chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Deputato del Kazakistan afferma che ‘Squid Game’ riflette la vita di tutti i giorni nella nazione

L'omonima carta data ai partecipanti dello Squid Game. Uno screenshot tratto dal video promozionale di Netflix su YouTube.

Il noto servizio streaming di Netflix ha fatto sapere che la sua nuova serie, Squid Game [it], ideata dal regista coreano Hwang Dong-hyuk,è diventata il prodotto più visto [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] della piattaforma. La serie, che si basa sulla storia di cittadini sudcoreani sul lastrico e pieni di debiti che prendono parte ad un gioco di sopravvivenza, ha dato il via a delle discussioni riguardo a quanto siano iniqui i sistemi economici capaci di scatenare una battaglia micidiale per la sopravvivenza.

Aikyn Konurov, leader del Partito Popolare del Kazakistan e membro del parlamento, ha affermato che la tragica competizione dello Squid Game si sviluppa anche nella vita reale, ogni volta che i kazaki cercano di barcamenarsi con i debiti che aumentano e la povertà dilagante.

“Questi problemi esistono in ogni parte del mondo. I kazaki stanno partecipando da troppo tempo a questo gioco” ha detto Konurov in conferenza stampa [kk].

Il Partito Popolare del Kazakistan è stato fondato nel 2004 grazie a una fusione tra una fazione del Partito Comunista e il Partito Popolare. Fino al 2020 il partito si chiamava Partito Popolare Comunista, ma da novembre i membri hanno deciso di cancellare l'appellativo di “Comunista”.

Durante le elezioni tenutesi nel gennaio 2021, il Partito Popolare ha raggiunto il record di 10 seggi parlamentari su 107, mentre il longevo partito Nur-Otan (“Patria Radiosa”) ha fatto sorprendentemente la parte del leone.

Konurov ha proseguito affermando che l'esasperazione e gli attacchi di violenza ingiustificata – come, ad esempio, la sparatoria [it] contro gli ufficiali giudiziari durante il sequestro di un immobile lo scorso settembre – sono dovuti allo strozzinaggio. “Il nostro sistema finanziario è malato, alimenta il malcontento e crea tensioni sociali”, ha aggiunto il leader.

Secondo la Banca Centrale nazionale, il debito pro-capite è salito di 17 punti percentuali [kk] durante i primi sette mesi del 2021. La Financial Association of Kazakhstan, un gruppo di lobby del settore, ha dichiarato in un report [kk] che il portafoglio prestiti delle banche d'affari è cresciuto significamente negli ultimi tre anni.

In una dichiarazione congiunta con la Confederazione del Lavoro, una organizzazione sindacale, il Partito Popolare ha invitato il governo kazako a ratificare la Convenzione 131 dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro che regola l'importo minimo del salario.

In un'ulteriore intervista rilasciata al sito d'informazione Orda.kz [kk] Konurov ha dichiarato che il suo partito avrebbe richiesto al governo di aumentare il salario minimo da 42.500 tenge (circa 100 dollari) al mese a 90.000 tenge (circa 210 dollari). All'inizio di quest'anno, il Presidente Kassym-Jomart Tokayev ha promesso [kk] un aumento del 40 percento sugli stipendi a partire da gennaio 2022, raggiungendo un salario minimo di 60.000 tenge.

La campagna per aumentare il salario minimo, chiamata “Per uno stipendio degno!” è stata pubblicata sul sito mondiale per le petizioni Avaaz.org. Finora, sono state raccolte all'incirca 300 firme, un numero ben lontano dalle 10.000 firme promesse dal partito durante la conferenza stampa.

A settembre, il Partito Popolare ha presentato al parlamento un disegno di legge che stabilirebbe il principio di bancarotta individuale, il che cambiarebbe la normativa in materia di coinvolgimento nella riscossione dei debiti. Il progetto di legge è ancora sotto revisione, ma coloro che l'hanno proposto sostengono che, grazie ad una tutela simile, i cittadini non potranno perdere le loro case. Dopo la sparatoria mortale [it] avvenuta nella città di Almati, la più grande del Paese, i deputati hanno sottolineato come le pratiche per la riscossione dei debiti siano “mostruose” [kk] siano la causa di quegli spari.

All'occasione di una parodia della politica di Tokayev del 2019 sul “listening state“, espressione con cui si indica la politica di apertura e di trasparenza inaugurata dal nuovo presidente, il Partito Popolare ha spedito a giugno apparecchi acustici e occhiali da vista [kk] a tutti i membri del governo. L'azione, che aveva l'intento di suscitare polemiche, è stata, in effetti, una provocazione per spingere il governo a mantenere la promessa e ad ascoltare e guardare da vicino i problemi dei cittadini, secondo quanto riportato dagli esponenti del partito.

Sicuramente l'angosciosa carneficina rappresentata in “Squid Game” non riflette esattamente le dinamiche della vita di ogni giorno in Kazakistan, ma il fatto che venga ammesso, anche se raramente, che l'ineguaglianza e la povertà si siano diffuse incredibilmente nel Paese rappresenta, forse, un'appropriata critica sociale da parte di un'opposizione politica storicamente esitante.

Nel vicino Uzbekistan, sta emergendo un'altra critica sociale diffusasi in un canale Telegram, Troll.uz, dove è stata condivisa un'immagine ritoccata di uno dei giochi presenti nella famosa serie, evidenziando come sarebbe difficile arrivare alla soluzione dei giochi in Uzbekistan.

Nella serie, alcuni concorrenti capiscono che la soluzione per un puzzle complicato consiste nel leccare il retro di un biscotto. Questo momento del programma è diventato la metafora della situazione kafkiana presente nella nazione, dove “per vincere, bisogna fare il lecchino”.

L'accoglienza centroasiatica della distopica serie di Netflix suggerisce che le condizioni socio-economiche sono peggiorate negli ultimi anni e la popolazione si è incredibilmente indebitata.

Storie recenti Asia centrale & Caucaso

Le migliori storie dal mondo

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.