chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Cosa minaccia le mangrovie di Tobago?

Il Sargasso; foto di bibliomaniac15 su Flickr, con licenza CC BY 2.0.

Quest'articolo è stato scritto da Sean McCoon e originariamente pubblicato sul Cari-Bois News [en, come i link seguenti]. Una versione modificata è stata qui ripubblicata come parte di un accordo di condivisione di contenuti con Global Voices.

Una leggera ma putrida brezza si insinua attraverso la foresta di mangrovie del sud-ovest di Tobago la “Laguna Petit Trou” prepara la scena di prima mattina per un'investigazione del gruppo di ambientalisti “Environment Tobago” un'organizzazione non governativa (NGO). Qualcosa ha destabilizzato gli ecosistemi dell'area, causando la morte di alberi, e gli ambientalisti vogliono conoscere cosa sia stato.

Da agosto, la NGO ha messo in campo diversi resoconti sullo stato della foresta delle mangrovia; la loro investigazione velocemente ha rilevato che le mangrovie sono affette da una condizione conosciuta come “deperimento,” una malattia che colpisce le piante legnose che è caratterizzata dalla progressiva morte di ramoscelli, rami, germogli, o radici, partendo dalle punte.

Mentre il gruppo ha scoperto diversi fattori che minacciano la salute della foresta della mangrovia, compreso lo scarico di rifiuti solidi sia da fonti interne che da commerciali, in aggiunta al malfunzionamento delle operazioni di contenimento delle fognature residenziali e commerciali, la sovrabbondanza del sargasso in decomposizione, una macro alga bruna, libera e fluttuante, che si riproduce rapidamente così chiamata dal Mar dei Sargassi [it]in cui ha avuto origine, si è rilevata essere la responsabile sia dell'odore che della degradazione. Grandi depositi di sargasso si sono accumulati all'interno di spazi ristretti, decomponendosi, emettendo gas nocivi, e destabilizzando l'ecosistema al punto che i granchi della radice di mangrovia dove qui abbondavano sono ora diventati un raro avvistamento.

Secondo la Docente Mona Webber, direttrice del Centro delle Scienze Marine all'Università delle Indie Occidentali, il Mona Campus, in Giamaica, l'accumulo di sargasso nei fondali delle mangrovie e di alghe è divenuto tossico quando ha cominciato a marcire, producendo l'acido solfidrico e uccidendo questi ecosistemi.

Nel caso della Laguna Petit Trou, la prova dell'esposizione a queste emissioni gassose è stata vista nella decolorazione dei chiodi che insieme tengono la passerella dell'amata zona, che funziona come una rete di accesso ben organizzata per tuttala mangrovia che delimita il complesso delle Piantagioni di Tobago, una distesa di vari gruppi di case vacanza e campi da golf. La vista e l'odore delle mangrovie in decomposizione si trovano ora in netta contrapposizione con le lussuose proprietà circostanti.

Mentre il gruppo di Environment Tobago ritiene che gli ecosistemi e le aree ecologicamente sensibili all'interno e intorno la zona dovrebbero essere curate come il resto della proprietà, le “ostili realtà” della loro visita in luogo non hanno offerto tali rassicurazioni. La posizione della laguna lungo la costa atlantica espone le sue foreste di mangrovia ad un afflusso annuale di depositi di sargasso. Questo sbarramento crea diversi effetti, alcuni dei quali sono dannosi per la sopravvivenza delle mangrovie e la biodiversità che esiste nelle aree marine dell'ecosistema.

Il ruolo delle mangrovie nell'azione climatica

Le mangrovie rappresentano una ricca e altamente variegata risorsa naturale ed ospitano un'ampia molteplicità di biodiversità che si è adattata in modo unico. Queste foreste stabiliscono un collegamento fondamentale tra l'ecosistema marino e terrestre, offrendo stabilità non solo all'habitat della mangrovia stessa, ma anche per altri ecosistemi costieri correlati, come i fondali di alghe marine e le barriere di corallo, come nel caso della Laguna di Bon Accord, situata sempre lungo la costa sud-ovest dell'isola.

Questi ecosistemi svolgono un ruolo significativo nell'alimentare diverse popolazioni ittiche, sia per le specie ittiche costiere che lagunari. I nutrienti forniti alle lagune come detriti  dagli ecosistemi della mangrovia sono portati nelle acque costiere da correnti di marea.

Adottando la filosofia “prevenire è meglio che curare”, l’ Environment Tobago ritiene che il quadro politico di Tobago per affrontare tali problemi ha un estremo bisogno di revisione. Altrettanto importante, stanno esortando ad una migliore applicazione delle già esistenti leggi ambientali a livello nazionale, evidenziando che, “è giunto il tempo per pene severe per quelli trovati a violare tali leggi.” Il gruppo ha anche detto che è il momento di  affrontare il dilagante scarico di rifiuti solidi da fonti interne e commerciali nelle foreste della mangrovia che, insieme al malfunzionamento delle operazioni di contenimento delle fognature residenziali e commerciali, è “il primario fattore contributivo da considerare in qualsiasi missione per salvare le foreste di mangrovia di Tobago”:

Climate action through resilience building, conservation, and a keen sense of urgency to educate the public and all stakeholders not just within Tobago, but nationally and regionally, should be prioritised.

Tobago, being the smaller [island] of the twin island republic [of Trinidad and Tobago], is well positioned to be an example of what can become a climate resilient, protective and proactive society. However, Tobago also stands to lose from the fast-paced degradation and destruction of sensitive ecosystems. It is up to the authorities, civil society and the average citizen to understand their worth and to guard jealously what remains of nature’s gifts to us […]

A serious revisiting of our priorities is needed to properly understand how important sensitive ecosystems are for the longevity of not just biodiversity, but humanity as we know it on earth.

L'azione climatica attraverso la costruzione della resilienza, della conservazione, ed un grande senso di urgenza nell'educazione del pubblico e tutte le parti interessate non solo all'interno di Tobago, ma nazionalmente e regionalmente, dovrebbero essere prioritarie.

Tobago, essendo la più piccola [isola] della repubblica gemella [di Trinidad e Tobago], è ben posizionata per essere l’ esempio di cosa può divenire una società resiliente, protettiva e reattiva al clima. Tuttavia, anche Tobago sta per perdere dalla veloce degradazione e distruzione degli ecosistemi sensibili. Dipende dalle autorità, dalla società civile e al cittadino medio comprendere il loro valore e proteggere gelosamente ciò che resta dei doni della natura. […]

Una seria rivisitazione delle nostre priorità è necessaria per comprendere correttamente quanto sono importanti gli ecosistemi sensibili per la longevità non solo della biodiversità, ma dell'umanità così come la conosciamo sulla terra.

In passato, Tobago, è stato molto progressista riguardo ai temi ambientali, ha messo in atto misure per proteggere il suo Main Ridge, la più antica riserva tropicale della foresta pluviale dell'emisfero occidentale. La zona è stata recentemente nominata  come “Riserva dell'Uomo e della Biosfera” dell'UNESCO . Finora, tuttavia, non siamo stati in grado di ottenere un riscontro sul resoconto della foresta della mangrovia dal Tobago House of Assembly, l'organo amministrativo dell'isola, o da qualsiasi altra autorità con sede a  Tobago.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.