chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Anonymous diffonde documenti di polizia ed esercito colombiani tra la repressione delle proteste

lmmagine presa dall'account Twitter di Anonymous EterSec, usata con permesso.

In Colombia, quello che era iniziato come uno sciopero contro la riforma tributaria [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] proposta dal governo di Iván Duque, alla fine di aprile si è transformato in una protesta contro la violenza della polizia, le differenze sociali e la povertà inasprita dalla COVID-19. I manifestanti non sembrano mostrare nessuna volontà di fermarsi e, a fine aprile ed inizio maggio, il gruppo di hacktivisti Anonymous ha preso parte alla lotta facendo trapelare centinaia di documenti riservati della polizia, dell'esercito e del governo.

La soffiata includeva le password della direzione nazionale delle imposte e delle dogane (DIAN), nomi di membri della polizia e numeri di telefono, email e password di personale militare. Il sito web del Senato, inoltre, è stato temporaneamente bloccato. Prima, il 29 aprile, il gruppo aveva reso noti anche dei documenti riservati della polizia nazionale colombiana e oscurato il sito web del governo. Il gruppo ha diffuso inoltre una presunta conversazione [es] del 2 maggio avvenuta a Cali nella quale si sente Eduardo Enrique Zapateiro, generale dell'esercito colombiano, dire di aver ricevuto l'ordine dal presidente di militarizzare la città e intervenire contro i manifestanti.

“Il nostro obiettivo principale è quello di migliorare la società e assicurare la libertà di parola, cosicché i diritti democratici dei manifestanti e la voce del popolo possano avere rispetto.” Un membro di Anonymous, Etersec, impegnato nella situazione in Colombia, mi ha scritto via email.

Secondo DW [es] e il giornale colombiano Semana [es], l'esercito non ha risposto all'attacco.

Anonymous ha dichiarato “guerra all'ala destra del governo Duque dopo che la polizia ha massacrato civili in tutta la nazione, attraverso un video su YouTube pubblicato il 4 maggio. Come molti opinionisti colombiani [es], Anonymous afferma che la riforma tributaria colpisce in maniera spoporzionata poveri e classe media, già duramente danneggiati dalla pandemia. Il numero di persone povere in Colombia ha raggiunto i 21 milioni [es] nel 2020, aumentando del 6,8% dal 2019, secondo DANE, l'istituto statitistico ufficiale del paese.

Anonymous ha oscurato il sito web del Senato colombiano, diffondendo email e almeno un database dell'esercito.

Questo per far luce sulle violazioni dei diritti umani dei manifestanti contro il governo Duque.

Anonymous ha una giustificazione per ogni attacco. La diffusione dei dati della polizia è in risposta alla “repressione così aggressiva e crudele alla dimostrazione del potere popolare e democratico,” scrive Etersec. Quella dei dati dell'esercito è dovuta al “finanziamento delle azione paramilitari in Colombia, con la conseguente infiltrazione di gruppi nelle manifestazioni per creare caos e trasformare queste pacifiche proteste in sommosse.” Infine, l'attacco al sito web del governo è “contro proposte oppressive imposte alla popolazione, tra cui quella della riforma tributaria che mira ad aumentare le tasse per i più poveri.”

“Manifestanti a Cali contro la riforma tributaria” 1 maggio, 2021. Foto da Remux su Wikimedia (CC BY-SA 4.0)

Le forze di stato hanno brutalmente represso i manifestanti per diverse settimane; 43 sono presumibilmente stati uccisi dalle forze di sicurezza, come riporta [es] la ONG Indepaz il 19 maggio.

La ONG locale Temblores [es] ha riferito 2110 casi di violenza della polizia fino al 13 maggio e 16 casi di violenza sessuale [es] che sarebbero stati commessi da agenti della polizia. L'ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani, gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno esortato il governo colombiano ad agire con cautela.

Nonostante il presidente abbia ritirato la proposta della riforma, le manifestazioni sono continuate in diverse città colombiane. Gli hashtags sui social media per questi eventi sono #SOSColombia, #NosEstanMatando (“CiStannoUccidendo”) e #ParoNacional (ScioperoNazionale). La stampa locale [es] ha riportato che il ministro della difesa Diego Molanio, ha accusato gruppi armati illegali di sciacallaggio e vandalismo.

I protestanti sono di diversa natura, con i giovani e gli studenti come maggiori protagonisti, affiacanti dai contadini, indigeni e sindacati. I leader delle proteste e il governo hanno fatto finora pochissimi tentativi di dialogo.

“È importante sottolineare che (…) le proteste nascono dal popolo e noi, Anonymous, siamo qui per dare supporto ad ogni rivendicazione giusta e sociale,” afferma Etersec.

“Essere un hacktivista va oltre il semplice hackerare e manomettere il sistema,” aggiunge Etersec. “Prima di ogni azione, facciamo un progetto di ricerca, analisi e organizzazione [del lavoro].”

Ogni cella di Anonymous ha un suo team, formato da persone con diverse competenze. Per la Colombia, secondo Etersec, circa otto persone lavorano insieme: @IberoAnon, @Anons_Vzla, @EterSec_, @AnonNews_Col (account sospeso), @AnonymousOpCOL (account sospeso), AnonNovidades, @sin1pe_crew (account sospeso), Y0urAnonOPS.

Nelle settimane scorse, alcuni cittadini hanno riferito di account e post colombiani  bloccati su diversi social media. Il 15 maggio l'account principale di Etersec è stato sospeso da Twitter, insieme ad altri del suo team. Ha creato un nuovo account con il nome “Etersec_“.

“A questo punto possiamo notare come, dopo la diffusione [dei dati], ci sia stato un eccessivo aumento di atti di repressione e monitoraggio sia nelle strade che sui media digitali,” afferma Etersec.

Anonymous spera che le istituzioni “correggano i difetti” nei loro sistemi digitali, “riflettano sul potere delle loro azioni” e come queste influiscano direttamente sulla popolazione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.