chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Marisa Petricca

Country Editor at Global Voices in Italiano based in Rome (previously Beijing and Shanghai). Currently Journalist/Intern at Eastwest an Italian/European geopolitical magazine. She holds a BA in East Asian Studies and studied Chinese language and culture in Beijing and Shanghai. Her main topics: Italy and China politics, online activism, human rights and streetart. Also former contributor on the Italian newspaper Voci Globali. Contacts via DM on Twitter @soothe888

indirizzo email Marisa Petricca

ultimi articoli di Marisa Petricca

18 agosto 2017

Registrati ora per il Global Voices Summit 2017 che si terrà il 2-3 dicembre a Colombo, Sri Lanka!

Sono aperte le registrazioni per il GV Summit 2017! Unitevi a noi a Colombo per discutere di internet aperto, movimenti online e diritti nell'era digitale.

2 agosto 2017

Global Voices onora la vita dell'attivista digitale Bassel Khartabil, giustiziato dal regime siriano

GV Advocacy

Onoriamo il lavoro di Bassel, leader nel movimento per la rete digitale aperta, e tutti, persone e organizzazioni, che hanno lottato per la sua liberazione.

28 giugno 2017

Cina: il Great Firewall diventa sempre più forte mentre i VPN scompaiono

GV Advocacy

"Se un giorno non riuscissi a superare il muro, vi mancherò?"

21 giugno 2017

Annunciamo il Global Voices Summit 2017: seguiteci a Colombo, Sri Lanka il 2-3 dicembre!

Il Summit di quest'anno tratterà le sfide dell'Internet aperto, le domande sull'architettura digitale aperta e la sicurezza della libertà d'espressione nell'attuale contesto di minaccia crescente.

6 giugno 2017

“Squadroni della morte nella Manila di Rodrigo Duterte”: Il reportage vincitore del Premio Ivan Bonfanti 2017

L'VIII edizione del Premio Ivan Bonfanti premierà il 10 giugno il reportage "Squadroni della morte nella Manila di Rodrigo Duterte" della giornalista Cecilia Attanasio Ghezzi.

7 gennaio 2017

Una campagna di grande umanità si diffonde nel Regno Unito, un bigliettino per volta

"Dobbiamo inviare un promemoria tempestivo... per costruire un futuro migliore ognuno deve sentire di appartenergli." afferma la fondatrice del progetto This Is Thoughful.

30 settembre 2016

Perchè sono fortunata ad avere un passaporto siriano

The Bridge

Vi sembro agitata? Forse perchè non riesco a capire come qualcuno possa rispondere "Si" alla domanda: "'Siete un membro di un'organizzazione segreta vietata?'"

22 settembre 2016

Cina: la polizia reprime con violenza le proteste a Wukan in favore del capo villaggio detenuto

Lin Zuluan sarebbe stato costretto a confessare l'appropriazione indebita perchè stava organizzando una protesta contro la confisca governativa delle terre senza preventivo consenso del villaggio.

18 maggio 2016

I ‘Graffitour’ sul doloroso passato della comunità colombiana per un futuro migliore

"Raccontiamo questa storia con grande tristezza, ma dobbiamo mantenere viva la memoria, non deve mai essere persa..." affermano i creatori Casa Kolacho impegnati nei 'Graffitour'.

19 aprile 2016

I social media giapponesi impazziscono per un nuovo libro d'inglese in stile anime

"Dopo la cerimonia d'inizio della scuola media, mia figlia è tornata a casa col suo nuovo libro di testo d'inglese. Ellen Sensei è troppo carina!"

9 aprile 2016

#NewPalmyra: il progetto per ricostruire la storia che l'ISIS ha distrutto in Siria

Un progetto finanziato dall'attivista siriano (ora detenuto) Bassel Khartabil vuole ricostruire modelli 3D dell'antica città di Palmira, che è stata quasi del tutto distrutta dall'ISIS.

3 aprile 2016

Pakistan: ospedale di Lahore affollato di donatori di sangue dopo l'attentato di Pasqua

In seguito all'attacco ai bambini pachistani, decine di cittadini di Lahore hanno iniziato a coordinarsi per donare sangue ed aiutare attivamente le famiglie delle vittime.