chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La nuova serie Netflix Yasuke, il samurai africano, una nuova alba per i personaggi neri animati

Yasuke, A Netflix series inspired by the African Samurai

Immagine del poster promozionale della serie di Netflix Yasuke, serie animata ispiarata al samurai africano omonimo. Fonte: Netflix

Ad aprile su Netflix è uscito Yasuke [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione], la serie animata che racconta la storia di un africano che divenne un militare, o samurai [it], al servizio del signore della guerra più famoso del medioevo. La serie dimostra come gli africani siano stati in connessione con il Giappon per più di 500 anni.

La serie Netlfix si ispira alla vera storia di Yasuke, personaggio realemente esisistito che arrivò in Giappone nel 1579. Assunto come guardia del corpo dell'emissario gesuita in Giappone, l'uomo, che sarà poi conosciuto con il nome di Yasuke proveniva presumibilmente dal Monzambico o del Sudan.

Dopo aver impressionato l'allora governatore de facto del Giappone, Oda Nobunaga, Yasuke fu invitato dal signore della guerra a servirlo come samurai. Al suo fianco per tre anni, Yasuke sperimentò in prima persona le lotte e la violenza del periodo giapponese noto come “degli stati belligeranti”. Dopo l'improvvisa sconfitta e morte nel 1582 di Nobunga, l'uomo conosciuto come Yasuke scomparve dalla storia. Gli africani, però continuarono ad essere presenti sul territorio nipponico per altri 100 anni.

La serie di Netflix divisa in sei parti non è una biografia del sumurai africano bensì usa come punto di partenza la morte di Nobunga e il destino ignoto di Yasuke dopo il 1582 per immaginare un realtà alternativa e una storia di fantasia.

Il trailer, uscito il 26 aprile, e l'anteprima hanno riacceso un forte interesse riguardo la storia di Yasuke che è rimasto per secoli un icona legendaria della cultura popolare grazie alle pagine di un manga, il fumetto giapponese.

The real Yasuke in Nagasaki

Immagine del museo della prefettura di Nagasaki che raffigura uno scambio commerciale “Nanbam”, il periodo in cui Yasuke arrivò in Giappone. Gli uomini con le lance era probabilmente servitori a contratto. Molti africani arrivarono in Giappone durante il periodo dei commerci della compagnia delle Indie Orientali e le missioni del Vaticano. Foto di Nevin Thompson. Licensa: CC BY 3.0

Documenti storici mostrano come Yasuke arrivò nella città portuale occidentale di Nagasaki nel 1579 insieme ad una missione gesuita in Giappone. Era uno dei tanti africani arrivati in Giappone come servitori a contratto o schiavi, durante le missioni europee di scambio “Nanbam” [it]. Gli africani facevano parte dell'equipaggio delle navi mercantili, lavoravano come guardie del corpo o eseguivano altri compiti essenziali all'interno del piano di colonizzazione europea e del commercio con l'Asia, incluso il Giappone.

Reazioni contrastanti

A tre giorni dall'anteprima, la serie continua a suscitare sul web reazioni contrastanti tra i fan degli anime in tutto il mondo [ja]:

Ho scoperto grazie a “Yasuke” di Netflix che il samurai nero al servizio di Nobunaga Oda era un personaggio realmente esistito.

È una storia interessante di cui non ci hanno mai parlato alle medie…?

Mi domando se le lezioni sarebbero state più interessanti se storie come quella di Yasuke fossero state incluse. Almeno ora possiamo sapere qualcosa su di lui.

Dimostra come quello che viene insegnato a scuola è importante.

Rappresentazione visiva di come l'episodio 5 di Yusuke mi ha fatto sentire.

Appena terminato Yasuke, un fantastico anime emozionante  che ho adorato! Assolutamente consigliato!

Darei a Yasuke un 7.8 su 10. Sarebbe potuto essere un po’ più lungo dando così alla trama il tempo di svilupparsi appieno, ma per i 6 episodi hanno fatto un ottimo lavoro.

Nella sua recensione apparsa su Kotaku.com, Ash Parrish scrive:

Watching the first episode of Yasuke, Netflix’s new fantastical animated show about the life of a Black samurai, I started to cry. I remembered how it felt to be a 16-year-old girl watching anime in the nighttime darkness of my living room. Watching Yasuke, with its titular Black character kicking ass to a soundtrack by musical producer Flying Lotus transported me back to that time, and it feels f****** amazing.

Guardando il primo episodio di Yasuke, la nuova serie animata di Netflix sulla vita del samurai nero, ho pianto. Mi ha ricordato come ci si sentiva ad essere una sedicenne che guardava anime a notte fonda nel buio del proprio salotto. Guardare Yusuke, con il suo protagonista nero che spacca tutto con una colonna sonora del produttore Flyng Lotus, mi ha riportato indietro nel tempo, ed è stato pazzesco.

Per alcuni fan degli anime, i mecha e la magia sono sembrati troppo forzati. Alcuni critici hanno persino conscluso che la serie è stata un errore:

Ecco perchè #Yasuke è stato un grande errore.

Finito di vedere Yasuke. Sarebbe stato meglio senza i mecha e la magia, ma è solo la mia opinione.

Appena finito di vedere Yasuke. La magia e i mecha lo hanno rovinato e i flashback di Yasuke hanno monopolizzato la serie. Ho guardato il mio telefono per il 90% della durata. Probabilmete uno degli anime più deludenti. Non aiuta il fatto che ho finito Dororo pochi giorni fa, ed è stato spettacolare.

