chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Giulia Martiradonna

indirizzo email Giulia Martiradonna

ultimi articoli di Giulia Martiradonna

10 maggio 2015

La comunità indigena Wayúu in Colombia e Venezuela sta morendo di sete

Sul fiume che passa vicino la comunità c'è una diga: le acque sono state privatizzate per l'estrazione del carbone e per l'agricoltura, a loro discapito.

8 maggio 2015

La terribile storia di una giovane donna schiavizzata in Messico

Una storia agghiacciante di schiavitù moderna che ha scioccato il Messico e ha sensibilizzato l'opinione pubblica, riguardo un problema sociale di cui molti ignorano l'esistenza.

1 maggio 2015

#NepalQuake: la storia personale di una tragedia nazionale

The Bridge

Il terremoto del 25 aprile ha colpito gravemente comunità nepalesi più remote, come il villaggio di Narayan Adhikari che riporta le difficoltà della sua famiglia.

29 aprile 2015

‘C'è una parola che manca nella storia del genocidio armeno: giustizia’

Solo cinque nazioni dell'America Latina hanno riconosciuto il genocidio armeno, tra queste l'Argentina, dove una giornalista racconta la storia straziante della fuga dei suoi nonni.

25 aprile 2015

Il vignettista malese che continua a combattere nonostante le accuse di sedizione

Advox

"Non starò in silenzio. Come potrei mai essere neutrale? Persino la mia penna ha preso la sua posizione!" afferma il vignettista malese Zunar, artista e...

19 aprile 2015

Il segreto per vivere con poco in Madagascar? Tanta inventiva

"Ady Gasy", documentario del regista emergente Lova Nantenaina, mostra l'ingegnosità del popolo malgascio nell'affrontare le grandi sfide quotidiane causate dall'instabilità politica e dai disastri naturali.

18 aprile 2015

La Russia zarista che censura il porno su internet

RuNet Echo

Un tribunale nel Tatarstan ha censurato 136 siti pornografici. La sentenza si estende a tutto il porno online che ora potrebbe diventare illegale per legge.