chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La storia di un biscotto di patate: una marca bangladese ha incantato l’India

Potato Grading in Bangladesh. Image from Flickr by Bengal*foam. CC BY-ND 2.0.

Selezione delle patate a Bangladesh. Immagine presa da Flickr di Bengal*foam. CC BY-ND 2.0.

Nei mercati del subcontinente indiano, ben conosciuti per gli snack dolci e piccanti [en, come i link seguenti], c'è una grande varietà di negozi che vendono prelibatezze di vario tipo, dai biscotti ai prodotti preconfezionati. Un'esorbitante quantità di aziende, piccole e grandi, competono per soddisfare questa domanda. Tuttavia, negli ultimi anni, un'azienda alimentare bangladese, la PRAN, è diventata estremamente popolare in India per i suoi prodotti dolci, salati e piccanti collocandosi, in particolare, in cima al mercato dell’est del Paese. Con il tempo, però, iniziò a espandersi anche ad altre regioni, sfidando la percezione che i prodotti del Bangladesh o di altri piccoli Paesi non possano competere con i grandi marchi indiani.

In quanto vicini, il Bangladesh e l'India dipendono regolarmente l’uno dall’altro per scambi commerciali bilaterali. Il Bangladesh è la quarta più grande destinazione d'esportazione dell’India riguardo prodotti agricoli come il riso e le cipolle, prodotti petroliferi e altro ancora, generando circa otto miliardi di dollari all'anno, secondo i dati del 2020. D’altra parte, il Bangladesh ha esportato all’India una quantità di prodotti tali da generare un miliardo di dollari nel 2019. Prodotti di abbigliamento, fibre tessili vegetali e filati di carta sono tra i più comuni nell’esportazione all’India.

L’iniziativa imprenditoriale di PRAN in India

Il Gruppo PRAN-RFL, acronimo per Programma di Avanzamento Rurale a Livello Nazionale, è un grande conglomerato agroalimentare e di produzione di prodotti in plastica con sede in Bangladesh. La sua filiale, PRAN FOODS, è stata fondata nel 1981 da Amjad Khan Chowdhury, un generale maggiore in pensione dell'esercito del Bangladesh che desiderava potenziare il settore agroalimentare e gli agricoltori rurali del Bangladesh.

PRAN FOODS iniziò esportando ananas in scatola in Francia nel 1997 e adesso esporta più di 200 marche di prodotti alimentari a oltre 400 milioni di consumatori in 145 Paesi del mondo. Prodotti come succhi e bevande, spezie, biscotti e altri articoli dolciari, rappresentano circa il 70% dei suoi prodotti di esportazione. I marchi PRAN occupano gli scaffali delle più importanti catene di supermercati del Medio Oriente, del Regno Unito e della Malesia, dove si trova una grande comunità di persone immigrate dal Bangladesh —e adesso, piano piano, stanno invadendo il mercato indiano.

Chanachur or Bombay mix is a popular snack in South Asia. Many FMCG companies market different varieties of this product. Image via Flickr by Aftab Uzzaman. CC BY-NC.

Chanachur o Bombay mix è un Famoso snack dell’Asia meridionale. Immagine presa da Flickr di Aftab Uzzaman. CC BY-NC 2.0.

Nel 1997, la società ricevette il suo primo ordine d'importazione da Agartala, la capitale dello stato nordorientale indiano di Tripura, per un prodotto noto come Chanachur (in bengalese), conosciuto con nomi diversi in varie parti dell’India. Il prodotto ebbe un enorme successo e, di conseguenza, l’azienda aggiunse altri prodotti ai suoi mercati indiani.

Nel 2015, la PRAN aprì una fabbrica nello stato indiano di Tripura investendo due miliardi di rupie (27,3 milioni di dollari), per servire il settore dei prodotti alimentari confezionati, dal valore di 3,2 trilioni di rupie (quasi 44 miliardi di dollari) in India. Era la prima volta che un’azienda di prodotti confezionati del Bangladesh aveva creato la sua propria fabbrica in India. Successivamente, la PRAN aprì un'altra fabbrica nel Bengala occidentale. Finora, l’azienda è riuscita a espandere con successo la sua rete in India, al di là dei tradizionali mercati dell’India orientale e del Bengala occidentale, arrivando fino a Delhi e a Mumbai e incoraggiando il giornalista di Dehli, Sanjukta Basu a scrivere su Twitter:

Ho lasciato che mio padre uscisse oggi, dopo due mesi in casa, e si dirisse al suo panificio preferito. Fu una delizia vedere con cosa tornò a casa. Un nuovo biscotto del marchio bangladese PRAN. Fu più o meno 20 o 25 anni fa, in una città di confine a Malda, che vidi e provai il mio primo prodotto della PRAN; una bibita al mango. Oggi finalmente sono arrivati a Dehli. Che meraviglia!

