chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Disputa finanziaria in Kazakistan finisce in tragedia: cinque morti e un arresto

La polizia ha limitato la zona della sparatoria ad Almaty. Foto da Radio Azattyk YouTube.

Nel pomeriggio di lunedì 20 settembre, un uomo ha aperto il fuoco contro la polizia e un ufficiale giudiziario, uccidendo cinque persone, in un episodio di rara violenza ad Almaty, la città più popolosa in Kazakistan.

A differenza del caso di violenza cieca da parte di uno studente di diciotto anni che ha sparato e ucciso diverse persone nell'università di Perm [en] nella Russia centrale, le cause dell'atto estremo dell'uomo in Kazakistan sono da ricercare nel sistema socio-economico sviluppatosi esponenzialmente in modo iniquo.

Spari per fuggire allo sfratto

Igor Duzhnov, 54 anni, ha vissuto nel distretto di Akbulak ad est di Almaty.

Nel 2011, Duzhnov e sua moglie chiesero un prestito alla banca CenterCredit, un'entità finanziaria locale di medio calibro, col presupposto di accrescere i loro affari. Nel dicembre del 2014, la corte giudiziaria predispose che il fallimento per ripagare il prestito, nel tempo stabilito, avrebbe potuto imporre una penale sulla famiglia Duzhnov.

Essi ipotecarono la loro casa e un'altra attività commerciale di loro proprietà a garanzia del prestito chiesto. Nel 2018 la banca mise all'asta le proprietà, ricomprò il lotto residenziale e lo consegnò ad un acquirente locale. La banca dichiarò che l'asta online nel 2014 era conforme alla legge [ru, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] ma l'assenza di offerte per il prezzo di partenza indusse il sistema ad abbassarne il valore cosicché le garanzia ipotecata per il prestito fu venduta ad un prezzo scontato.

Duzhnov e la sua famiglia continuarono a vivere nella casa che consideravano ancora loro, rifiutando di accettare la notizia del fallimento. In conseguenza di ciò la corte giudiziaria dispose un avviso di sfratto per liberare la proprietà.

Quando l'ufficiale giudiziario, accompagnato da due poliziotti, il legittimo proprietario e uno dei suoi amici, si presentarono sulla porta di casa di Duzhnov, quest'ultimo tirò fuori un fucile da caccia e incominciò a sparare. I cinque furono uccisi e Duzhnov arrestato dalla polizia.

Ora Duzhnov potrebbe scontare dai 20 anni fino all'ergastolo in prigione. Sua moglie, Anaid Demirchyan, ha dichiarato che Duzhnov era in uno stato di depressione -“Ha detto di recente che sarebbe diventato matto per la disperazione. Non sapeva cosa avrebbe fatto dopo. Tutte queste controversie pesavano su di lui”.

Diverse responsabilità

Le persone in Kazakistan hanno reagito all'episodio di violenza condannando in primo luogo le uccisioni, ma anche giustificando la riluttanza da parte di Duzhnov ad arrendersi prima che questo poteva essere percepito come un trattamento ingiusto.

All'indomani della sparatoria, nella sezione commenti del video su YouTube, gli utenti hanno espresso il loro disappunto riguardo al comportamento della banca e delle autorità:

Вот так надо защищаться от фашистов-полицаев. (Rada Duma)

È così che ci si difende dalla polizia fascista. (Rada Duma)

Народ доводят вот и реакция. Судебная система виновата. Людей судьи за людей не считают. Вот и результат. Сейчас начнут все дела по этому дому исправлять чтобы не было косяков. Твари. Мужика жалко. (Edward the Brave)

[Le autorità] Hanno indotto le persone a certe reazioni. È da prendersela con il sistema giudiziario. I giudici non considerano le persone come esseri umani. Questo è il risultato. Adesso cominceranno a risolvere tutte le questioni relative alla residenza, così non ci saranno più grane. Bestie. Mi dispiace per l'uomo. (Edward the Brave)

Коррупция опутала госорганы, судей, правоохранительные органы .. куда вы загнали народ. (Nauryzkhan B.)

La corruzione si è diffusa attraverso enti governativi, giudici, dipartimenti di polizia… state inducendo le persone [a sparare]. (Nauryzkhan B.)

Лучше бы эти судоисполнители конфискофали все наворованное коррупцией и переправленые за границу деньги и счета’ чем отбирали последнее жилье и доводили до отчаяния семью. (Aisulu D.)

Sarebbe meglio se a questi ufficiali giudiziari venisse confiscato tutto ciò che è stato rubato attraverso la corruzione e soldi [riciclati], piuttosto che sequestrare l'ultimo alloggio e trascinare una famiglia alla rovina. (Aisulu D.)

Un membro del parlamento nazionale, Andrei Linnik, ha riportato alla luce la proposta di introdurre una regolamentazione per bancarotta individuale (KK) e rassicurare le condizioni secondo le quali le banche possono confiscare i beni dati in garanzia [en]:

The population's massive debt burden is caused, among other things, by the high interest rate [set by] the National Bank. [Among other causes are] the unfairness of court decisions on such disputes and the possible collusion between bailiffs and bank employees. It is necessary to guarantee the basic, vital rights of bankrupt citizens.

Il pesante debito della popolazione è causato, tra l'altro, dagli alti tassi d'interessi fissati dalla Banca Nazionale. Tra le cause ci sono l'iniquità decisionale della corte giudiziaria su tali dispute e un possibile scontro tra ufficiali giudiziari e impiegati di banca. È necessario garantire i diritti basilari per le bancarotte che riguardano i cittadini.

Tale misura è volta a limitare l'attività della banca nella vendita delle garanzie al mercato prima che le parti raggiungano un accordo.

Le banche in Kazakistan sono state duramente colpite dalla crisi finanziaria del 2007. Alcune fallirono, mentre altre vennero acquisite [en] dalle più grandi società finanziarie del paese. L'onda d'urto provocata dalla crisi finanziaria è ancora percepita nel paese, dato che molte famiglie si trascinarono in rovina per ripagare i loro debiti, in particolare quelli in valuta americana, andando ad indebolire la salute finanziaria delle banche.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.