chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Dieci post che catturano le reazioni dei latinoamericani in seguito all'assalto al Campidoglio USA

“Joe Biden: Quello che sta accadendo in Campidoglio non ci rappresenta, non sono gli Stati Uniti.
America Latina: .” – Screenshot del post di Twitter del famoso meme di SpongeBob.

In seguito all’irruzione [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] in Campidoglio dei sostenitori di Donald Trump, avvenuta lo scorso 6 Gennaio, i latino-americani hanno invaso Twitter di reazioni al riguardo. E l'umorismo ha fatto da padrone.

Nella sua newsletter, la giornalista Jordan Timerman ha riportato che “il sentimento Schadenfreude [it] è particolarmente diffuso in molti paesi dell'America latina, ormai abituati al costante interesse degli Usa per i disordini politici nazionali.” Il sentimento Schadenfreude è “una particolare forma di piacere, gioia, o autocompiacimento provocata dalle disgrazie, fallimenti, o umiliazioni altrui.”

Altri utenti hanno creato, in seguito, numerosi meme che mettono in mostra il sarcasmo degli Stati Uniti, che da sempre caratterizza i colpi di stato in America Latina, e che alcuni considerano un auto-colpo di stato organizzato per mano di Trump.

In un raduno, risalente allo scorso 6 Gennaio, Trump ha invitato i suoi sostenitori ad unirsi alla campagna da lui intrapresa già da Novembre 2020, quando è stato confermato il risultato delle elezioni, cercando, dunque, di ribaltarne l'esito e di impedire la certificazione dei risultati del Collegio Elettorale — per lo più cerimoniali. I sostenitori di Trump hanno preso d'assalto la capitale, causando il decesso di cinque persone. Il presidente ora rischia di essere accusato di impeachment.

Di seguito 10 post che rappresentano le reazioni dei Latino-americani sui social network.

1.

Ogniqualvolta che si scatena una crisi politica in America Latina, come quando l'ex presidente della Bolivia Evo Morales ha abbandonato il paese nel novembre 2019, in pieno disordine politico, gli utenti condividono spesso delle ipotesi riguardanti il possibile coinvolgimento degli Stati Uniti nel cambiamento di regime [es]:

Quando entri su Twitter e vedi che gli USA stanno destabilizzando il governo degli USA e non di un paese dell'America Latina.

2.

Il neopresidente degli Usa Joe Biden ha rapidamente commentato l'assalto, denominando i rivoltosi “terroristi domestici,” e ripetendo più volte—”Ciò non ci rappresenta” [es]:

Joe Biden: Quello che sta accadendo in Campidoglio non ci rappresenta, non sono gli Stati Uniti. 

America Latina:

3.

Considerato il rapporto estremamente turbolento dell'America Latina con la politica estera americana,  si può affermare che tra tutti i sentimenti possibili, i latino-americani non provano di certo compassione per i vicini nordici [es]:

Ultima ora: “Colpo di stato negli Stati Uniti, rivolte al Campidoglio, si richiede impeachment del presidente, cospiratori folli si accusano a vicenda di essere degli infiltrati, giornata nera per la democrazia”.

America Latina:

4.

Lo scienziato politico John Polga-Hecimovich ha condiviso un “database” di tutti i regimi che hanno organizzato degli auto-colpi di stato, in cui ora sono stati inseriti anche gli Stati Uniti:

5.

L'artista e fotoreporter Fortune Edris  con un “subtweet” ha parlato degli Stati Uniti,  riferendosi a un simbolo tradizionalmente americano—l'aquila—ed a un principio spirituale, originario dell'Asia [fr]:

Il faut que l’oiseau bec fer sache que le karma existe.

Posted by Fortune Edris on Friday, January 8, 2021

L'uccello con il becco di ferro deve sapere che il karma esiste

6.

L'attivista femminista salvadoregna Virginia si è invece lasciata trasportare dal sentimento Schadenfreude [es]:

Ragazze, a cosa ci servono due secoli di interventi politici gringos, se non per morire dalle risate in momenti come questo?

7.

Nella piattaforma Twitter dell'America centrale si è continuato a scherzare a lungo:

“Perché non sono stati organizzati dei colpi di stato a Washington DC?

Perché non lì non c'è nessuna ambasciata degli Stati Uniti.”

Dovranno sicuramente rivedere questa battuta.

8.

Altri hanno giocato sul fatto che alcuni paesi—come il Venezuela che durante le elezioni di Marzo 2017  si è “auto-inflitto un colpo di Stato”  — erano stati desensibilizzati a eventi del genere:

Americani: come mai restate così impassibili di fronte alle notizie di oggi?

Io:

9.

La professoressa universitaria Lola Aronovich ha avvertito che un personaggio potrebbe seguire da vicino gli avvenimenti degli Stati Uniti per motivi decisamente sbagliati — il Presidente brasiliano Bolsonaro [es]:

Gli Stati Uniti sono esperti nell'organizzare colpi di stato in altri paesi. Quando un roscio viziato e i suoi suprematisti Ariani cercano di fare lo stesso nel loro paese, la cosa non è molto gradita. Piccolo dettaglio: Bolsonaro sta prendendo appunti per il 2022.

10.

Il giornalista Leví Kaique Ferreira ha preso di mira la politica estera degli Stati Uniti e i suoi interventi nei paesi privi di regimi non democratici [es]:

Se gli Stati Uniti vedessero cosa gli Stati Uniti stanno facendo negli Stati Uniti, gli Stati Uniti invaderebbero gli Stati Uniti per liberare gli Stati Uniti dalla tirannia degli Stati Uniti

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.