chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Genitori provano nostalgia nel vedere la console Nintendo nei libri di testo dei figli

Nintendo NES Famicom

Nintendo Family Computer System [sistema computerizzato per famiglie di Nintendo] (Famicom). Immagine da Wikipedia.

La notizia che la console di gioco originale Famicom di Nintendo, rilasciata per la prima volta nel 1983, ora viene trattata come argomento di studio nelle lezioni di educazione civica giapponese ha fatto grande scalpore su tutti i social media del Sol Levante.

Un post dell'utente Twitter @moriteppei [ja, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] che annunciava la notizia ha ricevuto ben 32.000 retweet:

Mia figlia è in sesta elementare [equivalente alla nostra prima media. N.d.T.]. Quando si è imbattuta nella mia vecchia console ha esclamato: “Quella è una Famicom!” Le ho detto: “Dubito tu possa sapere cos'è una Famicom”. E lei ha risposto: “Certo che so cos'è. L'abbiamo imparato a lezione di educazione civica!”. CHE COSA? A lezione di EDUCAZIONE CIVICA???

La console di gioco originale Nintendo ha un posto speciale nella cultura pop giapponese.

Quasi 62 milioni di queste pionieristiche console di gioco elettroniche, chiamate Famicom in giapponese e commercializzate come Nintendo Entertainment System (NES) [it] nei Paesi di lingua inglese, sono state vendute in tutto il mondo fino alla cessazione della produzione nel 1993.

famicom mario

Super Mario Bros. ha debuttato per la prima volta in Giappone sul Family Computer System di Nintendo, conosciuto come NES al di fuori del Giappone. Schermata dal video caricato da Pikachu, utente di YouTube.

Per molti adulti giapponesi sulla quarantina che ora hanno figli, la Famicom è un ricordo nostalgico della propria infanzia, immersa nella “bolla” di ottimismo ed espansione economica dei ricchi anni ’80.

Ad aprile, inizio dell'anno scolastico in Giappone, altri utenti di Twitter hanno notato l'aggiunta della Famicom ai libri di testo di scuola elementare, prima ancora del popolare tweet di @moriteppei di maggio.

Ieri mia figlia ha portato a casa il suo nuovo libro di educazione civica. Nella sezione dedicata a come le persone vivevano la vita in passato, c'era una foto di bambini che giocavano con la Famicom. Per i bambini di oggi, la Famicom fa semplicemente parte di come si viveva una volta. Che nostalgia…

Presi dalla nostalgia, i genitori hanno anche dovuto fare i conti col fatto che la loro infanzia nel Giappone degli anni '80 ora sembra, dal punto di vista di un bambino nel 2015, “un'antica reliquia”:

Wow, la Famicom è descritta davvero come “qualcosa che fa parte dell'infanzia di tua madre e tuo padre”, nel libro di testo di terza elementare. Non posso crederci. Immagino sia stato molto tempo fa, ma la foto [nel libro di testo] fa sembrare la Famicom un'antica reliquia. Suppongo che sia questo, il modo in cui vediamo ora gli anni '80.

Vengono a conoscenza della Famicom … durante le lezioni di educazione civica? La Famicom sarà sicuramente dipinta come “uno di quei giochi con cui i bambini si intrattenevano nei vecchi tempi”, come le trottole (beigoma) [en] o le carte (menko) [en].

Dalla sua sede a Kyoto, la Nintendo stessa partì dalla creazione di carte da gioco per bambini [en] nel 1889.

Menko playing cards. Image from Wikipedia.

Carte da gioco per bambini Menko, probabilmente del Giappone degli anni '20 o '30. Immagine da Wikipedia.

L'utente di Twitter @azemin riassume la questione:

La Famicom è entrata nei libri di testo come parte della nostra storia. Mi chiedo se le persone che sono cresciute giocando al Nintendo pensino che sia un po’ pomposo, trattare la Famicom come si farebbe una figura storica. Per i bambini delle scuole elementari, la Famicom non è un giocattolo, ma qualcosa che devono studiare a scuola. Che epoca straordinaria, quella in cui viviamo.

Storie recenti Giappone

Le migliori storie dal mondo

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.