chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Santa Lucia annuncia che ospiterà un Carnevale “vaccinato” nel 2022, ma è realistico?

Travestimento di carnevale a Santa Lucia. Foto di Gary J. Wood in Flickr (CC BY-SA 2.0).

La decisione del Governo di Santa Lucia di organizzare un Carnevale in presenza [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] -chiamato “The Vaxxed Mas” (festa vaccinata) – nel 2022 sta destando l'attenzione dei fanatici del Carnevale. Da quando la pandemia della COVID-19 è arrivata alle coste caraibiche nel marzo 2020 [es], c'è stato un forte impatto sui festeggiamenti regionali del Carnevale: la festa annuale di Anguilla, il Festival di Primavera, quella di Barbados Crop Over, Junkanoo a Bahamas e i carnevali delle varie isole – come Antigua e Giamaica – che vengono celebrati più in là nel corso dell'anno.

Il festival di strada di Trinidad e Tobago, probabilmente il più grande e più conosciuto, ha potuto essere organizzato un'”ultima volta”, dato che il suo Carnevale 2020 ha avuto luogo prima che venisse confermato il primo [es] caso del virus nel paese. I festeggiamenti del 2021 [it] sono stati tuttavia cancellati, nonostante gli sforzi degli artisti di musica soca, che hanno fatto tutto il possibile [it] per mantenere vivo lo spirito del carnevale con nuove uscite, riguardanti la pandemia [it]. Nonostante ciò, i musicisti [it] e altri artisti, il cui reddito dipende in larga misura dal carnevale, hanno sofferto anche quando hanno cercato di adattarsi.

Per molti, l'adattamento includeva il concetto di un carnevale virtuale [it], qualcosa che stava già accadendo in piccole realtà carnevalesche al di fuori del paese, come nel caso del carnevale britannico di Notting Hill. Fino ad ora, i governi regionali non sembrano convinti della percorribilità di questa strada, e Winston “Gypsy” Peters, musicista del genere Calypso convertitosi in politico che presiede la Commissione Nazionale del Carnevale di Trinidad e Tobago, afferma che la festa è “uno sport di contatto” che ha bisogno di essere “popolato”.

In ottobre, il Carnevale di Miami, uno dei più popolari all'estero, è stato organizzato come evento in presenza [es], nonostante l'alto numero di casi di COVID-19 nello stato. Anche se molti si sono mostrati preoccupati in merito all'opportunità di organizzare qualcosa di così grande e potenzialmente “super propagatore” nel mezzo di una pandemia, altri che hanno assistito all'evento hanno sostenuto [it] che la politica degli organizzatori che “senza maschera non c'è festa in maschera” è stata un successo.

Santa Lucia è il primo dei carnevali regionali che ha annunciato la sua intenzione di continuare normalmente nel luglio 2022, anche se altre isole hanno insinuato la stessa possibilità. Il ministro della Cultura di Santa Lucia, Ernest Hilaire, ha lasciato chiaramente intendere che, per partecipare alla festa, tutti i clienti e i fornitori di servizi devono essere completamente vaccinati. E ha aggiunto, “Dobbiamo garantire la protezione della salute di Santa Lucia e, allo stesso tempo, la creazione di un'attività economica da cui possa trarre profitto la nostra popolazione”.

Tuttavia, a parte i possibili benefici economici, la dichiarazione del governo sull'evento sottolinea anche la speranza che l'iniziativa abbia un effetto positivo sui tassi di vaccinazione del paese:

Strict guidelines and protocols will be implemented and the authorities will ensure strict adherence in an effort to safeguard the health and wellness of all participants. The guidelines will be announced in due course following further working consultations between the Ministry of Health and stakeholders.

Let’s get vaccinated and let’s enjoy the ‘Mas’!

Saranno emanati direttive e protocolli rigorosi e le autorità vigileranno per la loro severa applicazione per salvaguardare la salute e il benessere di tutti i partecipanti. Le direttive saranno annunciate a tempo debito in seguito a nuove consultazioni tra il ministero della Salute e le parti interessate.

Vacciniamoci e divertiamoci al carnevale!

Con la popolazione di Santa Lucia che ammonta di 184.838 abitanti al 12 dicembre 2021, secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) alla data del 3 dicembre sono state somministrate un totale di 103 092 dosi di vaccino, pari cioè al 55 % della popolazione, anche se alcuni rapporti affermano che il tasso di vaccinazione è più basso e intorno al 30%.

Intanto, il dottor Merle Clarke, presidente dell'Associazione Medica e Dentistica di Santa Lucia (SLMDA), ha detto che l'unico modo per garantire il successo del carnevale è aumentare in modo significativo il tasso di vaccinazioni del paese. Fino alla metà di dicembre, Santa Lucia aveva 13 067 casi di COVID-19 confermati, con 283 morti.

Tuttavia, se la serie di commenti nei social media è un indicatore di come sta rispondendo la gente alle notizie, la reazione prevalente sembra essere lo scetticismo. In Facebook, Fabie Jay, ha aggiunto:

St Lucia is on 2022 but the government makes no sense with their nonsense ?. Will there be doctors checking everybody? I already see labour party going to lose the next election 2026 ?

Santa Lucia è nel 2022, ma le sciocchezze del governo non hanno senso. Ci saranno medici che controlleranno tutti? Vedo già che il partito laburista perderà le prossime elezioni del 2026.

In Twitter, gli stilisti del carnevale stanno già promuovendo le loro creazioni:

LEGGENDE?
.

Pronti per la leggendaria esperienza 2022?!

Tenete d'occhio i nostri canali sui social per gli aggiornamenti e la nostra leggendaria mail.
.
Vibes attualmente in CARICAMENTO… 😉

Rimane da vedere se i tassi di vaccinazione aumenteranno abbastanza perché il Governo proceda secondo i piani e se altre isole dei Caraibi seguiranno o no i coraggiosi passi di Santa Lucia.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.