chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La Cina punta a sconfiggere Omicron prima delle Olimpiadi Invernali

Il presidente cinese Xi Jinping ha ispezionato le sedi delle olimpiadi prima delle Olimpiadi Invernali e ha fatto un discorso riguardo ai protocolli sanitari da seguire e alle sue aspettative. Screenshot dal Canale Youtube del South China Morning Post.

I Giochi delle Olimpiadi Invernali di Pechino inizieranno il prossimo mese, il giorno 4 febbraio. Circa 27,000 persone facenti parte del personale olimpico arriveranno nel paese nelle settimane a venire.

Le autorità cinesi stanno preparando un campus circoscritto o cosiddetto “Bolla Olimpica” [en, come i link a seguire, salvo diversa indicazione] per prevenire la diffusione delle varianti contagiose della COVID-19 a Pechino. Questo piano, però, è stato difficile da realizzare in quanto sono stati identificati casi di variante Delta e Omicron nel paese, fatto che sta sollevando questioni su come Pechino possa contenere il virus prima dei Giochi.

La scorsa settimana, Tianjin, una città che dista 100 km da Pechino, ha identificato due casi Omicron. Per questo motivo è stata lanciata una grande campagna per testare tutte le persone coinvolte e circa altri 18 casi sono stati identificati il 9 gennaio, e altri 10 sintomatici e 11 asintomatici il 10 gennaio.

Secondo il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie di Tianjin, la città sta sperimentando una diffusione di terza generazione, ovvero i casi stanno circolando da circa 14-21 giorni e le autorità non hanno ancora identificato l'origine dell'infezione.

Tentativi di contenere il virus

Considerando che le Olimpiadi Invernali stanno arrivando, la città portuale di Tianjin sta in allarme. Per contenere la diffusione, la città con una popolazione di 14 milioni di abitanti si sta mettendo in fila per fare i test per il COVID-19.

Per prevenire la diffusione di Omicron nelle altre città, secondo i testimoni di Weibo, gli abitanti di Tianjin hanno il divieto di lasciare il loro distretto residenziale.

In ogni caso, molti pensano che la contagiosa variante Omicron è già arrivata a Pechino considerando che la diffusione silente che c'è stata a Tianjin ha trovato il modo di arrivare a Anyang, città nella provincia di Henan. Come sottolineato da @xuanzhuo85 su Twitter, la capitale è la destinazione più popolare tra gli abitanti di Tianjin:

Dico che è molto probabile che Omicron sia già a Pechino.

Pechino è la città numero uno delle destinazioni degli abitanti di Tianjin, più del 15% delle persone che hanno lasciato Tianjin sta andando a Pechino. In confronto, le persone che sono andate ad Anyang sono meno dello 0,5%.

Considerando ciò, le autorità di Pechino sono in allerta:

Tutti i centri di tutoring, di assistenza e di formazione professionale sono stati chiusi, mentre le università e i college hanno isolato i loro campus.

Fino a questo momento, la strategia della Cina ha avuto successo nel contenere la diffusione della COVID-19 all'interno del paese. Wuhan, l'origine della diffusione del virus, ha virtualmente sconfitto il virus in quattro mesi nonostante le critiche riguardanti le misure autoritarie del lockdown, tra le quali vi sono i blocchi stradali, la sospensione dei mezzi di trasporto pubblico, la quarantena a casa, le punizioni severe, il sistema di tracciamento che restringe la mobilità individuale, e molto altro.

Recentemente, un lockdown di tre settimane dal 23 Dicembre a Xi'an, città nella provincia dello Shaanxi, ha più o meno fermato la diffusione della variante Delta. La curva dei contagi a Xi'an è scesa da 155 il 29 dicembre a 13 casi il 10 gennaio.

Cittadini frustrati dalle procedure COVID

Il costo sociale e politico delle misure autoritarie di controllo è enorme. Durante il lockdown a Xi'an, sui social media è emersa la frustrazione dei cittadini riguardo le restrizioni sulla libertà con account che hanno dimostrato la mancanza di cibo e di cure inadeguate per la popolazione vulnerabile, come donne incinte e persone anziane con problemi di cuore.

Nel frattempo, le autorità hanno cercato di placare la comunità frustrata con delle scuse:

Una dichiarazione del governo di Xi'an ha affermato che l'incidente ha “causato un malcontento diffuso nella società e ha avuto un impatto sociale molto importante.”

E anche considerando la repressione:

La polizia a nord della città di Xi'an ha arrestato dozzine di persone per aver diffuso online delle “voci” dopo che le autorità hanno bannato i cittadini dal postare pensieri negativi riguardanti il nuovo lockdown.

Ora che la variante Omicron ha raggiunto la Cina, il modello di controllo del paese cristallizzato nella sua strategia “zero-COVID” dovrà affrontare diverse prove, come ha dichiarato Shirley Ze Yu, professoressa di politica economica:

#Omicron is spotted in Tianjin. This will be a most serious test to China’s zero-Covid policy, because the social cost will surely be more massive than before, due to the nature of the strain. Less than 30 days before the Winter Olympics, can China make Omicron disappear? pic.twitter.com/zEYDYC1uuJ

— Shirley Ze Yu (@shirleyzeyu) January 10, 2022

Omicron è stata identificata a Tianjin. Questa sarà la prova più importante per la politica cinese del zero-Covid, perché il costo sociale sarà sicuramente più importante di prima, a causa della natura dello sforzo. Mancano meno di 30 giorni prima dell'inizio delle Olimpiadi Invernali, riuscirà la Cina a far scomparire Omicron?

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.