chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Le conseguenze del tifone Rai evidenziano la pigra risposta del governo Duterte al disastro

Alberi caduti bloccano le strade nelle vicinanze della casa dell'autore a Talisay City, Cebu. Foto dell'autoreor

Le prolungate conseguenze del tifone Rai (in loco denominato Odette) evidenziano la pigra risposta del governo di Rodrigo Duterte alla tempesta che ha devastato le isole Visayan e parte di Mindanao nelle Filippine meridionali il 16 dicembre 2021.

Le comunità interessate ed i governi locali hanno chiesto aiuto dopo la distruzione subita dalle zone agricole di Samar, Leyte, Bohol, Cebu, e le isole Negros a causa del tifone che ha anche distrutto Cebu City [en, come i link seguenti], principale centro commerciale e culturale della regione Visayas-Mindanao.

da @paghimutad: con 14 morti confermati Bais City é diventata la zona più colpita dal tifone  #OdettePH a Negros Oriental. Le strade inaccessibili a causa della distruzione lasciata dal tornado hanno reso difficili le operazioni di soccorso.

Il tifone Rai ha distrutto migliaia di abitazioni mentre i danni all'agricoltura, alle infrastrutture ed alle altre proprietà hanno messo in pericolo i mezzi di sussistenza del popolo ed hanno lasciato molte persone senza elettricità, connessione internet od accesso all'acqua.

FOTO: Il supertifone #OdettePH ha lasciato 33-35.000 residenti di Trinidad, Bohol, senza tetto, secondo quanto comunica LGU. Queste sono alcune delle case dei membri della  Trinidad-Talibon Integrated Farmers Association (TTIFA) a Brgy. San Vicente. (1/3)

Diversi gruppi sociali civili e privati stanno portando sostegno e donazioni per fornire immediata assistenza alle comunità interessate [tg]:

Le prime forniture di sostegno ed altri aiuti raccolti da IBalsa Mindanao and Sisters Association  di Mindanao sono arrivati a Surigao City il giorno di Natale. Grazie a tutti i volontari ed a chi ha donato per questa missione di sostegno.

Duterte ed il suo governo però hanno fallito nella risposta alla crisi, usando scuse quali fondi governativi esauriti, sottovalutazione dei media e strade impercorribili per controbattere al biasimo per la risposta ritardata del governo al disastro e raccogliere le simpatie popolari.

Fondi esauriti?

L'imminente arrivo del tifone Rai non ha meritato nessuna dichiarazione pubblica da parte del presidente Duterte.

Durante un intervento televisivo il giorno dopo il tifone, il presidente, in risposta alle richieste di immediata risposta governativa, ha dichiarato di essere ancora alla ricerca di fondi per assistere i sopravvissuti al tifone, in quanto il denaro a disposizione del governo si era “esaurito” a causa della pandemia:

This COVID really emptied our coffers. So we’re trying to screen how much we can raise so that we can marshal it to the areas affected.

La COVID ha veramente svuotato i depositi. Perciò stiamo tentando di capire quanto possiamo ricuperare per poterlo distribuire alle zone interessate.

Il 22 dicembre, Duterte ha annunciato che avrebbe stanziato 199 milioni di dollari (10 miliardi PHP) per i sostegni dal tifone. Ciononostante il suo ufficio contabile non si è impegnato a spendere i fondi per fornire immediata assistenza alle zone interessate.

L'asserzione di Duterte di aver “esaurito” i fondi é stata contestata dall'opposizione di sinistra che ha fatto presente come le Filippine siano, in effetti, il principale mutuatario della Banca Mondiale nel 2021. Il presidente del Bayan Muna (People First Party, “il popolo innanzitutto”), Neri Colmenares, ha commentato:

The country has a history of being ravaged by typhoons, and it should have the budget to mitigate and provide immediate relief even while responding to the pandemic.

Il paese ha una storia di violenti danni causati dai tifoni e dovrebbe avere a bilancio quanto necessario per mitigare e fornire immediato sostegno anche sostenendo le spese per la pandemia.

