chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

In Turchia, i continui incendi boschivi distruggono i mezzi di sostentamento

Lo scoppio di un incendio, daPixabay.

A partire dal 2 agosto, un totale di 125 incendi [tr, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] forestali stanno imperversando attraverso 21 province della Turchia. Il primo incendio è stato segnalato il 28 luglio [en]. Finora, il bilancio delle vittime ha raggiunto [en] le 8 persone, tra cui due vigili del fuoco [en]. Mentre la causa ufficiale degli incendi è ancora sotto indagine, molti li attribuiscono al calore cocente e al riscaldamento globale.

Gli incendi stanno colpendo migliaia di residenti delle coste turche del Mediterraneo e dell'Egeo, entrambe le principali mete turistiche. I turisti sono stati evacuati [en] e trasportati in sicurezza mentre la leadership del paese ha dichiarato alcune regioni “zone disastrate” [en] a causa degli incendi. La frase #HelpTurkey era di tendenza su Twitter il primo di agosto poiché molti si sono affrettati ad aiutare le persone colpite dall'incendio. Man mano che l'entità del danno viene alla luce, il Partito di Giustizia e dello Sviluppo vigente ha dovuto affrontare critiche [en] e proteste pubbliche per la mancanza di misure di sicurezza, piani di emergenza e teorie cospirative propagate dal governo nel paese.

Sabato 31 luglio, il presidente Recep Tayyip Erdoğan ha visitato Manavgat, una delle province colpite dagli incendi, dove almeno 7 persone sono morte per le fiamme. Durante la sua visita, ha promesso che il governo stava facendo tutto il possibile per aiutare le persone colpite dal disastro. “È nostro dovere trovare i responsabili degli incendi e bruciare i loro polmoni”, ha detto Erdoğan il 31 luglio.

Ma molti sono poco ottimisti sulle promesse del governo. Un grande convoglio presidenziale è arrivato nella città di Marmaris durante il fine settimana, un altro punto colpito dagli incendi, ed Erdoğan è stato visto lanciare pacchetti di tè ai passanti. Alcuni hanno paragonato la mossa a Trump, che ha lanciato rotoli di carta igienica ai sopravvissuti all'uragano Maria in un centro di distribuzione di aiuti in caso di catastrofe a Porto Rico.

Il lancio di bustine di tè di Erdoğan alle vittime degli incendi ricorda il lancio di tovaglioli di carta da parte di Trump ai portoricani devastati. Completamente inappropriato, completamente fuori dal mondo.

L'arrivo di Erdogan a Marmaris, città alle prese con le fiamme a causa della mancanza di jet antincendio.

Mancanza di attrezzatura

Dall'inizio degli incendi, la scorsa settimana, il partito al governo ha criticato la mancanza di aerei antincendio in Turchia [en] e la sua scelta di escludere [en] l’Associazione aeronautica turca (THK) dalle operazioni antincendio. Per decenni, la THK ha fornito aerei per le campagne antincendio. Parlando con i residenti di Manavgat, il ministro degli Esteri Mevlüt Çavuşoğlu è stato fischiato quando ha affermato che tutti e tre i jet antincendio del paese stavano già estinguendo gli incendi altrove. Finora, Russia, Ucraina e Azerbaigian hanno tutti contribuito mettendo a disposizione aerei per aiutare a spegnere gli incendi boschivi. Il 1° agosto, il governo ha finalmente accettato l’aiuto dell'UE [en] per ricevere jet antincendio dalla Croazia e dalla Spagna.

Mursel Alban, membro del Parlamento della principale opposizione, il Partito popolare repubblicano (CHP), ha invitato il presidente e il suo gabinetto a dimettersi:

Possiedi un palazzo estivo di 300 stanze a Marmaris ma non c'è un aereo per spegnere l'incendio a Marmaris. Il governo Erdogan/AKP deve dimettersi e, con lui, tutti i suoi ministri.

