chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

DIRETTA del 25 agosto: in che modo la COVID-19 ha catalizzato le proteste a Cuba, in Guatemala e in Colombia?

Da Cuba alla Colombia, fino al Guatemala, la gente è stufa, malgrado contesti politici completamente diversi. Cos'hanno in comune?

La cattiva gestione della pandemia sembra essere la goccia che ha fatto traboccare il vaso, un vaso pieno di frustrazioni.

Lo scorso luglio, una serie di proteste senza precedenti ha scosso Cuba: la gente cubana ha denunciato la carenza di alimenti e medicine. È stato un sintomo di malessere sulla gestione della pandemia da parte del governo, oltre a fattori esterni come le sanzioni statunitensi e richieste di maggiore libertà politica sull'isola. Al di là delle divisioni ideologiche, come si vive a Cuba in questi momenti?

In Colombia, dal mese di maggio è in vigore uno sciopero nazionale guidato da diversi settori della società. Ciò che è iniziato con le manifestazioni contro l'aumento delle tasse dirette ad un'impoverita popolazione colombiana è diventato virale sui social a causa delle segnalazioni sull'estrema violenza della polizia. Oggi giorno non si sente parlare dello sciopero colombiano, sebbene continui. Cosa sta succedendo adesso in Colombia?

Il Guatemala ha i tassi di vaccinazione più bassi del continente, ma non perché la gente non voglia vaccinarsi. Le proteste, guidate dalle autorità indigene, scuotono il paese centroamericano il cui governo è accusato di aver gestito male la pandemia e gli effetti devastanti del cambiamento climatico, nel bel mezzo di accuse di corruzione. Perché non si parla del Guatemala?

Unisciti a noi per capire meglio perché questi paesi stanno cercando di difendere le proprie vite il 25 agosto alle 15h GMT nel prossimo episodio della nostra serie di webinar dal vivo Global Voices Insights [en]. Il webinar si terrà in spagnolo ed è gratuito e aperto al pubblico. Registrati per ricevere un promemoria dell'evento [es]:

[registrati qui]

[link YouTube]

I seguenti relatori condurranno la conversazione:

  • Dal Guatemala, Paulina González, Autorità Ancestrale Maya Tz´útujil, Prima Portavoce del Consiglio degli Anziani e Terza Portavoce di Ajpop Tinaamit, del dipartimento di Sololá.
  • Dalla Colombia, Diego Armando Hernández Álvarez, Studente di Comunicazione Sociale e Giornalismo, Attivista Sociale, Co-fondatore di Des-Igual, mezzo di comunicazione alternativo. Auto denominato “mamerto”.
  • Da Cuba, Lynn Cruz, attrice e produttrice. È anche drammaturga e direttrice del Teatro Kairos (Il Ritorno (2011), I Nemici del Popolo (2017), Patriottismo 36-77 (2018)) e attualmente sta lavorando al montaggio di Sala-R. Nel 2018 è stata censurata e l'è stato impedito di lavorare come attrice all'interno delle istituzioni cubane per le sue opinioni politiche.

Ci auguriamo che possa unirti a noi mercoledì 25 agosto alle 15h GMT (fai clic qui per verificare il fuso orario della tua zona).

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.