chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Proteste a Bangkok dopo l'uso della polizia di idranti e lacrimogeni contro i manifestanti

Migliaia di persone riunite a Ratchaprasong, Bangkok per condannare la violenza della polizia nella folla delle proteste pro-democratiche.  Foto di Prachatai. Usata con permesso.

La versione originale [en, come tutti i link successivi salvo diversa indicazione] di questo articolo è stata pubblicata da Prachatai, un sito di notizie indipendente in Thailandia, ed è stato curato e ripubblicato da Global Voices come parte di un accordo di condivisione dei contenuti.

Migliaia di persone riunite a Ratchaprasong al centro di Bangkok il 18 Novembre per protestare contro l'uso della forza da parte delle autorità contro i manifestanti il giorno prima. Stavano anche condannando il voto parlamentare di rigettare una bozza di emendamento costituzionale proposta dal gruppo di società civile iLaw sostenuto da più di 90,000 votanti.

Solo 2 su sette 7 bozze di emendamenti hanno passato la prima lettura: quella del governo di coalizione e quella dell'opposizione, entrambe per la modifica della Sezione 256 che permetteva la fondazione di una Assemblea per la Stesura della Costituzione.

[Una delle richieste del movimento di protesta era la riscrittura della costituzione redatta dall'esercito che garantiva il controllo militare della burocrazia. Il parlamento ha accettato sulla prima lettura di creare una Assemblea per la Stesura della Costituzione ma ha rigettato gli altri emendamenti come la rimozione del potere di voto del senato per il primo ministro e la delegittimizzazione degli ordini del governo militarizzat dopo il colpo di stato del 2014.]

Prachatai ha parlato ad alcuni manifestanti a Ratchaprasong, maggior parte dei quali diceva che a loro piacerebbe vedere il paese cambiare in meglio.

Nugul Ratiyapinun ha partecipato alla protesta per mostrare il suo supporto alla proposta di emendare la Constituzione per implementare riforme democratiche nel governo. Foto di Prachatai. Usata con permesso.

Nugul Ratiyapinun era alla protesta del 17 novembre a fianco del gruppo parlamentare. Sebbene fossero stati gettati su di lui i lacrimogeni,il giorno successivo è andato a protestare a Ratchaprasong.

I want to see the people accept change in the country. Most of the people must live with the reality that the world has changed now in terms of economics and communications. Thailand should adapt too. The constitution should truly grant the rights and freedoms of the people, [as a full-fledged democracy, not a half-fledged one as it currently is.

Voglio vedere che la gente accetti di cambiare il paese. Molte di queste persone vivono con la consapevolezza che il mondo è cambiato ora in termini di economia e comunicazione. Anche la Thailandia deve adattarsi. La Costituzione deve garantire veramente i diritti e le libertà della gente, [come una democrazia vera e propria, non come una a metà come lo è ora.]

Ha spiegato che l'elezione di 250 senatori da una commissione nominata dalla giunta, più la regolazione di un terzo di loro che deve approvare la prima lettura degli emendamenti ha mostrato che la minoranza ha più potere della maggioranza, cosa che fa sentire loro che la democrazia thailandese non è reale.

Giovani manifestanti che si fanno chiamare “i giovani per il gruppo democratico”. Foto di Prachatai. Usata con permesso.

Un gruppo di tre ragazzi che si fanno chiamare “i giovani per il gruppo democratico” era anche alla protesta. Hanno detto di provenire da una comunità etnica del Pga K’nyau (nota anche come Karen) nella provincia di Tak, e hanno detto che a loro piacerebbe vedere più cambiamento in quanto le loro comunità sono in un condizioni di grave sottosviluppo.

We came to protest. We would like a new prime minister, because Prayut didn’t come into office legitimately. He recruited the 250 senators himself, he chose them himself, and then the senators elected him as prime minister.

Siamo andati alla protesta. Ci piacerebbe un nuovo primo ministro perché Prayut non è stato eletto legittimamente. Ha reclutato da solo 250 senatori, li ha scelti e poi i senatori lo hanno eletto primo ministro.

Un altro membro del gruppo ha detto che sta studiando all'Università di Ramkhamhaeng e che stava seguendo la discussione parlamentare sugli emendamentialla bozza costituzionale. Ha detto di essere arrabbiato perché il parlamento non aveva approvato che la bozza fosse stata fatta dalla gente e per l'uso della violenza contro i manifestanti nel 18 Novembre, così ha deciso di aggiungersi alla protesta a Ratchaprasong.

I manifestanti al comizio. Foto di Prachatai. Usata con permesso.

Di fronte alla centrale di polizia, P., 15, c'era un gruppo di manifestanti che gridavano alla polizia. Diceva di essere arrabbiata con le autorità per il loro uso della forza contro i manifestanti nel 17 Novembre, anche se non era lì.

