chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Maya Tz'utujil

Lingua: tz'utujil

Página de Facebook "Maya Tz'utujil"

Pagina di Facebook “Maya Tz'utujil”

L'iniziativa “Maya Tz'utujil” è uno spazio su Facebook, Twitter e WordPress dedicato all'insegnamento, all'apprendimento e alla diffusione della lingua Tz'utujil, avente come principale punto di riferimento geografico l'area nazionale del Guatemala, che conta sull'aiuto di soci e collaboratori, unitisi del tutto all'iniziativa digitale. Il progetto è stato creato – e continua ad essere portato avanti – dal professore di scuola elementare, Israel Quic.

URL del progetto:

Il progetto cerca di far conoscere la lingua “Maya Tz'utujil” ai parlanti nativi della lingua e di contribuire anche all'apprendimento di coloro che non sono parlanti Maya. I contenuti sono pubblicati in spagnolo e in Maya Tz'utujil. La maggior parte di questi post consiste in frasi e non parole. Inoltre, si intende condividere la filosofia del pensiero Maya all'interno del pensiero occidentale o della lingua spagnola, dato che oggi hanno raggiunto il quasi totale dominio della vita quotidiana del paese.

Gli spazi nelle reti sociali, come il gruppo chiuso su Facebook, sono posti in cui i parlanti Maya leggono, parlano e scrivono nella propria lingua. I contenuti sono di tipo culturale, comico e sociale, anche se i post che presentano aspetti “divertenti”, in particolare, sono contenuti che usano l'umorismo perché sono stati accettati sia dal pubblico che, allo stesso tempo, dall'équipe del progetto. La pagina di Facebook ha cominciato ad operare nel 2011, il gruppo di parlanti Maya si è unito a partire dal 2012 e il blog è stato creato nel 2015.

Impatto e ricezione

Il progetto è riuscito ad essere influente e visibile alle persone che sono state scelte originariamente come pubblico grazie al fatto di aver catturato l'attenzione e l'appoggio dei giovani della regione. Questo è accaduto anche se con i leader e i rappresentanti indigeni del posto non si sono ancora ottenuti molti risultati positivi, motivo per cui è necessario sensibilizzare i successi dell'iniziativi a quante più persone presenti negli spazi condivisi.

Gli utenti dei social, che sono parlanti nativi della lingua Maya, hanno fatto un ringraziamento per l'esistenza del progetto in rete. Progetto che si è trasformato in un vero e proprio punto di riferimento comune volto a trovare una soluzione ai dubbi rispetto al corretto uso della propria lingua. La fiducia che si è creata tra gli amministratori del progetto è stata notevole, dato che gli utenti considerano i loro membri come soggetti che possiedono un livello di conoscenze superiori riguardo la lingua.

Il gruppo su Facebook di parlanti Maya è considerato lo spazio in cui esistono più interazioni tra utenti e amministratori, mentre sulla pagina Facebook l'interazione è al minimo. I contenuti che hanno raggiunto maggior successo sono le frasi o i testi che tendono ad essere più divertenti. I lavori del progetto sono stati solo scritti e le tematiche trattate sono connesse a contenuti che gli amministratori considerano utili.

Questo è un esempio di alcuni dei risultati ottenuti durante lo sviluppo dell’iniziativa digitale: su Facebook ci sono 532 utenti parlanti del Maya e sulla pagina ammontano a 1300 gli utenti attivi, di cui il 50% guatemaltechi e l’altro 50% provenienti dagli Stati Uniti e dall’Europa. In tal modo, la varietà di persone che si sono proposte al progetto come seguaci, utenti o pubblico in generale, è uno dei successi più rilevanti dell’iniziativa.

Strumenti utilizzati: Reti sociali (Pagine e gruppi di Facebook).

Software utilizzato: Pacchetto Office (Microsoft Office).

Sfide e limiti

La disponibilità dell’infrastruttura tecnologica e la connessione, rappresentano le sfide più grandi che l’équipe di lavoro ha dovuto affrontare per portare avanti i compiti che realizzano collettivamente. Gli strumenti di cui dispongono, consistono in una macchina fotografica, dei tablet e una connessione a internet nella biblioteca della comunità. Gli strumenti sono condivisi da tutti, chiunque si trovi coinvolto nel progetto ne può fare uso. Questi elementi sono stati procurati grazie ad un fondo del quale sono risultati meritevoli in una graduatoria precedente di piccoli fondi per l'aiuto alle iniziative degli strumenti per i cittadini promossa da Rising Voices.

D’altro canto, se anche diversi membri del gruppo sono riusciti a procurarsi esperienza nel maneggio di strumenti e piattaforme digitali per la comunicazione, altre persone non hanno saputo sfruttare gli strumenti e sono solite non farne un adeguato uso, il che forse è dovuto alla scarsità di connettività. In questo senso, gli strumenti di cui dispongono attualmente, non sembrano essere sufficienti per raggiungere gli obiettivi del progetto e, oltre a ciò, esistono anche i grandi limiti legati all’accesso a internet, dato che in Guatemala la connessione è molto costosa. Questo problema riduce la partecipazione degli utenti unicamente ai momenti in cui è possibile far affidamento all’accesso alla rete.

Inoltre, si considera prioritario che il gruppo di lavoro crei dei meccanismi per l’aggiornamento e l’applicazione di software che si considerano necessari per arricchire la pubblicazione dei post. Il tipo di programmi che si richiedono maggiormente riguarda le modifiche per le foto e la creazione di video.

Traguardi a lungo termine

Israel Quic presentando el proyecto en la Biblioteca de la comunidad. Foto de Quic.

Israel Quic presentando il progetto nella Biblioteca della comunità. Foto di Quic.

In quanto ai traguardi, il gruppo lavora su obiettivi a breve o a medio termine, tra cui si distingue il fatto di raggiungere la diffusione e l’articolazione della lingua tra la comunità dei parlanti maya attraverso l’uso di spazi virtuali come Facebook e il blog, i quali si sono consolidati come siti in cui si può trovare e avere libero accesso alla lingua.

Infine, si spera che l’iniziativa stabilisca un legame con le nuove generazioni dei membri della comunità, dato che – anche se si è già ottenuta una risposta positiva tra i giovani – si ritiene necessario integrare anche la partecipazione dei bambini e delle bambine. Si è osservato che tra la popolazione infantile (fino ai 10 anni), esiste un calo allarmante di parlanti di lingua materna Maya, dovuto al fatto che i bambini e le bambine stanno crescendo e apprendendo solo la lingua spagnola, generando così un cambiamento imminente della lingua locale.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.