chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

#FreeRebecca: Global Voices Africa Subsahariana condanna la detenzione ingiustificata della leader tech Rebecca Enonchong

Rebecca Enonchong. Immagine di UNCTAD Photo/Jean Marc Ferré su Wikimedia Commons, 3 aprile 2019 (CC BY-SA 2.0).

Il team di Global Voices Africa Subsahariana ha ricevuto con sgomento la notizia dell’arresto [en, come i link seguenti] del 10 agosto 2021 di Rebecca Enonchong (@africatechie), attivista per i diritti digitali e una delle imprenditrici più influenti in Africa. Rebecca è detenuta nella Legione di Gendarmeria di Douala, capitale economica del Camerun. La sua detenzione non è stata ordinata da nessun giudice e i capi d'accusa non sono stati resi pubblici.

La Enonchong è fondatrice e direttrice generale di AppsTech ed è anche una nota attivista per i diritti digitali, per il sistema di governo democratico e per il rispetto dei diritti umani, che deve essere alla base di una corretta attività commerciale in Africa. È una delle fonti africane più seguite ed affidabili per le notizie riguardanti la tecnologia su Twitter, dove ha oltre 122.000 followers. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti: nel 2014 ad esempio Forbes l'ha scelta come una delle 10 più importanti tecnologhe in Africa.

Global Voices è una piattaforma indipendente di notizie fondata nel 2004, che mette in contatto bloggers e giornalisti di tutto il mondo utilizzando internet come strumento per costruire comunità globali e attraversando barriere linguistiche e culturali. Supporta anche i diritti digitali, la libertà di espressione e i diritti umani in tutto il mondo.

La Enonchong condivide i valori del team di Global Voices Africa Subsahariana riguardo il rispetto dei diritti umani e digitali nel continente.

Il trattamento subito dalla Enonchong da parte della polizia di frontiera camerunense costituisce una violazione del suo diritto a non essere arrestata o detenuta arbitrariamente.

Global Voices Africa Subsahariana richiede il rilascio incondizionato di Rebecca Enonchong.

Inoltre, chiediamo al governo camerunense il rispetto degli obblighi imposti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che comprende l'obbligo di proteggere e rispettare i diritti dei suoi cittadini nei confronti di arresti e detenzioni illegali.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.