chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Giamaicani nel paese e all'estero sconcertati per l'‘oltraggioso e offensivo’ sketch comico della BBC

Screenshot da una scena di un episodio della serie “Famalam” di BBC3, intitolato “Jamaican Countdown”, estratto da un video promozionale del canale YouTube di BBC3.

Una scenetta della serie della BBC3 Famalam [en, come i link seguenti], che si descrive come uno “show comico molto pungente con la partecipazione del talento nero Britannico”, ha scatenato critiche da parte della comunità Giamaicana nel paese e all'estero – incluse espressioni di disgusto da parte dei ministri del governo giamaicano.

Lo sketch, intitolato “Jamaican Countdown”, si definisce “una versione caraibica del classico gioco sullo spelling”. Tre personaggi, due uomini (di cui uno è un fumatore di marijuana rasta) e una donna, stanno provando ad indovinare una parola mentre un'altra donna colloca le vocali e le consonanti sul tabellone. Un gigantesco orologio sulla parete ritrae l'ombra di un uomo con le gambe divaricate; precedentemente nello sketch aveva assunto una posa che richiamava la famosa posa di vittoria di Usain Bolt:

Un utente Twitter delle Barbados ha postato la reazione del Ministro degli Affari Esteri giamaicano Kamina Johnson Smith:

APPENA ARRIVATO – Il Ministro degli Affari Esteri giamaicano Johnson Smith definisce il controverso sketch comico della BBC3 “oltraggioso e offensivo” e scriverà un reclamo formale; i critici del “Jamaican Countdown” ritengono che abbia fornito un ritratto negativo dei giamaicani tramite l'uso degli stereotipi

Il Ministro della Salute Christopher Tufton ha concordato con i pensieri dei suoi colleghi:

Sono d'accordo. Chi ha deciso che tutto questo è divertente? Assoluta mancanza di rispetto e vergogna.

Diversi opinionisti si sono lamentati del fatto che lo sketch ritrae i giamaicani come ossessionati dal sesso, tossicodipendenti semianalfabeti, facendo leva su alcuni vecchi stereotipi. Sul sito Tumblr, un giamaicano all'estero ha scritto:

This short clip is full of negative, harmful, and oppressive stereotypes and tropes regarding black men, and specifically, those of Jamaican heritage. It depicts clear race-based sexual stereotyping with its depiction of a black man’s oversized genitalia. One of the show’s actors, Tom Moutchi, has claimed it is ‘banter’, and has not as of yet offered an apology – he claims that he and his friends joke about this stuff all the time.

The thing is, though – this is not a trope that has originated within the black community. This trope stems from the hypersexualisation and fetishization of black men, a concept which can be seen in existence just after the abolition of slavery, in which black men were perceived by white society to be hypersexual, lusting after white women, deeply promiscuous with no self-control. The fact that this programme was co-written by white men may offer even more reason as to why this is damaging and not ‘comedy’ […]

This is actually a very harmful piece of work, and its release seems to have completely ignored the current state of the world in which people are tirelessly campaigning for racial equality. Read the room, BBC.

Questo breve video è ricco di stereotipi negativi, dannosi e oppressivi e di metafore sugli uomini di colore, e nello specifico, su coloro con discendenze giamaicane. Molti stereotipi sono a sfondo sessuale e paragonano la popolazione bianca alla prestanza della popolazione di colore. Uno degli attori dello show, Tom Moutchi, afferma trattarsi solo di ‘battute’ e non si è ancora scusato – dice che lui e i suoi amici scherzano sempre su queste cose.

Il fatto è, tuttavia – che questo non è un cliché nato nella comunità nera. Questo cliché nasce dalla ipersessualizzazione e feticizzazione degli uomini neri, un concetto nato giusto dopo l'abolizione della schiavitù, in cui gli uomini neri erano percepiti dalla società bianca come ipersessuali, pieni di desiderio nei confronti delle donne bianche, promiscui e senza autocontrollo. Il fatto che questo programma sia stato scritto in collaborazione con degli uomini bianchi può offrire ancora più motivi al perché sia dannoso e non ‘comico’ […]

È invero un lavoro molto pericoloso, e la sua distribuzione sembra avere ignorato completamente il contesto attuale nel mondo in cui le persone lottano instancabilmente per l'uguaglianza razziale. Capisci quando è abbastanza, BBC.

Gli spettatori di YouTube hanno opinioni contrastanti. Uno ha osservato:

As a Jamaican this is very offensive, […] belittling and seeks to mimic something that's not reflective of my country [….] I am in total agreement with the Minister of Foreign Affairs to bring an injunction on [the] BBC to desist from further airing this asinine show. Its full time people stop thrusting their disgusting vulgarity on Jamaica. Jamaica is a brand and this does not reflect my country's culture.

In quanto giamaicano questo è molto offensivo, […] sminuire e cercare di imitare qualcosa che non riflette il mio paese [….] Sono completamente d'accordo con il Ministro degli Affari Esteri a presentare un provvedimento inibitorio contro la BBC affinché desista dal mandare ancora in onda questo stupido show. È tempo che la gente smetta di credere a queste disgustose volgarità sulla Giamaica. La Giamaica è un simbolo e ciò non riflette la cultura del mio paese.

Altri disaccordano, affermando che si trattava solo di uno scherzo. Uno spettatore ha commentato:

So far the overly sensitive people looking to be offended at anything crowd are just edging out those who appreciated it for what it is.

Finora le persone iper sensibili che vengono offese da qualsiasi cosa stanno solo tagliando fuori coloro che lo hanno apprezzato per quello che è.

Tom Moutchi, un attore nello show, ha difeso la scenetta su Twitter:

È divertente solo quando non si è la vittima della scherzo. Il cast è formato da persone dall'Africa e dai Caraibi. Non stiamo provando a prendere di mira o mancare di rispetto a nessuno – stiamo solo prendendo in giro noi stessi e gli stereotipi.

Una critica ha risposto:

Sembra uno sketch degli anni '70, che al tempo poteva essere visto come accettabile e ora razzista. Siamo nel 2020, visto che gli attori sono neri sono ‘battute’. È la stessa scusa usata contro le persone BAME ogni giorno. Abbandonate questi vecchi cliché e creiamo una ‘nuova comicità’.

“BAME” è un'abbreviazione per nero, asiatico e minoranza etnica, usato nel Regno Unito per riferirsi alle persone che non sono bianche.

Il produttore dello show, Akemnji Ndifornyen, ha descritto una precedente commedia Brittanica come “parte del suo DNA” crescendo nel Regno Unito, che l'ha ispirato a produrre “Famalam”. Il termine è slang Britannico che sta per famiglia e amici stretti.

La rovente discussione riguardo lo sketch punta un riflettore sulla complessità dell'identità razziale, la consapevolezza culturale e la popolazione nera all'estero. Inoltra solleva la questione di come dovrebbe presentarsi lo humor sui neri nel 2020 e oltre, dopo che il Black Lives Matter ha mostrato come gli stereotipi dannosi e le micro aggressioni contribuiscono alla disinformazione e al razzismo sistematico.

L'episodio è andato in onda la sera del 23 agosto nel Regno Unito.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.