Un ritorno alle origini

La serie Yasuke è stata vissuta come un ritorno alle origini per i fan degli anime sui neri. La sua importanza come punto di svolta nella rappresentazione degli eroi neri negli anime ha riacceso il discorso sulla rappresentazione e sulla caratterizzazione stereotipata di personaggi neri nel cinema.

“È qualcosa che i ragazzi dovrebbero vedere,” afferma @flynglotus riguardo la nuova serie “Yasuke”. “Spero che qualche seme venga piantato e che questo sia l'inizio dell'assalto dell'animazione nera”.

Da nero interessato all'arte, alla cultura e alla storia giapponese (e da grande fan degli anime) dovevo vedere Yasuke: un anime originale Netflix ispirato alla storia del primo samurai nero omonimo. L'ho amato, ma c'è altro potenziale da sfruttare.  7.5 su 10.

Se Yasuke può essere un samurai nero, io posso essere un ninja nero.

Ad un livello più profondo, la nuova serie animata ha portato alla luce il ricco contesto storico che fa da sfondo a Yusuke per rivelare la dignità, l'ammirazione e il rispetto che riceveva. Anche se era il primo noto in Giappone, molti africani prima di lui avevano viaggiato nel paese nipponico con le spedizioni commerciali dal 1543, con l'inizio del commercio Nanbam e l'arrivo dei mercanti portoghesi [it].

Il fatto che abbia scalato i ranghi fino a divenire un samurai di Oda Nobunga, una della più importanti figure nella storia giapponese, è diventato motivo di orgoglio per molti africani e neri in tutto il mondo.

Ash Parrish che scrive per Kotaku.com dice:

Watching Yasuke feels like a full-circle moment to me too. Growing up, and even now as an adult, I never expected to see Black people in anime. As I’ve gotten older, there seems to be more Black anime characters than ever before. And now, I’m getting shows made by Black people too. It’s like a Black anime character renaissance for which Yasuke is the crowning jewel.

Guardare Yasuke sembra un ritorno alle origini. Crescendo, e anche ora da adulta, non mi sarei mai aspettata di vedere persone nere negli anime. Con il passare degli anni, sembrano esserci sempre più personaggi neri rispetto a prima. E ora, ci sono anche serie fatte da persone nere. Sembra il Rinascimento dei personaggi neri negli anime e Yasuke è la punta di diamante.

Durante un'intervista con animenewsnetwork.com, LeSean Thomas, il produttore della serie afferma:

We love fish-out-of-water stories, and we just don't really get to see that from a particularly Black lens because of the history of cinema, the history of animation, and where African-Americans were positioned at the beginning of that event at that time, historically.

Ci piacciono storie che sono pesci fuor d'acqua, e non riusciamo a vedere questo attraverso la lente dei neri a causa della storia del cinema, dell'animazione e la posizione che avevano gli Afro-Americani all'inzio di determinati eventi storici.

La colonna sonora

Una volta tanto, la colonna sonora è un prodotto che va oltre il semplice catturare lo spirito del film per far presa sul pubblico.

Il musicista, DJ, regista, produttore di elettronica e di hip-hop americano Flying Lotus ha firmato la colonna sonora di Yasuke e i critici e i fan degli anime la considerano un capolavoro:

La colonna sonora originale di Yasuke è impeccabile.

Caro Flying Lotus

Yasuke, accidenti.

Con amore, Aby.

Nel parlare della produzione della colonna sonora per Yasuke con Vulture.com on Flying Lotus afferma:

I empathize with Yasuke so much — feeling like an outsider all the time, especially in music and in the electronic-music space that I occupy. Also, being a Black man whenever I go to Japan, it was real easy to get the story. I knew exactly what it felt like.

Mi sono veramente immedesimato con Yasuke, sentirsi un estraneo tutto il tempo, specialmente nella muscia e nell'elettronica. Inoltre, essendo nero, è stato facile entrare nella storia quando ero in Giappone. So perfettamente come ci si sente.

Un'icona pop leggendaria

Decadi prima della serie Netflix del 2021, la leggenda del samurai nero entrò nella cultura popolare giapponese.

Nel 1971, il famoso romanziere Shusaku Endo ha pubblicato un libro [it] sul samurai, ma è con Kurosuke, un libro per bambini su Yasuke pubblicato nel 1968 dello scrittore Kurusu Yoshio [Ja] (来栖良夫), che si è accesa la miccia per la serie del 2021.

LeSean Thomas, il regista delle serie, dice:

 It was my first time seeing, you know, a really cool illustrated children's book about the story of a foreign Samurai who helped Nobunaga during the whole regime

È stata la prima volta che vedevo un libro illustrato per bambini così figo sulla storia di un samurai straniero che ha aiutato Nobunaga durante il regno.

Dal 1968, Yasuke si è trasformato nei secoli da uomo a leggenda mitica citata in moltissimi manga ed è diventato un icona culturale popolare anche fuori dal Giappone quando nel 2019 Thomas Lockley ha pubblicato il suo libro African Samurai.

Nel Marzo del 2017, Lionsgate aveva annunciato progetti per un film live-action su Yasuke con protagonista, nei panni del samurai, Chadwich Boseman. L'attore è morto a 43 anni nell'agosto del 2020.

It’s the kind of thing where hopefully the right kids see it,” Flying Lotus said of Yasuke. “I just hope that some seeds are being planted, and this is just the beginning of the onslaught of Black animation.

“È qualcosa che i ragazzi dovrebbero vedere,” afferma @flynglotus riguardo la nuova serie “Yasuke”. “Spero che qualche seme venga piantato e che questo sia l'inizio dell'assalto della animazione nera”.

Nevin Thompson ha contribuito alla scrittura dell'articolo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.