chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Lockdown per i cittadini, vacanze al mare per i turisti: nuovo spot smaschera le regole COVID sbilanciate della Turchia

Screenshot del video promozionale pubblicato dal Ministero della Cultura e del Turismo della Turchia a maggio del 2021.

Un nuovo video [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] promozionale dal Ministero della Cultura e del Turismo della Turchia che incoraggia i turisti internazionali a visitare il paese, mentre la popolazione locale è ancora sotto le regole del lockdown, ha suscitato l'ira sui social media. La pubblicità è tratta dai siti del governo e in meno di 24 ore seguono le reazioni.

Pubblicato il 13 maggio, il video mostra l'hotel e altri impiegati del settore che salutano i turisti con le mascherine in cui si legge “Divertiti! Sono vaccinato!” mentre una voce fuori campo dice: “centri igienizzati e personale vaccinato. Noi lo definiamo una doppia sicurezza per il turismo. I nostri ospiti lo definiscono pace dei sensi. Vieni e divertiti al porto sicuro, la .”

La Turchia ha stabilito le nuove regole del lockdown il 29 aprile nel tentativo di ridurre una nuova ondata di COVID-19 – mentre per i turisti internazionali vi è l'esenzione.

I trasgressori che non rispettano le regole sono sottoposti a una multa cara di 3,180 lira (380 dollari) e un'ulteriore multa di 900 lira (110 dollari) se sono visti senza la mascherina. Inoltre il Ministero dell'Interno ha vietato tutte le vendite al dettaglio [tr] di prodotti non essenziali, come la cartoleria, prodotti di cosmesi, terriccio e bevande alcoliche. La fine delle misure è prevista per il 17 maggio. 

In un tentativo di aumentare il settore turistico colpito, che lo scorso anno ha subito perdite [tr] di 8.3 miliardi di euro (10.1 miliardi di dollari), con un reddito lordo in discesa di circa 40% paragonato al 2019, la Turchia ha dato la priorità alla vaccinazione di tutti gli impiegati del settore turistico a discapito degli altri settori. “Stiamo vaccinando tutti gli impiegati del turismo, gli hotel e lo staff dei ristoranti, gli autisti, gli impiegati all'aeroporto e tutti coloro che entrano in contatto con i turisti, comprese le guide turistiche,” ha dichiarato [tr] il ministro degli esteri Mevlüt Çavuşoğlu durante una visita a Berlino [tr] la scorsa settimana. 

La pubblicità ha rapidamente attirato la critica sui social media in Turchia. I leader dei diversi partiti di opposizione hanno definito il video “umiliante”. L'ex primo ministro, Ahmet Davutoğlu, ha chiesto le dimissioni dell'attuale ministro del turismo in un tweet.

#TurizmBakanıİstifa (che significa “ministro del turismo, dare le dimissioni”) è da allora andato in tendenza su Twitter [tr]:

Siamo presentati come degli schiavi per i turisti!

I turisti vedranno i turchi che indosseranno delle mascherine con su scritto “Sono vaccinato”. Metteteci un orecchino, avvelenate chi è aggressivo, e se vi è una reazione sistemateci in un rifugio, forse qualcuno ci adotterà.

In Turchia i cani randagi che sono stati vaccinati contro la rabbia portano la targhetta sull'orecchio [tr]:

Questo non può essere vero. Noi puoi vaccinare le persone, ma almeno non le umiliate!

Zaytung, una rivista satirica turca, ha condiviso una fake news [tr] in risposta al video, assicurando i turisti in arrivo che la prossima misura del Ministero della Cultura e del Turismo sarà quello di castrare tutti i camerieri maschi e gli impiegati balneari, che avrebbero indossato una maglietta in cui si legge: Divertiti! Sono castrato!”

Mentre molti turchi hanno risposto al video promozionale con l’umorismo nero, le frustrazioni con l'attuale Partito Giustizia e Sviluppo rimangono alte in mezzo alla pandemia. L'ultima cosa che hanno bisogno i cittadini ora sembra essere un sollecito su quanto le autorità abbiano affrontato male la pandemia negli ultimi 14 mesi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.