chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Bolsonaro inondato di domande sui social media circa i versamenti inspiegabili sul conto bancario della moglie

Bolsonaro, che è risultato positivo al nuovo coronavirus all'inizio di luglio, posa per alcune fotografie con i suoi sostenitori durante una visita nello Stato di Rio Grande do Norte, il 21 agosto.
Fotografia: Isac Nóbrega/Presidenza della Repubblica/CC BY 2.0

Il 23 agosto, nel mezzo di una pandemia che in Brasile ha causato oltre 114.000 morti [pt, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione], il Presidente Jair Bolsonaro ha attirato folle di persone alla sua ennesima apparizione in pubblico nella capitale Brasilia. Durante il tragitto verso la cattedrale della città, un giornalista del quotidiano O Globo [en] ha domandato al Presidente per quale motivo 89.000 real (circa 15.900 dollari) fossero stati depositati sul conto bancario della moglie dall'ex poliziotto militare ed ex assistente del suo primogenito Fabrício Queiroz.

Anziché rispondere alla domanda, Bolsonaro ha minacciato [en] il giornalista usando le seguenti parole: “Voglio prenderti a pugni in faccia, ok? Sei uno svergognato”.

La risposta del Presidente ha scatenato un’ondata di domande simili da parte di giornalisti, celebrità e altri cittadini sui suoi account sui social media: perché sua moglie ha ricevuto denaro da Queiroz?

Secondo Fábio Malini, un professore dell’Università Federale dell'Espírito Santo (UFES) che studia i social media e la politica, la notte del 23 agosto sono stati pubblicati 1000 tweet contenenti la domanda ogni 40 secondi.

Al centro, il Presidente @jairbolsonaro, taggato in oltre 1.035.521 messaggi sul motivo per cui non avesse risposto alla domanda circa gli 89.000 real depositati da Fabricio Queiroz sul conto di Michelle Bolsonaro.

Tra le celebrità che hanno preso parte alla campagna c'è stato anche il musicista Caetano Veloso [en], il cui tweet ha ricevuto oltre 100.000 like. Un altro tweet dello youtuber Felipe Neto [en], noto per la sua opposizione al governo Bolsonaro, ne ha ricevuti oltre 150.000.

Presidente @jairbolsonaro, perché sua moglie Michelle ha ricevuto 89.000 real da Fabrício Queiroz?

L'opinionista brasiliano della Deutsche Welle, Gerd Wenzel, ha addirittura posto la domanda al Presidente in tedesco [de]:

Presidente @jairbolsonaro, perché sua moglie, Michelle, ha ricevuto 89.000 real da Queiroz?

Chi è Fabrício Queiroz?

Il nome Fabrício Queiroz non è nuovo ai media brasiliani. Amico intimo del Presidente Bolsonaro dagli anni Ottanta, Queiroz ha attirato l'attenzione della nazione nel 2018 a causa dei suoi legami con un presunto schema di corruzione all'interno del gabinetto di Flávio Bolsonaro all'epoca in cui quest'ultimo era un rappresentante di Stato a Rio de Janeiro. Da allora, Flávio, il primogenito del Presidente, è diventato Senatore. Come rivela la BBC [en], Queiroz è “sospettato di aver preso parte a uno schema per appropriarsi indebitamente dei salari di impiegati fantasma”.

Nel 2018, dopo che un'indagine aveva rivelato che Queiroz aveva depositato un assegno dell'importo di 24.000 real (circa 4288 dollari) sul conto bancario della First Lady, il Presidente aveva dichiarato che la somma era la restituzione di un prestito di 40.000 real (7146 dollari) che aveva concesso a Queiroz per un certo periodo di tempo. Bolsonaro aveva affermato che il denaro era stato accreditato sul conto bancario della moglie perché lui non aveva tempo per uscire.

Dopo che, nel 2019, le autorità avevano avuto accesso ai dettagli degli estratti conto bancari di Queiroz, un articolo del giornalista Fábio Serapião pubblicato sulla rivista Crusoé all'inizio di agosto 2020 ha rivelato che l'acconto ammontava a più del doppio rispetto a quanto dichiarato dal Presidente.