Più tardi, il 27 dicembre, Duterte si sarebbe attirato delle critiche suggerendo che il governo avrebbe dovuto utilizzare i fondi per acquistare  “trapal” o teloni come rifugi provvisori per i sopravvissuti al tifone.

E’ il presidente. Perché non posso chiedere qualcosa di meglio di un telone, visto soprattutto che é passata più di una settimana da Odette? Questa é una frase esatta, non estrapolata. Il presidente ha detto letteralmente “compriamo dei teloni” due settimane dopo che Odette aveva colpito le Filippine.

Preparazione inadeguata

In effetti, per molti filippini, le conseguenze del tifone Rai evidenziano una volta di più la carenza di preparazione del governo Duterte a fronteggiare disastri ed i ritardi nella risposta che erano già stati oggetto di feroci critiche pubbliche in passato. 

Kara Ahorro, residente nel  celeberrimo paradiso del surf dell'isola di Siargao, ha detto in un'intervista a SunStar news come, prima del tornado, fosse certa che il tifone Rai non sarebbe stato forte come il tifone Haiyan (conosciuto in loco come Yolanda) del 2013, 

It was forecasted to be just 150 kph at its peak, We were here during Yolanda and that was 300 plus kph, though Yolanda did not made landfall in Siargao, we just thought ‘ah, kaya lang’ [we can handle it].

Era previsto avesse una velocità di soli 150 km/h al suo picco. Eravamo qua durante  Yolanda che era arrivata ad oltre 300 km/h, e visto che Yolanda non aveva causato frane a Siargao abbiamo pensato semplicemente ‘ah, kaya lang’ [possiamo gestirlo].

L'impatto economico è stato particolarmente pesante sull'isola di Siargao dove i resort ed i gestori commerciali si stavano preparando a riaprire per i visitatori dopo che le restrizioni ai viaggi causate dal coronavirus erano state alleggerite durante le vacanze di Natale.

Residenti in fila per acquistare acqua potabile a General Luna, Isola di Siargao Island, giovedì  23 dicembre 2021. Foto MindaNews di ROEL N. CATOTO

Parlando al Guardian, il coordinatore di marketing Elka Requinta racconta come la violenza del tifone Rai abbia colto tutti di sorpresa a Siargao:

We didn’t expect it to be this bad. You have locals who were hit because I don’t think there was a call for any evacuation from the government.

Non ci aspettavamo fosse così pesante. Ci sono locali colpiti perché penso non sia stata diramata dal governo la notizia di un'evacuazione.

Accuse ai media

Un funzionario di alto livello del governo Duterte, l'assistente presidenziale per le Visayas Michael Dino, ha però accusato i media nazionali per la ritardata risposta al disastro, asserendo che hanno fallito nel riportare in maniera corretta in anticipo le notizie in merito al tifone.

I giornalisti hanno respinto queste accuse, evidenziando la costante copertura nelle ore seguenti il tifone nonostante le grande difficoltà, come sottolinea il responsabile di Rappler per la regione Inday Espina-Varona:

From Siargao and Dinagat in Mindanao, Silago, Sipalay, and Ubay in the Visayas, all the way to Palawan, officials and residents waded for hours through mud and water, inching their way through on motorcycles, bangkas, and on foot, just to get their first scratchy messages out into the world. Media reported that.

Da Siargao e Dinagat in Mindanao, Silago, Sipalay e Ubay nelle Visayas, e lungo tutta la via per  Palawan, funzionari e residenti hanno vagato a fatica per ore tra fango ed acqua aprendosi la strada in moto, bangkas od a piedi solo per inviare i primi messaggi scarabocchiati al mondo. I media lo hanno riportato.

Ironicamente, proprio il governo ora controlla la rete di media regionale più estesa, dopo aver, nel 2020, negato ad ABS-CBN, la rete di trasmissione più ampia del paese, il diritto ad operare:

Le redazioni con le migliori risorse, al momento, sono i media governativi, specialmente nelle comunità. National Government e LGU PIO hanno più personale, migliori attrezzature e reti migliori dei media privati, specialmente dei media comunitari e regionali

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.