chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Attivista ghanese si batte per introdurre la sua lingua madre dagbani nella mappa digitale

Nota dell'editor: dal 27 aprile al 3 maggio 2021, Mohammed Salat Abdulai sarà ospite di @DigiAfricanLang [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], l'account Twitter che si occupa della possibile rivitalizzazione delle lingue africane attraverso l'utilizzo della tecnologia. Scopri di più sulla campagna qui.

Sono davvero tante le lingue parlate nella vecchia Costa d'Oro [it], oggi Ghana. Più di quarantasei, per la precisione: tra queste, il Dagbani, chiamato anche Dagbanli, una delle lingue gur [it] parlate in alcune zone dell'Africa occidentale e appartenenti alla famiglia linguistica niger-kordofaniana [it] dell'Africa sub-sahariana.

Originario della popolazione ghanese dei Dagbonba, oggi Mohammed Salat Abdulai vive in Germania e si impegna perché la sua lingua madre, il Dagbani, sia introdotta su internet.

Adéṣinà Ọmọ Yoòbá, Manager di Global Voices in lingua Yorùbá, ha intervistato Mohammed per capire quali sono stati gli sforzi attuati finora per introdurre il Dagbani nella mappa digitale.

Adéṣinà Ọmọ Yoòbá (AOY): Ci racconti qualcosa di te?

Mohammed Salat Abdulai, appassionato di lingua Dagbani. Foto utilizzata con permesso.

Mohammed Salat Abdulai (MSA): I was born in Tamale, Ghana, but currently live in Berlin, Germany. I’m passionate about the value and potential of open knowledge to change the world. At the heart of that dream, I think that a good representation of languages, mostly those that are currently underrepresented in digital spaces, is needed to actualize that potential.

Mohammed Salat Abdulai (MSA): Sono nato a Tamale, Ghana, ma vivo a Berlino, Germania. Credo che il valore e il potenziale della conoscenza aperta possano cambiare il mondo. Per realizzare questo potenziale, però, è necessaria una corretta rappresentazione delle lingue, in particolare di quelle sottorappresentate negli spazi digitali.

AOY: Qual è la situazione attuale della sua lingua al di fuori di internet? E su internet?

MSA: Dagbani as a language is doing well, in terms of how much of it is still spoken in homes with native-speaker parents. Online, however, the situation isn't too encouraging. Although Dagbani is taught in schools, from basic through to tertiary levels, there are very few online resources written in Dagbani.

MSA: Non male: il Dagbani è una lingua ancora utilizzata negli ambienti familiari, come testimonia la presenza di genitori madrelingua. Su internet, invece, la situazione non è così incoraggiante. Nonostante sia insegnato nelle scuole, dai cicli di istruzione primaria a quella secondaria, sono ancora poche le risorse online scritte in Dagbani.

AOY: Quali sono le sfide più difficili che deve affrontare la sua comunità linguistica nell'ambito della comunicazione digitale o della creazione di contenuti digitali nella sua lingua madre?

MSA: I see genuine interest in peoples’ wanting to help initiatives that promote creating content in Dagbani. For example, on platforms like Wikipedia that do encourage the creation of content in Dagbani, a little technical know-how is still needed to be able to actively participate and write articles. Now, because of fundamental structural barriers such as the cost of data editing hardware, this hurdle discourages people who'd otherwise have made valuable contributions to participate. Another challenge I realize is that much of the knowledge of language still resides with people who are not literate, and so there is a disconnect between capable content creators (but who lack the knowledge of the language) and people who understand the language (but who lack the technical skills), to connect. Engage and work together.

MSA: Ci sono molte persone interessate ad aiutare, promuovendo iniziative che mirano alla creazione di contenuti digitali in Dagbani. Piattaforme come Wikipedia, ad esempio, favoriscono queste iniziative, ma necessitano ancora di alcune competenze tecniche per riuscire a partecipare attivamente e scrivere articoli. Purtroppo, esistono ancora barriere strutturali fondamentali, come i costi relativi alla modifica delle proprietà dell'hardware, che scoraggiano tutte quelle persone che altrimenti avrebbero potuto partecipare fornendo preziosi contributi. Si aggiunge poi un'altra sfida, quella della conservazione della lingua stessa, che ancora oggi è nelle mani di popolazioni poco istruite, creando così un divario tra abili creatori di contenuti, che però non conoscono la lingua, e coloro che invece conoscono la lingua, ma mancano di competenze tecniche. Un divario che non permette di connettersi, impegnarsi e lavorare insieme.

AOY: Che cosa si può fare per favorire un uso maggiore della lingua su internet?

MSA: Awareness, awareness, and awareness. There are many avenues that provide a platform to create content in Dagbani, but people are unaware of them. Educational institutions should also make it a point to begin to introduce digital technologies to children at a younger age in non-colonial languages, so that they are aware that their indigenous languages do have a place in the online digital spaces.

MSA: Sensibilizzare, sensibilizzare e ancora sensibilizzare. Esistono molte piattaforme che consentono di realizzare contenuti in Dagbani, ma la gente non le conosce. Inoltre, gli istituti di istruzione dovrebbero cominciare a introdurre tecnologie digitali nelle lingue africane destinate ai bambini che, in questo modo, capiranno che le loro lingue native occupano un posto negli spazi digitali online.

AOY: Qual è il motivo principale che la spinge a lavorare perché la sua lingua e la sua cultura siano visibili su internet?

MSA: There are things that I can't easily express in any other language but in my native tongue. So in my ideal world, the representation of multiple languages online is one way to ensure that all the different ways of seeing the world by different people are captured and well-preserved.

MSA: Ci sono concetti che riesco a esprimere facilmente solo nella mia lingua madre. Per questo motivo, nel mio mondo ideale, la rappresentazione di più lingue online può garantire l'inclusione e la protezione dei diversi modi di guardare al mondo da parte di persone diverse.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.