chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Codice rosso: la crisi climatica sta scatenando disastri climatici estremi

Australian bushfire 2019

Un incendio boschivo in Australia nel 2019: Screenshot del video Black Summer di ABC Four Corners, 3 febbraio 2020.

La recente dichiarazione del Gruppo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico (IPCC), riguardante il fatto che ci troviamo di fronte a un ‘codice rosso per l'umanità’ [en, come i link seguenti], non dovrebbe essere una sorpresa. Negli ultimi anni, milioni di persone hanno sofferto durante eventi climatici estremi e molti hanno riflettuto su una possibile relazione tra il riscaldamento globale e l'aumento annuale di disastri naturali.

Climate Change 2021: Le Basi Fisico-Scientifiche [it] (AR6) non lascia dubbi sul fatto che, secondo la scienza attuale, gli esseri umani siano responsabili dell'aumento di tali disastri.

L'analisi della IPCC è piuttosto chiara. Secondo il titolo della Sintesi per decisori politici del Sesto Rapporto di Valutazione:

Human-induced climate change is already affecting many weather and climate extremes in every region across the globe. Evidence of observed changes in extremes such as heatwaves, heavy precipitation, droughts, and tropical cyclones, and, in particular, their attribution to human influence, has strengthened since the Fifth Assessment Report (AR5) in 2014.

Il cambiamento climatico indotto dall'uomo sta già avendo effetti su molti eventi climatici estremi in ogni regione del mondo. Le evidenze del cambiamento, osservate in casi estremi di ondate di caldo, forti precipitazioni, siccità, cicloni tropicali, e in particolare la loro attribuzione all'influenza dell'uomo, si sono rafforzate rispetto al Quinto Rapporto di Valutazione (AR5) del 2014.

Widespread observed and projected increases in the intensity and frequency of hot extremes, together with decreases in the intensity and frequency of cold extremes, are consistent with global and regional warming.
(AR6 Chapter 11.1.4 23)

I diffusi incrementi, osservati e previsti, dell'intensità e della frequenza del caldo estremo, insieme alla decrescita dell'intensità e della frequenza del freddo estremo, sono coerenti con il riscaldamento globale e regionale.

Il meteorologo Eric Holthaus concorda:

Nella mia opinione, il punto più importante del grande rapporto climatico della IPCC di questa settimana è che la scienza ha ora stabilito un collegamento causale diretto tra l'utilizzo di combustibili fossili e i cambiamenti climatici estremi.

“il cambiamento climatico non cambia solamente le situazioni di clima estremo – cambia tutto.”

Dalla Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici del 2019, il nostro pianeta ha subito numerosi eventi climatici estremi con maggiore frequenza e intensità. Il video di Global Voices ‘Disastri Climatici Globali 2020-2021′ mostra solo una piccola parte di quegli eventi. Include casi di siccità in Africa e in Nord America; inondazioni in Europa, Cina e India; ondate di caldo e incendi in Australia, Nord America e nel Mediterraneo.

Secondo l'Ufficio delle Nazioni Unite per la Riduzione del Rischio di Disastri (UNDRR), i disastri complessivi collegati con il clima sono aumentati da 3656 tra il 1980 e il 1999 a 6681 tra il 2000 e il 2019 — un incremento dell'83 percento.

Inoltre, l'Organizzazione Meteorologica Mondiale è giunta alla conclusione che: ‘Una chiara impronta del cambiamento climatico causato dall'uomo è stata identificata in molti di questi eventi estremi’.

Numerose organizzazioni scientifiche hanno indagato sulla possibilità che eventi particolari possano essere attribuiti alla crisi climatica. La rivista Natural Hazards and Earth System Sciences (NHESS) ha esaminato gli incendi boschivi in Australia tra il 2019 e il 2020 e ha identificato ‘una connessione tra il cambiamento climatico e il cosiddetto clima da incendi’:

…climate change has induced a higher weather-induced risk of such an extreme fire season. This trend is mainly driven by the increase of temperature extremes.

…we find that heat extremes have become more likely by at least a factor of 2 due to the long-term warming trend. However, current climate models overestimate variability and tend to underestimate the long-term trend in these extremes, so the true change in the likelihood of extreme heat could be larger, suggesting that the attribution of the increased fire weather risk is a conservative estimate.

…il cambiamento climatico ha causato un rischio più elevato di eventi come stagioni degli incendi estreme. Questa tendenza è data principalmente dall'aumento delle temperature massime.

…abbiamo osservato che il caldo estremo è almeno due volte più probabile, a causa della tendenza al riscaldamento a lungo termine. Nonostante ciò, i modelli climatici attuali sopravvalutano la variabilità e tendono a sottostimare la tendenza a lungo termine in questi estremi, per cui il vero cambiamento nella probabilità che si verifichino situazioni di caldo estremo potrebbe essere più grande, suggerendo che l'attribuzione di un maggiore rischio di clima da incendi sia un stima moderata.

In più, uno studio della World Weather Attribution ha concluso ‘che le piogge estreme e le inondazioni causate dalla tempesta tropicale Imelda [in Texas nel 2019] sono state rese più probabili e intense a causa del riscaldamento globale’.

Hanno scoperto anche che l'ondata di calore in Siberia nel 2020 ‘sarebbe stata di fatto impossibile senza il cambiamento climatico causato dall'uomo’.

Gli organi di stampa di tutto il mondo stanno prendendo nota sugli effetti del cambiamento climatico. All'inizio di agosto, il Guardian ha pubblicato l'istantanea di un video intitolato ‘DISASTRI NATURALI causati dal cambiamento climatico di questa settimana dal primo al 7 agosto 2021!’ che descriveva i disastri climatici di quella settimana.

Il rapporto AR6 mostra un Atlante Interattivo con dati regionali e previsioni approfondite riguardo atmosfera, temperature degli oceani, precipitazioni e aumento dei livelli del mare. Vi sono anche scenari a breve, medio e lungo termine dell'aumento di 1.5, 2.3 e 4 gradi Celsius.

Questa immagine dell'atlante mostra le temperature previste nella regione del Mediterraneo, basate sul possibile aumento di 2 gradi Celsius:

Mediterranean region temperature projections

Previsioni riguardanti la temperatura nella regione del Mediterraneo, Screenshot dell'Atlante Interattivo della IPCC

Vox ha creato un'utile spiegazione su come utilizzare lo strumento di mappatura dell'Atlante Interattivo. L'AR6 ha creato anche dei Fogli Informativi Regionali, che posso essere scaricati dal sito.

Questa discussione di Sky News UK su Twitter immortala l'estrema situazione climatica a metà agosto 2021.

Queste sono le conseguenze del clima estremo che si sta verificando in questo momento nel mondo.

In Turchia, nella regione del Mar Nero, più di due dozzine di persone sono rimaste uccise a seguito di inondazioni e frane causate dalle forti piogge.

Le Nazioni Unite prenderanno in considerazione l'avanzamento del cambiamento climatico alla Conferenza COP26 di Glasgow a Novembre 2021. Per sapere come è valutato l'impegno ambientale e il piano d'azione del tuo paese, visita il Climate Action Tracker.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.