Secondo l'articolo su Crusoé, tra il 2011 e il 2016, Queiroz avrebbe depositato sul conto di Michelle Bolsonaro almeno 21 assegni, per un totale di 72.000 real (12.853 dollari). Altre notizie pubblicate sul quotidiano Folha de S. Paulo e sul portale di notizie G1 riferivano che, nel 2011, anche la moglie di Queiroz avrebbe effettuato dei versamenti dal valore di 17.000 real (3040 dollari) sul conto bancario della signora Bolsonaro. Il totale di queste cifre, 89.000 real, è al centro degli attuali sospetti circa un possibile legame tra il Presidente e lo scandalo del 2018 che vedeva coinvolto Queiroz.

Queiroz era stato arrestato [en] nel giugno del 2020 in relazione alle accuse di appropriamento indebito del 2018, ma è stato rilasciato e sottoposto agli arresti domiciliari poco dopo a causa delle misure di contenimento della pandemia da coronavirus.

Una relazione ostile con i media

Come sottolineato da una dichiarazione rilasciata dall'Associazione Brasiliana di Giornalismo Investigativo (ABRAJI) e da organizzazioni quali Article 19 e Reporters Without Borders, Bolsonaro ha un passato di scoppi d'ira contro i giornalisti.

La dichiarazione, che condanna le minacce di aggressione fisica del Presidente a un giornalista, fa notare che questo episodio marca un nuovo livello di brutalità nella relazione già ostile tra il Presidente e la stampa. L'esempio di Bolsonaro ha fomentato almeno due aggressioni ai danni di giornalisti da parte di persone identificate come suoi sostenitori e ha sollevato preoccupazioni riguardo alla sicurezza dei giornalisti che coprono le notizie sulla presidenza.

Um presidente ameaçar ou agredir fisicamente um jornalista é próprio de ditaduras, não de democracias.

(…)

Jornalistas têm sido vítimas de agressões verbais constantes ao cumprir sua obrigação profissional de questionar o presidente sobre ações do governo federal e indícios de corrupção ao longo de sua carreira política.

Un Presidente che minaccia o aggredisce fisicamente un giornalista si addice a una dittatura, non certo a una democrazia.

(…)

I giornalisti sono costantemente vittime di aggressione verbale mentre adempiono al proprio dovere di porre al Presidente domande sulle azioni del governo federale e sui segni di corruzione nel corso della sua carriera politica.

La sede brasiliana di Human Rights Watch ha fatto eco a questa presa di posizione, definendo il comportamento di Bolsonaro “un chiaro tentativo di intimidire i media affinché non pongano domande alle quali non vuole rispondere”.

Alle domande sulle denunce di corruzione che vedono coinvolta la sua famiglia, @jairbolsonaro risponde a un giornalista che gli piacerebbe “riempirti quella bocca con un pugno”. Questo comportamento è un chiaro tentativo di intimidire i media affinché non pongano domande alle quali non vuole rispondere.

Il Presidente ha parlato pubblicamente dell'episodio solo la mattina del 24 agosto, quando ha cercato di rigirare l'accaduto nel tentativo di spostare l'attenzione sulle accuse di corruzione che coinvolgono la famiglia Marinho, proprietaria del quotidiano O Globo. Un uomo indagato per uno schema di riciclaggio di denaro ha dichiarato di aver versato denaro non tassato alla famiglia Marinho negli anni Novanta – i Marinho hanno negato qualsiasi comportamento illecito.

- Per almeno gli ultimi dieci anni, Globo mi ha perseguitato senza avere alcuna prova contro di me.

- Ora attendo spiegazioni dalla famiglia Marinho riguardo alla dichiarazione del querelante sulla somma di oltre 1 miliardo di real che hanno ricevuto.

La mattina del 24 agosto, a un evento pubblico sul modo in cui il Brasile sta gestendo la pandemia da COVID-19, Bolsonaro ha criticato ancora una volta i giornalisti, lamentandosi delle ripercussioni della sua affermazione e accusandoli di impugnare le penne con “malizia”:

Aquela história de atleta, né, que o pessoal da imprensa vai pôr deboche, mas quando pega um bundão de vocês, a chance de sobreviver é bem menor. Só sabem fazer maldade, usar a caneta com maldade.

Il mio passato da atleta è oggetto di scherno da parte della stampa, ma quando uno dei vostri culi grassi se lo beccherà, le vostre chance di sopravvivenza saranno molto minori. Sapete solo essere meschini e impugnare le vostre penne con malizia.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.