chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Singapore: è una città o un Paese?

Singapore photo

Singapore. Licenza: CC0 pubblico dominio

Singapore è una città o un Paese? Sembra una domanda sciocca dal momento che Singapore è globalmente riconosciuta come Stato indipendente. Ma per il Ministro della legge di Singapore K. Shanmugam [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] Singapore dovrebbe essere considerata una città. Una sua dichiarazione a riguardo nel 2009 scatenò un dibattito nel mondo dei blog.

Nella sua lezione durante un incontro della sezione internazionale della New York State Bar Association, Shanmugam osservò che molte persone criticavano l'egemonia di un unico partito nella politica di Singapore perché paragonavano Singapore ad altri Paesi e sosteneva che Singapore avrebbe dovuto essere giudicata invece come una città.

“…nobody questions whether there is a democracy in New York…. This is where most people make a mistake. I have tried to explain that we are different. We are a city. We are not a country.”

“… nessuno si chiede se ci sia o meno democrazia a New York… Qui è dove molte persone sbagliano. Ho provato a spiegare che noi siamo diversi. Siamo una città. Non siamo un Paese.”

Il blog Cavalierio accusò il Ministro della legge di usare “una logica contorta” per giustificare il governo autoritario a Singapore:

And now, for all our efforts and sacrifices put into creating a precious piece of country, we are told that we are not a country after all. It sounded vulgar; sounded like a shirking of responsibility, like a dereliction of duty.

Singapore, if you are not my country, who is?

Shanmugam’s motive was less lofty: he was arguing that Singapore’s political system shouldn’t be measured against the yardsticks of ‘a normal country’, where Singapore would invariably appear undemocratic. Instead, he argued, Singapore should be compared to ‘cities’ like Chicago, San Fransisco, and New York City – cities that have enduring one-party rule. Cities that are democratic.

Sometimes when we reach into the crux of the matter, we find that it is the old chestnut again. The old self-serving chestnut of authoritarian rulers pretending to be a democracy, twisting logic to suit one’s power.

So in the end, the answers that Shanmugam provided to his American guests last week, about our press, our judiciary, our political system, were non-answers really. Pertinent questions explained away in a camouflage of rational non-responses.

E ora, in cambio di tutti gli sforzi e i sacrifici che abbiamo fatto per creare questo prezioso pezzo di Paese, ci viene detto che alla fine non siamo un Paese. [Il discorso] suonava volgare; suonava come un sottrarsi alle proprie responsabilità, un'inadempienza al dovere.

Singapore, se non sei tu il mio Paese, allora chi lo è?

La motivazione di Shanmugam è meno nobile: sostiene che il sistema politico di Singapore non dovrebbe essere misurato in confronto ai parametri di ‘un Paese normale’, che farebbero apparire Singapore invariabilmente non democratica. Invece, continua lui, Singapore dovrebbe essere paragonata a ‘città’ come Chicago, San Francisco e New York – città da tempo governate da un solo partito. Città che sono democratiche.

A volte se arriviamo al nocciolo del problema, scopriamo che è sempre la stessa vecchia storia. La stessa vecchia storia di governanti autoritari ed egoisti che fingono di essere una democrazia, usando una logica contorta per giustificare il proprio potere.

Per cui alla fine, le risposte date da Shanmugam ai suoi ospiti americani la scorsa settimana riguardo la nostra stampa, il nostro sistema giudiziario, il nostro sistema politico, in realtà erano delle non risposte. Domande pertinenti respinte con delle non risposte mascherate da una finta razionalità.

Rachel Zeng chiese a Shanmugam di elaborare la sua tesi dato che non riusciva a comprendere il suo ragionamento.

Personally, I find that a little difficult to swallow. If Singapore is not a country but a city, then which country is our city part of….

Well, I don’t get it. I will really appreciate it if our dear K Shanmugam will kindly enlighten us here since he has been paid so much to play a part in the governing of Singapore city.

Personalmente, lo trovo un po’ difficile da digerire. Se Singapore non è un Paese, ma una città, allora a quale Paese appartiene la nostra città…

Bé, non lo capisco. Apprezzerei molto se il nostro caro K Shanmugam ci illuminasse su questo punto, dato che viene pagato così tanto per ricoprire un ruolo nel governo della città di Singapore.

