chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Dobbiamo dire addio alla biodiversità del lago più antico d'Europa?

galicica

Un nuovo progetto per costruire un centro sciistico, e anche una strada, nel parco Nazionale Galichica [en, come link successivi] della Macedonia minaccia l'esistenza di più di un centinaio di specie rare ed endemiche, mettendo in pericolo l'ecosistema del lago più antico d'Europa.

Alla fine di agosto 2015, il governo macedone ha annunciato un piano di urbanizzazione di 10 anni per il lago Ohrid e il parco Nazionale Galichica, con grande sgomento della comunità scientifica internazionale e di molti cittadini macedoni. L'inizio della costruzione è previsto nel mezzo del Parco Nazionale di Galichica, che fa parte della Riserva Transfrontaliera della Biosfera di Prespa-Ohrid — una delle sole 15 rimaste nel mondo. Il parco nazionale, unico nel suo genere, fa anche parte di un sito più grande del patrimonio mondiale dell'UNESCO .

La Galichica ospita più di 5,330 tipi diversi di piante e animali, di cui 114 sono endemici e non esistono in nessun'altra parte del mondo. Più di 1.500 specie di farfalle e falene vivono nei prati della Galichica, tra cui la farfalla Appolo in pericolo d'estinzione (Parnassius Apollo). Un altro affascinante abitante della Galichica è il piccolo fiore Crocus Cvijicii, che, come l'Appolo, è anche nella lista IUCN delle specie vulnerabili.

La recente decisione del governo macedone di costruire un centro sciistico, un'autostrada e tre zone di sviluppo turistico all'interno della riserva della biosfera è stata uno shock per gli ecologisti locali e i cittadini macedoni, alcuni dei quali hanno deciso di protestare contro la decisione attraverso i media e le petizioni contro il piano di urbanizzazione.

All'ultima udienza per la Valutazione Ambientale Strategica per il Piano di Gestione del Parco Nazionale di Galichica, uno degli autori della valutazione, Elizabeth Van Zyl, ha spiegato che alcune aree devono essere riclassificate. Van Zyl ha proposto che il sito sia escluso dalla Zona di Gestione Attiva (ZAM) e trasferito alla Zona di Uso Sostenibile (ZSU), per permettere lo sviluppo delle infrastrutture del progetto. Un totale di circa 604 ettari all'interno della ZAM dovrebbe essere ridotto di status nella ZSU.

Nonostante questi suggerimenti, Van Zyl ha anche sottolineato che tale ridenominazione dovrebbe essere evitata dove possibile:

Downgrading the zoning is the last resort and should be avoided where and when possible.

Il declassamento della zona è l'ultima risorsa e dovrebbe essere evitato dove e quando possibile.

Per compensare la perdita della preziosa biodiversità, saranno utilizzate misure di compensazione e le aree del parco che potrebbero essere influenzate negativamente dai progetti di sviluppo pianificati saranno sostituite con altre aree con le stesse specie, trovate in qualsiasi altra parte del paese.

re-zoniranje galicica

“The problem with this plan is that climate change will completely change the landscape, and in a year we might see beech growing where there is now oak. Which makes this plan completely useless,” said Mr.Lazo Naumoski, a local ecologist.

“Il problema con questo progetto è che il cambiamento climatico cambierà completamente il paesaggio, e in un anno potremmo vedere il faggio crescere dove ora c'è la quercia. Il che rende questo piano completamente inutile”, ha detto Lazo Naumoski, un ecologista locale.

Questo sembra essere solo uno dei tanti problemi riguardanti il sito patrimonio dell'UNESCO in questione e la Macedonia potrebbe avere un disastro ecologico su larga scala tra le mani a causa della stretta connessione tra il lago Prespa, il monte Galichica e il lago Ohrid. Secondo una recente ricerca condotta da scienziati dell'Università di Colonia, il lago di Ohrid ha più di 1,2 milioni di anni, il che lo rende il lago più antico d'Europa.

“The water in Lake Ohrid comes from 40 springs, 17 in Macedonia and the rest are on the Albanian side. Most of those springs are very high in nutrients and have an unstable PH value, but the springs coming from Galichica are full of calcium which balances things out. There is an underground connection between Lake Prespa and Lake Ohrid as Galichica Mountain is limestone, allowing the water to flow from Lake Prespa and towards Lake Ohrid. You’d be endangering two out of three natural lakes in Macedonia,” said Mr. Lazo Naumoski.

“L'acqua del lago di Ohrid proviene da 40 sorgenti, 17 in Macedonia e il resto dalla parte albanese. La maggior parte di queste sorgenti sono molto ricche di sostanze nutritive e hanno un valore PH instabile, ma le sorgenti che vengono dal Galichica sono piene di calcio che equilibra le cose. C'è un collegamento sotterraneo tra il lago Prespa e il lago di Ohrid perché il monte Galichica è calcareo, permettendo all'acqua di fluire dal lago Prespa e verso il lago di Ohrid. Mettereste in pericolo due dei tre laghi naturali della Macedonia”, ha detto il signor Lazo Naumoski.

Tre zone di sviluppo turistico sono anche pianificate intorno alla costa del lago di Ohrid. Resort, alloggi di lusso, e  spiagge artificiali sostituiranno la cintura di canne protetta che ora serve da filtro e fornisce nutrimento al lago e ai suoi abitanti.

“Destroying the shorelines and the reed belts due to construction work, increased infrastructure, and a rise in the amount of tourism will lead to elevated nutrient input to the lake, which may, in turn, cause destruction to large parts of the habitats of Lake Ohrid’s unique fauna,” explained Dr. Bernd Wagner from the Institute of Geology and Mineralogy, University of Cologne.

“La distruzione dei litorali e dei canneti a causa dei lavori di costruzione, l'aumento delle infrastrutture e l'aumento del turismo porteranno ad un elevato apporto di nutrienti nel lago, che può, a sua volta, causare la distruzione di gran parte degli habitat della fauna unica del lago di Ohrid,” ha spiegato il Dr. Bernd Wagner dell'Istituto di Geologia e Mineralogia dell'Università di Colonia.

Per sensibilizzare la flora e la fauna che questi progetti metteranno in pericolo, l'iniziativa civica chiamata Ohrid SOS ha rilasciato una dichiarazione e ha lanciato una petizione internazionale. La dichiarazione è già stata firmata da 250 esperti internazionali, così come da turisti che hanno visitato la Macedonia, e da scienziati di tutto il mondo che hanno raggiunto per riconoscere l'importanza del lago Ohrid.

Dato il record della Macedonia nell'urbanizzazione finora, con la capitale Skopje che adesso è  la città più inquinata d'Europa a causa dell’ aumento dei progetti di costruzione dal 2012, questa ricchezza naturale potrebbe essere in serio pericolo e il paese rischia di perdere molto più del suo status di patrimonio mondiale dell'UNESCO a Ohrid.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.