Le foto della sontuosa casa estiva di Erdoğan composta da 300 camere, una spiaggia privata e una piscina, sono state rese pubbliche il 5 luglio. Il palazzo sarebbe costato [en] 73 milioni di dollari ed è stato completato nel 2019. A quel tempo, il leader del CHP, Kemal Kılıçdaroğlu ha distrutto [en] la casa estiva durante la riunione del gruppo parlamentare del partito. “La gente muore di fame, ma a lui non importa. Si è costruito un palazzo estivo».

“Mentre il palazzo [la presidenza] possiede 13 aerei e il ministro dell'agricoltura viaggia dappertutto con il suo jet, il governo non può impiegare un aereo antincendio per spegnere questi incendi, a dimostrazione della terribile situazione in cui ci ha messo questa amministrazione. Un aereo del palazzo avrebbe potuto comprare dozzine di aerei antincendio”, ha scritto la portavoce del Partito Democratico del Popolo Curdo (HDP) Ebru Günay in un tweet il 30 luglio.

L'ex membro del parlamento Feyzi Isbaran ha ribadito il suo pensiero in un tweet:

Erdogan ha osservato l'area colpita dagli incendi aerei, seduto all'interno del suo aereo di lusso. “Il motivo principale dei problemi con l'aereo è che la THK, che svolge questo compito da molti anni, non è stata in grado di rinnovare la sua flotta e la sua tecnologia”. Erdogan è il direttore onorario del comitato fiduciario nominato dal governo presso la THK”.

La THK è stata riorganizzata nel 2019 introducendo un comitato fiduciario nominato dal governo che ha sostituito la precedente leadership. Secondo quanto riportato da Dokuz8Haber, una piattaforma di notizie online, all'inizio di questo mese, i fiduciari hanno licenziato 11 piloti e 15 tecnici. Ma gli ex dipendenti della THK hanno affermato che l'associazione aveva 6 velivoli operativi pronti per il dispiegamento. Secondo quanto riferito [en], uno degli amministratori si trovava a una cerimonia di matrimonio quando il sindaco di Muğla Osman Gürün ha chiamato l'ufficio della THK chiedendo degli aerei il 29 luglio.

Dopo giorni di incendi boschivi, le foreste in 6 province sono state chiuse dal 30 luglio al 31 agosto. Il divieto include l'entrare o l’avvicinarsi alle foreste e fare picnic.

Nel frattempo, le autorità hanno minimizzato i danni causati dall'incendio a Marmaris, descrivendoli come minori, dando priorità invece alle indagini sulle cause degli incendi secondo il ministro dell'Agricoltura e delle Foreste, Bekir Pakdemirli [en]. “Le autorità giudiziarie e di polizia proseguono le indagini sulle cause degli incendi. Una dichiarazione verrà rilasciata una volta che importanti risultati saranno raggiunti “, ha affermato.

Facendo eco agli sforzi investigativi del governo, il capo della Direzione delle Comunicazioni, Fahrettin Altun, ha affermato [en]: “I responsabili dovranno rendere conto degli attacchi contro la natura e le foreste”.

Molti hanno paragonato l’incapacità del governo di governare a una recente alluvione in Germania, in cui la cancelliera Merkel ha stanziato [en] 472 milioni di dollari di aiuti per le vittime dell'alluvione, in netto contrasto con i convogli e il lancio del tè, come si è visto durante la visita del presidente nelle aree colpite. Finora, i funzionari hanno promesso di posticipare [en] i pagamenti dei prestiti dei feriti nell'incendio per alleviare il loro onere finanziario. Hanno anche annunciato che avrebbero accettato donazioni. Ciò ha scatenato ulteriori critiche online.

Chiedono donazioni dopo un terremoto, un'alluvione, un incendio, durante la pandemia. Certamente faremo ciò che è in nostro potere per aiutare chi è nel bisogno, ma coloro che riscuotono le nostre tasse e ci guidano faranno lo stesso?

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.