chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Nunzio Pruiti

Mi chiamo Nunzio, italiano di nascita ma girovago per scelta. Sono ormai 4 anni che vivo all'estero, al momento in Turchia, e ho sempre avuto una passione per le lingue. Per adesso insegno Spagnolo qui ad Ankara e mi sono avvicinato da poco (pochissimo) a GV e al mondo della traduzione in generale e …magari un giorno lo farò di mestiere. Inglese e spagnolo :ok; il turco: bella sfida. Adoro il cinema, il mare, la tortilla spagnola e The Big Lebowski. Come Zeno Cosini continuo a fumare la mia ultima sigaretta.

indirizzo email Nunzio Pruiti

ultimi articoli di Nunzio Pruiti

leggi l

Porto Rico: NO al gasdotto

  1 marzo 2012

Centinaia di persone hanno preso parte alla "Marcia Nazionale" guidata dall'organizzazione Casa Pueblo contro la prevista condotta di 150 KM per trasportare gas naturale da una costa alla'altra dell'isola.

leggi l

Giordania: nuovo governo, aspettative e speranze

  18 ottobre 2011

Il Re giordano Abd Allah II ha nominato ieri, 17 ottobre, il nuovo esecutivo. Il Primo Ministro Marouf Bakhit si è dimesso dopo il protrarsi delle critiche rivoltegli dalla maggioranza della popolazione e da diverse formazioni politiche per non aver saputo risolvere i problemi del Paese.

leggi l

Slovacchia: i Rom, una vita ai margini

Una delle più importanti minoranze etniche dell'Europa Centrale è rappresentata dai Rom. Anche in Slovacchia, nonostante siano arrivati in queste terre secoli fa, permangono ancora oggi grossi problemi di integrazione con la maggioranza della popolazione.

leggi l

Ruanda: a diciassette anni dal genocidio

  13 aprile 2011

Il 6 aprile scorso sono cominciate le celebrazioni per il diciassettesimo anniversario del genocidio in Ruanda. È il momento giusto per riflettere sugli imperdonabili errori che hanno portato al massacro di quasi un milione di ruandesi e sugli orrori che ancora oggi si possono osservare in molti strati della società di questo Paese.