Antonella Sinopoli · aprile, 2011

Qualcosa di me: giornalista professionista, ho lasciato il giornalismo “tradizionale” per cercare altre strade. Prima scrivevo delle persone che contano, oggi scrivo delle persone. Sono loro che contano. Ho un Master in Diritti Umani e Intervento Umanitario (Alma Mater di Bologna). Un corso di Specializzazione in Cooperazione e Sviluppo a Bruxelles. Ho trascorso nove mesi a Londra e amo moltissimo viaggiare. Australia, Sri Lanka, Giappone, Bulgaria e poi le isole di Capo Verde, Sudafrica, Uganda, Rwanda, Kenya, Ghana … sono solo alcuni dei Paesi che ho visitato. Da alcuni anni vivo tra l'Italia e il Ghana.
Conosco l'inglese e il francese.
Perché traduco? Per amore. Amore per la comunicazione, per la trasmissione dei pensieri e delle idee. Perché bisogna legare gli uomini non dividerli.

indirizzo email Antonella Sinopoli

ultimi articoli di Antonella Sinopoli da aprile, 2011

Rwanda: Paul Kagame concede intervista su YouTube

  29 aprile 2011

Il presidente del Rwanda, sarà il primo leader africano ad essere intervistato su "World View", nuovo canale di YouTube, rispondendo a domande che tutti possono proporre direttamente online. L'appuntamento è per il prossimo 5 maggio, mentre l'intervista sarà poi disponibile sul web due giorni dopo.

Kenya: i giovani dello slum di Kibera diventano citizen journalist

  15 aprile 2011

Kibera, noto come lo slum più grande d'Africa, ora viene mostrato anche sotto altri aspetti. Grazie all'impegno di alcuni giovani e di due organizzazioni è nato "Kibera News Network". Sul sito che vi fa riferimento vengono caricati i filmati e reportage girati dai giovani abitanti dello slum. Ora si possono conoscere tante altre realtà di quel luogo, associato fino a questo momento solo a malattie, sovraffolamento, povertà.

Costa d'Avorio: dopo la cattura di Gbagbo la violenza non si placa

  14 aprile 2011

Dopo la loro cattura sono cominciate a circolare su Facebook foto dell'ex presidente della Costa d'Avorio, Laurent Gbagbo e di sua moglie, Simone in atteggiamenti umilianti. Le reazioni oscillano tra chi ritiene che dopo anni di potere assoluto essi meritino questo trattamento e chi invece si appella ai diritti umani. Intanto, nonostante le parole del nuovo presidente Quattara, sono in atto violenze e ritorsioni, denunciate anche da Amnesty International.

Costa d'Avorio, le ore concitate prima dell'arresto di Ggabo. Ora si cerca la pace

  14 aprile 2011

L'arresto di Laurent Gbagbo, l'11 aprile scorso, pone fine a mesi di battaglie e proteste che avevano scosso la Costa d'Avorio e avevano richiesto l'intervento della forza internazionale, Francia in testa. Una serie di video mostrano gli ultimi momenti della crisi che ora sembra conclusa. Il presidente Quattara ha assicurato il ripristino dello stato di diritto e i cittadini si aspettano che la pace diventi realtà. E in un video l'ex presidente chiede al Paese di tornare alla normalità.