive per il suo spirito dopo la morte. Immagine da Stand News, usata dietro autorizzazione.

L'artista Kacey Wong ha realizzato due set di attrezzature protettive per le proteste, che contengono un elmetto giallo, una maschera antigas e altre attrezzature usate dai “Maghi del fuoco” — i manifestanti che lanciano bombe incendiarie — e dalle “Squadre antifumo” — quelli che si specializzano nel disinnescare i candelotti lacrimogeni. Entrambi i gruppi sono stati in prima linea durante quest'anno di proteste anti-estradizione a Hong Kong.

Wong ha spiegato l'idea dietro le sue opere di carta:

滅煙小隊和火魔法師都是我非常敬佩的抗爭角色,他們冒住自己生命危險為香港民主自由奮鬥… 現實世界冇勇氣掟磚或汽油彈,但我希望死咗後做到,所以燒定比自己。

Ammiro molto il ruolo nella lotta dei Maghi di fuoco e le Squadre antifumo, hanno coraggiosamente messo a rischio la loro stessa vita nella lotta per la libertà e la democrazia a Hong Kong (…). In questo mondo non ho il coraggio di lanciare mattoni o bombe incendiarie, ma spero di esserne in grado dopo la morte, perciò brucio queste per il me stesso del futuro.

Sulla stessa onda di Kacey Wong, l'artista Man Chan ha realizzato un set di granate. Ha spiegato:

現實世界中政權與人民武力不對等,便自製了手榴彈,希望可在陰間派上用場。

In questo mondo, il regime cinese e le forze del popolo non sono paragonabili, perciò spero che le bombe a mano che ho realizzate possano tornare utili nel regno dei morti.

L'artista Man Chan con le sue granate. Immagine da Stand News, usato dietro autorizzazione.

L'artista Peggy Chan ha realizzato tre urne elettorali rosse, bianche e blu, i colori della Rivoluzione Francese che simbolizzano la libertà, l'uguaglianza e la fraternità. Chan ha detto che le urne rappresentano l'aspirazione del popolo al suffragio universale.

Inoltre sulle tre urne elettorali ci sono scritti numeri che rappresentano tre episodi di grande importanza per gli hongkongesi: 8964, 721 e 831.

Le urne dell'artista Peggy Chan. Immagine da Stand News.

Il numero 8964 rappresenta il 4 giugno 1989 [it] (89/6/4), quando un milione di hongkongesi protestò in riposta alla fatale repressione da parte del governo cinese nei confronti dei manifestanti pacifici a Pechino.

Il 21 luglio (21/7) 2019 è la data dell’attacco nella metropolitana a Yuen Long, quando una banda pro-Pechino attaccò i passeggeri della metropolitana con il tacito consenso della polizia.

L'831 rappresenta l'attacco alla metropolitana a Prince Edward il 31 agosto (8/31) 2019, quando agenti della polizia antisommossa aggredirono i passeggeri della metropolitana nel tentativo di arrestare manifestanti che tornavano a casa.

L'artista ha detto che la memoria di quegli episodi non può essere cancellata.

La scorsa settimana, la polizia di Hong Kong ha arrestato 12 persone in relazione all'episodio della metropolitana di Yuen Long con l'accusa di “rivolta”. Tra le persone detenute c'era il legislatore Lam Cheuk-ting, che quel giorno fu ferito dalla banda pro-Pechino. Gli attivisti accusano la polizia di riscrivere la storia e trasformare le vittime in carnefici.

L'artista Li Man-ho ha realizzato un grande Winnie the Pooh armato di mazza. Il personaggio dei cartoni è stato spesso usato su Internet per prendere in giro il Presidente cinese Xi Jinping.

Winnie the Pooh dell'artista Li Man-ho. Immagine da Stand News.

Erano presenti anche altre opere di carta con un forte simbolismo politico per Hong Kong, come elmetti, maschere e cervi – dal modo di dire cinese “chiamare un cervo cavallo”, che significa dipingere qualcosa come il contrario di ciò che è in realtà. Il cervo dunque rappresenta qui la verità. Molti ne sono stati bruciati, insieme a banconote dei morti con sopra stampato il viso della Governatrice di Hong Kong Carrie Lam.

La curatrice di C&G Artparment, Clara, ha detto che questa performance satirica offre alla gente uno spazio per dare voce al proprio scontento e sfogare la propria frustrazione:

人間搵唔到人回應訴求,唯有試下其他渠道,例如陰間。

Nel mondo degli umani nessuno risponde alle nostre richieste, perciò proviamo a cercare altrove, ad esempio nel regno dei morti.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.