- Global Voices in Italiano - https://it.globalvoices.org -

L'Argentina chiude il 2020 con un evento storico: viene approvato l'aborto legale, sicuro e gratuito.

Categorie: Argentina, Citizen Media, Diritti umani, Donne & Genere, Legge

“Sopravvivere ad un aborto è un privilegio di classe”. Manifestazione a Buenos Aires per l'accesso all'aborto nel 2018. Foto di Juan Diez, da Wikimedia Commons [1] (CC BY-SA 4.0).

La notte del 30 dicembre, dopo una sessione di più di tredici ore e dopo un intenso mese di opinioni contrastanti [2], [es, come i link seguenti, salvo diversa indicazione“campagne diffamatorie” [3], proteste [4] e manifestazioni [5] nelle strade, il Senato argentino ha fatto la storia [6] approvando La Legge d'Interruzione Volontaria di Gravidanza (Ley de Interrupción Voluntaria del Embarazo (IVE) [7], che rende legare il diritto all'aborto, senza alcuna restrizione o causali, fino alla 14° settimana di gestazione. Il risultato è stato di 39 voti favorevoli, 29 contrari e 1 astenuto.

Così facendo, l'Argentina diventa [8] il quinto paese dell'America Latina a rendere legale l'aborto dopo Cuba, Guyana, Porto Rico e l'Uruguay, ed il settimo in tutto il continente americano.

Dall'inizio della sua gestione, nel dicembre del 2019, il presidente Alberto  Fernández aveva promesso [9] di presentare il progetto nei primi giorni di marzo, ma tutto è rimasto in sospeso a causa delle misure d'emergenza [10] adottate per rallentale la propagazione della COVID-19. Dopo le pressioni [11] delle organizzazioni femministe di tutto il paese, il 16 novembre 2020 hanno finalmente inviato il disegno di legge al Congresso [12] per far sì che l'elaborazione dello stesso iniziasse  il 1° dicembre, culminato poi in questo storico risultato.

La prima volta [14] [it] che il disegno di legge è stato discusso è stato nel 2018. In questa occasione, ha ottenuto l’approvazione [15] della Camera dei Deputati, ma poi venne bocciato [16] dal Senato con una differenza di sette voti contrari. Nonostante questa battuta d'arresto, l’attivismo non si è fermato [17][it]: la questione è stata lasciata sul tavolo, si è insediata [18] nella società ed è servita a rafforzare le reti di sostegno per coloro che avevano bisogno di accedere all'aborto sicuro.

Oggi la notizia occupa [19] le prime pagine [20] dei media nazionali, [20] internazionali [21] e le manifestazioni di giubilo [22] hanno riempito le strade. Anche i Social Network si sono riempiti di espressioni di gioia. Questo il messaggio di Amnesty International Argentina: [23]

E all'improvviso tutto è diventato emozione.

Una vittoria del movimento delle donne. #EsLey #AbortoLegale 2020

Queste sono alcune delle frasi provenienti da diversi angoli dell'Argentina:

Non ci sono parole, solo sentimenti condivisi  #EsLey 💚

L'ho appena saputo  e ancora non riesco a crederci. Faccio il bagno e Renata si sveglia e la prima cosa che mi dice è “è legge, mamma?” “SÌ” dico e ci uniamo in un abbraccio che non dimenticherò mai nella mia vita. Per Reni e per tutti. #EsLey 💚

Bellissima mattina vero?   💚 #ESLEY

 Ecco come è stato vissuto a Mendoza #ESLEY #AbortoLegalYa #AbortoLegale2020

Ci sono stati anche festeggiamenti e complimenti su Twitter dall'estero. Questi sono alcuni messaggi dalla Spagna:

Mi sono svegliata per vedere che l'Argentina è più libera e femminista.                                                                  Nessuno sarà mai più costretto a partorire. L'Argentina è più sicura per tutte le donne 💚#ESLEY

Alla fine la vostra lotta è stata ricompensata.  Congratulazioni, Argentina, l'aborto #esLey.

Congratulazioni, compagne argentine! Ciò che avete ottenuto con la vostra lotta, significa diritti, significa dignità, significa vita! ✊💚#ESLEY

Congratulazioni, Argentina! #EsLey #AbortoLegale2020

Il gruppo femminista cileno HARTAS ha salutato le donne argentine:

Così avanza la  #MareaVerde                                                                                          Un abbraccio a tutte le compagne argentine #AbortoLegal2020 #EsLey 💚

Il collettivo “No Te Calles” ha inviato le sue congratulazioni dal Messico:

Si si può, Argentina! 💚💚💚                                                                                            Dal Messico, ci congratuliamo e li abbracciamo per la loro instancabile lotta. #EsLey

Dalla Bolivia, Artemisa [56] afferma:

Mi abbracciava mentre piangevo quando ho sentito la notizia. Che bel modo di porre fine a questo 2020. 💚#EsLey

Anche in Venezuela è stata celebrata la notizia, così ha scritto questo utente:

Mi sveglio e scopro che è diventata legge 💚 Anni di lotta hanno dato i loro frutti.

💚💚💚💚 La marea verde 💚💚💚💚

Spero che in #Venezuela riusciremo a realizzare questa impresa.