chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Il caso di stupro di un'attrice da parte di un politico riaccende il movimento #MeToo in Serbia

L'attrice e regista Danijela Štajnfeld in un fermoimmagine di “Hold me right,” il suo documentario sui sopravvissuti allo stupro. Immagine pubblicata da una fan su Twitter.

La storia è stata pubblicata in origine [en, come i link seguenti] da Meta.mk. Una versione modificata è stata qui ripubblicata in base a un accordo di condivisione dei contenuti tra Global Voices e Metamorphosis Foundation.

Il 22 marzo l'attrice serba Danijela Štajnfeld, 37 anni, ha testimoniato presso l'ufficio del Pubblico ministero a Belgrado, sostenendo che l'attore, politico all'opposizione ed ex ministro della cultura Branislav Lečić, 65 anni, l'avesse stuprata nove anni fa.

Lo scandalo arriva sulla scia di una vicenda simile che ha provocato in Serbia un nuovo movimento #MeToo a gennaio, in cui un'altra attrice aveva accusato il direttore Mika Aleksić di averla stuprata da adolescente, quando era studentessa presso la sua scuola di recitazione.

Branislav Lečić

Branislav Lečić in una manifestazione “uno su cinque milioni” [it] a Belgrado nel 2019. Foto dell'utente Wikipedia Dzindzer, CC BY-SA 4.0.

Stando alla sua testimonianza, Štajnfeld ha lasciato la Serbia ed è emigrata negli Stati Uniti quaranta giorni dopo l'aggressione sessuale da parte di Lečić nel 2012. Durante quel periodo, ha testimoniato Štajnfeld, ha sofferto di disturbi psichici e pensieri suicidi, e i medici le hanno diagnosticato una sindrome post-traumatica.

Nel 2016 l'attrice ha prodotto un film documentario dal titolo “Hold me right”, in cui ha rivelato di essere stata stuprata da un uomo potente dell'industria cinematografica, ma senza rivelare l'identità del presunto colpevole.

Hold Me Right è un documentario che segue sia i sopravvissutti sia i colpevoli nello straziante viaggio che porta a parlarne, guarire e andare oltre. Guarda ora il nuovo trailer.

In una conversazione con un altro utente su Twitter a gennaio, Štajnfeld ha rivelato di aver presentato una registrazione video all'ufficio del Pubblico ministero, in cui l'uomo che l'aveva stuprata ammette il suo gesto.

Ora sarebbe opportuno che Danijela Štajnfeld prendesse coraggio e rivelasse il nome del farabutto che ha abusato di lei… Non solo per se stessa, ma anche per tutte le potenziali vittime di quel mostro…
Sii coraggiosa @HoldMeRightFilm

È quello che sto dicendo anch'io. Tre mesi fa ho consegnato all'ufficio del procuratore e alla polizia una registrazione audio con la confessione del mio stupratore. Ho presentato una dichiarazione e da allora non li ho più sentiti. Ora sta alla polizia e all'ufficio del procuratore. Per favore, rivolgete a loro le vostre domande, per il mio bene e per quello di tutti noi!

Il 23 marzo dei siti di informazione serbi hanno pubblicato alcuni estratti di una conversazione telefonica tra Štajnfeld e Lečić riguardante lo stupro. La conversazione è avvenuta diversi anni in seguito all'incidente ed è stata registrata in segreto da Štajnfeld. La registrazione audio della conversazione [sr] è stata pubblicata [sr] dal programma tv di inchiesta Insajder il 23 marzo.

Nel frammento audio [sr] pubblicato da diversi organi di stampa, quando la giovane donna chiede all'uomo che l'avrebbe stuprata se ricorda che lei aveva pianto e che non voleva stare con lui, che si sentiva minacciata, che diceva di no, lui ha risposto:

I can understand, but that is a big mistake! The way I express gentleness is not an expression of disrespect, that is your achievement! That is meant to serve as honor and not to give a sense of threat. I say this sincerely. Why should I put my sexual organ into someone I don't respect? In order to humiliate this person, to underestimate it? On the contrary, I do it with a person that deserves my affection! Do you have any idea who am I?!!