Commentando questo post, un utente anonimo precisava che i critici dovrebbero prima leggere la trascrizione completa del discorso di Shanmugam per comprendere il contesto dell'asserzione per cui Singapore sarebbe una città, non un Paese.

Read the transcript. When he spoke about Singapore being a ‘city’ rather than ‘country’ he was explaining why elections in Singapore were so lopsided despite us holding free and fair elections. He compared Singapore to cities in the USA, and how many cities in the US had a single party dominating elections for decades.

While he did say that Singapore “isn’t a country”, he certainly didn’t mean it that way!

Leggete la trascrizione. Quando diceva che Singapore è una ‘città’ e non un ‘Paese’ stava spiegando perché le elezioni a Singapore sono così sbilanciate nonostante le elezioni libere e regolari. Ha paragonato Singapore a città negli Stati Uniti e a come in molte città negli Stati Uniti un unico partito domini le elezioni per decenni.

Anche se ha detto che Singapore “non è un Paese”, certamente non è quello che intendeva!

Clement Tan espresse delusione per il fatto che Shanmugam, un leader della nuova generazione, avesse espresso un'opinione così controversa:

I am very disturbed by what the Singapore Law Minister said… At least with Lee Kuan Yew and members of the older guard, I knew what I could expect from them- whether or not I actually agree with them, is another issue. But with K. Shanmugan, part of the newer generation of Singaporean political leaders, I'm not even sure if he actually believes, connects and knows what he's arguing for.

Sono molto turbato da ciò che ha detto il Ministro della legge di Singapore… almeno con Lee Kuan Yew e i membri della vecchia guardia, sapevo cosa aspettarmi da loro – che fossi o meno d'accordo con loro, è un'altra questione. Ma con K. Shanmugan, parte della nuova generazione di leader politici di Singapore, non sono nemmeno sicuro che creda e capisca davvero ciò che sta sostenendo.

The Temasek Review dissezionò le falle nelle argomentazioni di Shanmugam.

Did Mr Shanmugam make a “honest mistake” or a freudian slip? If Singapore is NOT a country, then are we still considered a sovereign and independent state? So which country owns the sovereign rights of the city of Singapore?

Singapore is unique in the sense that it is both a country and a city at the same time.

As an important minister in the Singapore cabinet, Mr Shanmugam’s words carry a lot of weight.

Why are Singapore males serving National Service when they are only defending a city and not their country? Who does our Prime Minister report to? What value does our pink IC have? Are we citizens of a country or residents of a city?

Quello del signor Shanmugam è stato un “errore in buona fede” o un lapsus freudiano? Se Singapore NON è un Paese, siamo ancora uno Stato indipendente e sovrano? Quale Paese esercita il diritto alla sovranità sulla città di Singapore?

Singapore è unica nel senso che è sia un Paese che una città al tempo stesso.

Come ministro di primo piano nel governo di Singapore, le parole del signor Shanmugam hanno molto peso.

Perché i cittadini maschi di Singapore devono fare la leva militare se stanno difendendo solo una città e non il loro Paese? A chi rende conto il nostro Primo Ministro? Che valore hanno le nostre carte d'identità rosa? Siamo cittadini di un Paese o residenti di una città?

The Journey of a Decade disse invece di credere che sì, Singapore sia e sia sempre stata una città:

Not say I say what.. This sentence seems to have angered quite abit of Singaporeans…. Lets get this straight… no one said anything about Singapore being a country. We have always been a city.

We have always been an island city state. I can understand how we often we hear things like defending the country among others….it is not exactly correct. It should be defending the city.

Questa frase sembra aver fatto infuriare un bel po’ di cittadini di Singapore… Chiariamo questo punto… nessuno ha mai detto nulla su Singapore come Paese. Siamo sempre stati una città.

Siamo sempre stati una città-isola-Stato. Posso capire che spesso sentiamo cose come ‘difendere il Paese’ eccetera… non è proprio corretto. Dovrebbe essere ‘difendere la città’.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.