chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Il primo gruppo di donne arruolate nell'esercito saudita incoraggia ampio dibattito sui ruoli di genere

Uno screenshot dal video pubblicato dal Ministro della Difesa che invita gli uomini e le donne ad arruolarsi nell'esercito.

All'inizio del mese, l'Arabia Saudita ha celebrato il giuramento della sua prima coorte di reclutate militari femminili, aprendo le porte ad un dibattito sull'ultima mossa dello stato per ridurre il divario di genere già gigantesco.

Il 2 settembre, le diplomate del Centro di Addestramento delle Squadre Femminili delle Forze Armate Saudite, in ampie e lunghe uniformi militari, con le teste e a volte i visi coperti da veli in tinta con il loro abbigliamento, hanno sfilato in una marcia militare davanti i gradi più elevati, sorreggendo armi e gridando slogan militari.  

Avevano chiesto di unirsi all'esercito in risposta all’ invito nel Febbraio [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] del Ministro della Difesa dell'Arabia Saudita —la prima volta nella sua storia — e sono state autorizzate ad iscriversi ad un portale di ammissione insieme agli uomini [ar]: 

Il Ministro della Difesa, rappresentato dall'Amministrazione Generale per l'Ammissione e Reclutamento delle Forze Armate, annuncia l'apertura di un portale di ammissione e reclutamento (uomini e donne) per unirsi al servizio militare dal grado di (sergente) fino al grado di (soldato) 

Da molti questo è stato visto come un'altra pietra miliare nel percorso dell'emancipazione femminile nell'Arabia Saudita . 

Riyadh ha revocato diverse restrizioni legali e di fatto sociali che hanno a lungo paralizzato le donne: ora le donne saudite possono guidare, fare sport negli stadi pubblici, viaggiare senza il consenso di un tutore maschile, e, più recentemente, vivere da sole senza l'autorizzazione di un sorvegliante maschile. Questo brusco dietro front delle condizioni sociali e legali delle donne saudite è stato citato come parte di “Vision 2030″, il piano di sviluppo radicale dello stato capeggiato dal sovrano di fatto del regno, il Principe Ereditario Mohamed bin Salman.

Come per ciascuna di queste decisioni, la società saudita è estremamente divisa tra sostenitori e oppositori.

 Un video pubblicato sui social media ha mostrato diverse reclute donne elogiando l'esperienza che hanno acquisito [ar]:

Le Reclute delle Forze Armate esprimono i loro sentimenti dopo essersi unite alla forze militari.

Nel video, una recluta ha detto:

Saudi women are strong. Saudi women are capable of confrontation. One Saudi woman joining the military service means the joining of future generations; generations of patriotism, love, belonging and loyalty.

Le donne saudite sono forti. Le donne saudite sono capaci di confronto. Una donna saudita che si unisce al servizio militare significa l'unione alle generazioni future; generazioni di patriottismo, amore, appartenenza e devozione.

Un'altra ha elogiato le “meritevoli reclute”, grazie a cui, dopo Dio, “le donne saudite sono state in grado di compiere un passo decisivo che ha segnato la cultura della società, e una nuova era”. . Una terza recluta ha detto: 

Such a great feeling, a feeling like no other, it is a mixture of happiness, pride, glory, fear of responsibility as well. From the moment I put on this military uniform, I no longer represent myself only, but represent a whole country, and responsible for all my actions and behavior, and I am sure I will be up to it.

Un sentimento così grande, un sentimento come nessun altro, è un miscuglio di felicità, orgoglio, gloria, e anche paura per la responsabilità. Dal momento che ho indossato l'uniforme militare, io non rappresento più solo me stessa, ma un'intero paese, e sono responsabile di tutte le mie azioni e comportamenti, e sono sicura che ne sarò all'altezza.

Ibrahim Al-Munif, un utente twitter con all'incirca 68,000 seguaci, ha descritto quelli che si oppongono alla partecipazione delle donne nell'esercito sia “ignoranti che arretrati”, notando che la storia islamica, e la storia saudita, racconta storie di donne che hanno combattutto al fianco di uomini: 

Ha aggiunto [ar]:

Alcuni sostengono che l'esercito non è adatto alla natura delle donne! Questo può essere facilmente sfidato: l'esercito è adatta a tutti gli uomini?  Certo che no! Così (l'esercito potrebbe essere adatto ad alcune donne).

In ogni caso, l'ordine non è obbligatorio per le donne come non lo è per gli uomini, e chiunque si considera in grado di unirsi, queste sono le condizioni per la registrazione..

Molti hanno colto questa occasione per accogliere il Principe Mohamed come difensore dei diritti delle donne [ar]:

Ci sono leader che hanno letto la storia.. e ci sono altri che la scrivono!

La patria sarà per sempre ricordata dai suoi uomini e dalle sue donne.. la sua gioventù e i suoi anziani .. un leader fermo e un innovatore coraggioso.. un femminista .. un'ispirazione per la gioventù.. che accorcia le distanze.. che supera gli ostacoli.

Da quando è salito al centro dello stretto anello di potere del regno seguendo l'ascesa al trono di suo padre nel Gennaio del 2015, Prince Mohamed è stato il motore chiave dietro le decisioni che hanno emancipato le donne saudite nella rivendicare i loro diritti civili e sociali. Tuttavia, questo ruolo positivo e ampiamente apprezzato, è stato rapidamente oscurato da gravi violazioni dei diritti umani e da crimini, che sono connesse al Principe Ereditario, compresa l'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, detenzioni arbitrarie, e torture di decine di uomini di affari e di reali per accuse di frode e appropriazione indebita, e la detenzione di noti attivisti per i diritti delle donne, che hanno a lungo guidato gli appelli per l'emancipazione delle donne saudite.

Corporatura fisica

D'altra parte, molti hanno trovato il combattimento inadatto per la corporatura fisica femminile.

In risposta al  sopracitato tweet di Al-Munif, Thawab Al-Shatri, un altro utente saudita di Twitter, ha scritto [ar]:

La donna potrebbe essere adatta ad alcuni lavori, come quelli amministrativi, del campo medico, nutrizionale e contabile. Tutti questi campi gli si adattano e sono ora disponibili in molti ministeri e agenzie militari, come il commercio, la Polizia di Frontiera e i Dipartimenti della Lotta alla Droghe.

Ma servire fisicamente sul sul campo, penso sia difficile per lei in termini di struttura fisica.

Altri hanno confutato l'idea dei soldati femminili completamente. Un utente saudita di twitter ha affermato [ar]: 

L'esercito non è adatto per loro.. E’ la verità che le donne sono creatrice di veri uomini ma Dio ha creato le donne con specifiche capacità, e lo stesso per gli uomini. Le donne sono state nel settore militare per anni, e stanno aumentando. Ma l'esercito non è affatto adatto a loro. E’ come se la popolazione dell'Arabia Saudita è solo un milione e hanno bisogno di aumentare il numero delle forze armate! 

Queste decisioni, credo, sembrino irragionevoli.

Un'altra persona, che ha pubblicato la dichiarazione “le donne sono le fondamenta della società,” ha detto che la priorità al reclutamento nell'esercito dovrebbe essere data agli uomini disoccupati e ha chiesto invece alle autorità per le donne disoccupate di aprire campi medici ed educativi.

Altri hanno rifiutato l'idea esclusivamente per motivi religiosi, citando i chierici islamici che seguono un'austera interpretazione della religione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.