- Global Voices in Italiano - https://it.globalvoices.org -

Solidarietà tra gli honduregni in seguito all'uragano Eta

Categorie: America Latina, Honduras, Nicaragua, Panama, Ambiente, Citizen Media, Disastri

Immagini dall'Honduras tratte dal video YouTube dell'emittente Noticias Telemundo,  [1]5 novembre 2020.

Quando l'uragano Eta ha devastato l'America centrale, lo ha fatto colpendo delle regioni già in difficoltà. Quello che era stato previsto [2] [en] come un uragano di categoria 4, si è presto trasformato in una tempesta tropicale e dal 9 novembre scorso, 235 persone sono state dichiarate [3] [it] scomparse in seguito ad alluvioni, frane e ai crolli delle abitazioni. I numeri, tuttavia, sono in continuo aggiornamento.

In Honduras, sono state colpite 1,6 milioni di persone [4] [es, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] e sono centinaia quelle in cerca di un riparo. A livello locale, gli abitanti stanno percependo ” una combinazione di angoscia, indignazione e solidarietà”, secondo Maite Matheu, direttrice delle organizzazioni umanitarie dell’ Honduras CARE. Mentre parlava al telefono con la redazione di Global Voices dalla capitale Tegucigalpa, ha detto “C'è molta solidarietà tra gli honduregni, le famiglie si aiutano tra di loro per tirare fuori le persone dall'acqua, aiutando persino gli animali più piccoli.”

Matheu ha spiegato che c'è una sensazione pervasiva di indignazione dovuta al fatto che la nazione, come il resto dell’ America Centrale, ha guardato le previsioni del tempo una settimane prima che la tempesta colpisse il suolo. Eppure, è sembrato che lo Stato non avesse adottato misure preventive o non avesse evacuato le persone preventivamente.

Su Twitter, la giornalista Jennifer Avila ha spiegato:

[IT] Come ogni anno, le istituzioni non sono preparate alle piogge, #ETA ci sorprende come qualsiasi altra depressione tropicale. Ogni anno le famiglie cercano di salvarsi la vita. Quando le piogge cesseranno vedremo i politici là fuori fare le loro campagne. Leggete qui.

Dal canto loro, i media si sono concentrati [8] sul danno provocato al Nord, dove risiede la maggior parte delle attività economiche di libero mercato [9] [en], comprese le maquiladoras (stabilimenti industriali).

CARE, intanto, sta focalizzando la sua attenzione sulle comunità più vulnerabili del corridoio a secco [10] [en] honduregno, situato a sud e a sud-ovest del paese, devastato dalla siccità [11] [en]degli ultimi cinque anni. Mentre Matheu parla con la redazione di Global Voices ci sono circa 200 donne, bambini e persone anziane che sono rimaste sui tetti per più di 30 ore in questa regione. Ci racconta che la situazione è così tragica che i locali si stanno attrezzando per affittare delle imbarcazioni private per salvarli.

Gli uragani sono calamità meteorologiche naturali, aggravate [12] [en] dal surriscaldamento globale causato dall'essere umano e l'America centrale è una delle regioni più vulnerabili al cambiamento climatico. Molte piccole famiglie di agricoltori a nord dell'America centrale fanno fatica a coltivare il cibo e ciò li spinge a migrare in Messico e negli Stati Uniti a causa dell’insicurezza alimentare [13] [en].

La pandemia di COVID-19 ha certo aggravato la povertà [14] e l'estrema povertà. Con il raggrinzimento dell'economia [15] [en] e con l'innalzamento delle disuguaglianze, CARE teme un esodo di massa di persone sfollate. “Se non diamo priorità alla ripresa delle popolazioni più povere ed emarginate, vedremo centinaia di persone dirigersi a Nord a bordo di caravan” spiega Matheu.

Il fantasma degli uragani precedenti

L'intensità dell'uragano ETA è stata paragonata a quella dell'uragano che nel 1998 distrusse interi quartieri e provocò più di 20.000 vittime: “Le immagini alle quali abbiamo assistito ci hanno ricordato dell’uragano Mitch [16] [it],” commenta Matheu [en]:

[IT] Nel 1998 l'uragano Mitch rase al suolo un intero quartiere a Tegucigalpa; 7 mila persone morirono e 11 mila furono date per disperse. Alcuni dicono che Eta sarà peggiore di Mitch. Il Nord dell'Honduras è alluvionato, le piogge probabilmente riprenderanno verso sera.

Gli scienziati credono che la devastazione dell'uragano Mitch fu un fattore crociale dell'impoverimento dell'Honduras, le cui conseguenze sono percettibili tuttora. Lo status di protezione temporanea degli Stati Uniti (TPS), del quale 83.836 honduregni and nicaraguensi sono beneficiari, fu inizialmente istituito [23] [en] per le vittime dell'uragano Mitch.

[IT] ci sono molte ragioni per i profondi problemi dell'Honduras oggigiorno, ma tendo a pensare che molti possano essere ricondotti alla devastazione dell'uragano Mitch del 1998 – che spazzò via le case di milioni e ne uccise centinaia.

Le domande sul governo

Per affrontare l'uragano Eta, il governo honduregno ha richiesto che la banca interamericana di sviluppo anticipasse [28] parte dei fondi destinati ad affrontare la crisi climatica,  per un valore pari a 35 milioni di dollari americani. Tuttavia le accuse di corruzione riguardanti l'uso di fondi internazionali destinati all'assistenza  per la COVID-19 flagellano [29] già l'amministrazione del Presidente Juan Orlando Hernández.

L'uso improprio dei fondi per i soccorsi in caso di calamità non è raro nella regione. L'ex presidente di El Salvador, Francisco Flores, fu indagato [30] per aver presumibilmente sperperato milioni di dollari del fondo di Taiwan destinati ai soccorsi per i terremoti e per l'uragano Mitch. Morì [31] [it] agli arresti domiciliari nel 2016.

La politica honduregna è stata sempre più instabile dal colpo di stato del 2009 che culminò con l’espulsione [32] [en]del candidato di sinistra Manuel Zelaya. Gli Stati Uniti [33] [en], insieme ad altri paesi latino americani, riconobbero [34] [it] infine il nuovo governo.

Nel 2017, il presidente Hernandez prestò giuramento per un secondo mandato in un contesto di pesanti accuse di frode [35] [en] e proteste, comprese le accuse [36] dei pubblici ministeri statunitensi di essere un co-cospiratore in schemi di traffico di droga. Nel 2019, suo fratello, Tony Hernandez, fu condannato [37] per traffico di cocaina negli Stati Uniti.

Poiché gli attivisti per i diritti umani, gli analisti e i giornalisti considerano [38] [en] l'Honduras cooptato dalla criminalità organizzata e dagli interessi delle imprese, la solidarietà locale è la chiave per la sopravvivenza della maggior parte degli honduregni.

[IT] HONDURAS
Il popolo honduregno affronta l'uragano Eta
con un'onda di solidarietà di fronte a uno stato assente

[IT]Non so se sappiate qualcosa ma sento la necessità di documentarlo.
L'Honduras sta affondando, le persone stanno sui tetti delle case e gridano aiuto, il governo brilla per la sua assenza e il mondo ancora non lo sa. #ETAinHonduras #PrayForHonduras #HondurasResists

[IT] L'immagine che rappresenta la bontà che esiste nel cuore della maggior parte degli honduregni.😭💙

Le organizzazioni [47] locali e la diaspora [48] honduregna sono state attive per la raccolta fondi [49]. L'importo raccolto raggiungerà [50] [en] le comunità colpite che sono di difficile accesso a causa di interruzioni di corrente e inondazioni.