I was very angry that they did this. We are the owners of the country. This country is not their country as they say, but what they are doing is a great insult to us. We are out here to demand our rights in proposing constitutional amendments.

But look at what they did to us. Water cannon. Loudspeaker trucks. Batons. Shields. Personally, I think it’s not fair. If you want to be democratic, but you have no justice, then you shouldn’t call yourself democratic, but we’re a dictatorship right now.

Right now I’m in Mathayom 4 (Year 10). In 6 years, I will finish 4th year (of university). I have to find a job. If he stays for another 2-3 years, that has to have an effect until when I’m working. I will not accept a life without getting what I should get. The tax I pay is not what I deserve. I feel that I have to come out to demand my rights. My friends, my younger siblings, or my children in the future should have a better life than this.

Ero molto arrabbiata quando lo hanno fatto. Siamo i proprietari del paese. Questopaese non è il loro paese come dicono, ma ciò che stanno facendo è un grande insulto per noi. Siamo quì fuori per richiedere i nostri diritti di proporre emendamenti costituzionali.

Ma guarda cosa ci hanno fatto. Idranti. Furgoni con altoparlanti. Manganelli. Scudi. Personalmente, pemso che non sia giusto. Se vuoi essere democratico, ma non hai giustizia, allora non chiamarti democratico, ma ora siamo in dittatura.

Proprio ora sono al quarto Mathayom (decimo anno). Tra sei anni, finirò il mio quarto anno (di università). Devo trovarmi un lavoro. Se rimane per altri 2-3 anni, questo avrà effetto fino a quando starò lavorando. Non accetterò la vita senza ottenere ciò che devo. Il prezzo che pago non è quello che merito. Sento che devo uscire a chiedere i miei diritti. I miei amici, i miei fratelli e i miei figli, devono avere un futuro migliore di questo.

Anche se non ha ancora 18 anni, P. è troppo giovane per firmare il suo sostegno agli emendamenti costituzionali proposti da iLaw, ma ha detto che la posizione attuale non è giusta per la gente e scritta in favore di coloro che sono al potere.

P. ci ha chiesto di non mostrare il suo viso perché non può dire ai suoi familiari, eccetto il padre, che sta partecipando alla protesta.

My father said that, in the end, the person who has to make a life is me, not him, so it is my right to come out or not to come out to call for my rights.

Mio padre ha detto che, alla fine, la persona che deve badare alla propria vita sono io, non lui, così è il mio diritto di uscire o meno per richiedere i miei diritti.

P. ci ha detto che ha cercato di spiegare a sua madre, preoccupata per la sua sicurezza, che trarrà beneficio dagli emendamenti costituzionali, che avrà una vita migliore. Ha detto che sua madre ha cercato di capire e che sua madre sostiene il movimento pro-democratico ma che non vede positivamente l'andare a protestare.

Yesterday, she saw violence, so I tried to explain to her that we weren’t violent. The other side was violent. She said that in any event it’s violent and that if I go, it’s still dangerous. She’s okay with me supporting this side, but she’s just not okay with going to protests.

Ieri, ha visto la violenza, così ho cercato di spiegarle che non eravamo violenti. L'altra sponda era violenta. Diceva che sono violenti in ogni caso e che se ci andassi, sarebbe pericoloso. È d'accordo con me nel sostenere questa spond, ma non è d'accordo sull'andare a protestare.

Intanto, promotori dei diritti dei bambini e dell'assistenza sociale sono stati visti fermi di fronte al centro commerciale Central World, dove hanno creato un gruppo chiamato “bambini in protesta” per diffondere informazioni sui diritti dei bambini, statistiche sui bambini e sui ragazzi colpiti dalle repressioni delle manifestazioni e come prendersi cura dei ragazzi nelle proteste.

Ruangthap Kaeokaemchan, un membro del gruppo, ha detto che hanno organizzato questa attività per informare i manifestanti sui posti sicuri per i ragazzi per il loro primo aiuto nella protesta come unico modo per prendersi cura di loro se ha luogo una repressione.

Ha detto che il diritto di espressione politica è il diritto dei giovani. Devono essere protetti dal momento in cui si aggiungono alla protesta fino a quando tornano a casa. Diversamente dagli altri paesi, le proteste in Thailandia non sono mai state abbastanza sicure per i ragazzini che vogliono unirsi. Le autorità mon devono rispondere ad un movimento pacifico con la violenza.

We are not saying that we invite the children to protests. But we are saying what you should have in mind when you come to a protest. And safety is an important thing to be aware of. Parents or the leading figures must also be aware. But the venues of protests in Thailand have never been made safe at all.

Non stiamo dicendo che invitiamo i bambini a protestare. Ma stiamo dicendo ciò che dovreste tenere in mente quando andate ad una protesta. E la sicurezza è una cosa importante di cui essere consapevoli. I genitori delle principali figure devono anche esserne consapevoli. Ma le strutture delle proteste in Thailandia non sono mai state del tutto sicure.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.