Posso capire, ma ti sbagli di grosso! Il modo in cui esprimo gentilezza non è segno di mancanza di rispetto, quella è la tua idea! Era intesa come una forma di onore, non di minaccia. Lo dico sinceramente. Perché dovrei mettere i miei organi genitali dentro qualcuno che non rispetto? Per umiliare quella persona, per sottovalutarla? Al contrario, lo faccio con una persona che merita il mio affetto! Hai idea di chi io sia?

Nel programma “Pressing” su N1 TV, Štajnfeld ha detto che non ha denunciato lo stupro perché alcuni cari amici con cui si era confidata hanno insinuato che lei poteva non essere una parte innocente. Durante l'intervista televisiva, l'attrice ha spiegato [sr] che non ha rivelato intenzionalmente il nome della persona che l'aveva stuprata nel suo documentario del 2016, preoccupata che ciò avrebbe spostato tutta l'attenzione dal film al colpevole.

Razlog zbog kog nisam dala ime u filmu je taj što ako bih iznela ime ko mi je to učinio, ceo fokus filma bi se sveo na to. Ali priča filma ‘Hold me right’ ima misiju da skrene pažnju na iskustvo i poziciju žrtve.

La ragione per cui non l'ho nominato [lo stupratore] nel film è semplice. Se dico il nome della persona che mi ha fatto questo, tutta l'attenzione si sposterebbe dal film al mio stupratore. Lo scopo del film “Hold me right” era porre attenzione sull'esperienza e sulla posizione della vittima.

L'attrice ha sottolineato che il più delle volte gli autori dello stupro sono il più delle volte persone vicine alla vittima, che questa conosce, rispetta e di cui si fida, cosa che, ha fatto notare, è un fatto di rado preso in considerazione.

Riguardo le accuse rivolte a lui da Štajnfeld, Lečić ha detto di essere pronto a fare una dichiarazione all'ufficio del procuratore per rispondere alle accuse.

“Rispetto in modo assoluto le leggi e le istituzioni legali di questo paese e sono pronto a rispondere alle accuse davanti al Procuratore. È una menzogna viziosa che mira a discretitarmi,” ha affermato Lečić in una conferenza stampa.

Un'altra dichiarazione contro Lečić

Dopo che le accuse di Danijela Štajnfeld contro Branislav Lečić sono diventate pubbliche, la giornalista Hristina Stoiljković si è fatta avanti con una dichiarazione simile.

Stoiljković dichiara di aver incontrato Lečić  nel 2019  durante le riprese del programma TV “Un minuto a mezzogiorno” [sr], dopo il quale l'attore ha iniziato a stalkerarla.

Stoiljković ha condiviso su Twitter degli screenshot dei messaggi ricevuti da Lečić, e ha chiarito:

In primo luogo, Lečić si pone come se ti stesse facendo onore se gli piaci…

…Poi mi ha inviato un mucchio di messaggi seguiti da telefonate quasi ogni giorno. Non era minimamente preoccupato del fatto che per settimane non ho mai risposto a tutte le sue chiamate e ai suoi messaggi, e usa frasi di approccio da scuola elementare come “Ho bisogno di te professionalmente.” Bitch, please!

Un attore di carisma che ha spesso ricoperto ruoli di personaggi incentrati sulla giustizia sociale e che ha recitato da protagonista in molti film di successo, serie tv [sr] e sul palco, Branislav Lečić è stato una delle figure pubbliche più amate nell'ultimo decennio dell'ex Yugoslavia. Molte celebrità, comprese alcune colleghe donne, hanno reagito inizialmente allo scandalo prendendo le sue difese. Ad esempio, l'attrice Eva Ras, 80 anni, ha espresso [sr] sgomento e ha accusato la donna di fare il gioco sporco contro Lečić, affermando che tutta la situazione è “un linciaggio pubblico”. Di contro, l'attrice Mirjana Karanović [it], 65 anni, ha scritto [sr] una lettera al loro teatro, chiedendo di non essere più inserita nel cast di una produzione insieme a lui.

I tabloid progovernativi serbi stanno anche facendo i salti di gioia, compiacendosi del fatto che un presunto stupratore sia anche un oppositore politico. Hello! Magazin ha pubblicato un articolo molto citato [sr] in cui afferma che ai tempi del presunto stupro Lečić celebrava il secondo anniversario del sua matrimonio “da favola” con la presentatrice tv Nina Radulović, che è 31 anni più giovane di lui. Il matrimonio, il secondo per Lečić, era finito con il divorzio nel 2017.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.