Nel marzo 2021, la PRAN iniziò a esportare i prodotti alimentari in India usando un canale d’acqua dell’entroterra che collega Kolkata da Dhaka. Questo percorso, di circa 710 km, equivalente a una traversata di circa otto giorni, si prevede riduca i costi di esportazione del 35%, aumentando la competitività dell’azienda rispetto agli altri marchi indiani.

Un trionfo su internet

Potata’, una fusione tra una cracker e un biscotto, al sapore di patata piccante, è il nuovo boom in internet; un vero e proprio trionfo in India. Ogni anno, il Bangladesh è il Paese con maggiore sovrapproduzione di patate dell’Asia meridionale e la PRAN la utilizza a suo vantaggio. Le patate della PRAN si possono trovare anche sotto forma di patatine normali o cracker.

Shivam Vij, uno scrittore e giornalista indiano, ha scritto su Twitter citando un articolo e proclamando la PRAN come l’azienda protagonista del mercato indiano delle patatine:

Provai un pacchetto di patatine che erano così buone che mi domandai di continuo di cosa fossero fatte.

Ah, venivano dal Bangladesh. Grazie a @Shrabonti per scoprire la storia dietro alle Potata’ della PRAN. Chi l’avrebbe detto?

Il Bangladesh ora fa delle patatine migliori delle nostre!

Il prodotto fu un vero e proprio successo nei vari social media e veniva continuamente menzionato su Whatsapp, blog di cucina e quant’altro. Come notò Shrabonti Bagchi nel Mint Lounge, la rivista del fine settimana del sito web di notizie indiano Livemint:

I started seeing that packet everywhere — random tweets on my Twitter timeline talking about how these biscuits have been the find of the lockdown, Instagram posts and stories that came up while scrolling mindlessly, and an enthusiastic discussion on a hyperactive WhatsApp group about the best way of sourcing these made-in-Bangladesh biscuits.

Iniziai a vedere questo pacchetto ovunque — tweet sulla mia homepage menzionando come questi biscotti di patate fossero stati la grande scoperta durante la pandemia, posts e storie di Instagram che venivano fuori mentre scorrevo la pagina senza pensare, una discussione iperattiva ed entusiasta su un gruppo di Whatsapp riguardo il modo migliore di trovare questi biscottini fatti in Bangladesh.

Debojit Kakoti, un utente Twitter di Tezpur, Assam, scrisse [bn]:

La maggior parte della gente ad Assam ha un’immagine negativa del Bangladesh. Tuttavia, adesso, i prodotti del Bangladesh stanno facendo fatturare milioni di dollari all’Assam. Al contrario, quali prodotti tipici dell’Assam avrebbero la stessa forza di consolidarsi nel mercato del Bangladesh ? (i bovini)??

Nel frattempo, nella pagina officiale di Facebook del marchio bangladese, l’utente Sadman Evan parla di come il biscotto di patate sia così popolare sia in India che nel Bangladesh:

This biscuit tastes way better than any other spicy biscuits in town. And the price is also very convenient in terms of the taste. This is the reason behind all the hype I guess.

Questo biscotto ha un sapore notevolmente migliore di qualunque altro in città. E ha anche un buon rapporto qualità – prezzo. Credo che questa sia la vera ragione del successo ottenuto.

Oltre alla ‘Potata’, i prodotti alimentari della PRAN come ‘Jhal Muri’, ‘Frooto’, e ‘Litchi’, e altri appartenenti alla sua gamma di cracker, torte asciutte e biscotti di patate piccanti sono ormai conosciutissimi nei negozi indiani, competendo con concorrenti già affermati nel mercato e diventando una valida alternativa per i clienti. Le bevande alla litchi e al mango di PRAN, così come il suo pane tostato dolce a base di fette biscottate aromatizzate, stanno ora dominando i mercati indiani.

Guerra di patate

Considerata la crescente popolarità del biscotto di patate della PRAN, gli altri giganti del mercato indiano colsero la sfida per migliorare le loro offerte. ITC, una delle principali aziende alimentari indiane, lanciò la ‘Sunfeast All Rounder’, un sottile biscotto di patate al gusto di chatpata masala. La confezione e il design del prodotto, quasi identici alla versione della PRAN, hanno suscitato molte polemiche sulla potenziale violazione del copyright. Un altro grande marchio, Britannia 50-50, lanciò la propria fusione di patatine e biscotti, ‘5050 Potazos’, nel luglio 2021.

L'esperto di marchi Bhavin Adhyaru condivise su LinkedIn:

This is the market of FMCG; you are always in […] a situation where your competitor is […] waiting for your move to copy [it]. Competition is just a mirage! You name it, you grab it!

Questo è il mercato dei beni di largo consumo; sei sempre in […] una situazione in cui il tuo concorrente è […] in attesa della tua mossa per copiarlo. La competizione è solo un miraggio! Tu lo crei, tu lo possiedi!

La PRAN ha senza dubbio creato una gamma di prodotti innovativi, mischiando sapori per raggiungere quote di mercato dentro della competitiva industria degli snack, e creando, nel frattempo, una sorta di moda tra gli appassionati di snack in India.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.