Silvia Cristin

Italiana ma residente in Corea del sud, dopo qualche anno passato in Giappone. Sono laureata un filosofia e in passato ho lavorato nell`editoria multimediale. Al momento studio coreano, cerco lavoro e scrivo un blog su Corea e dintorni: http://corea.splinder.com. E poi naturalmente collaboro a GV… perche` credo che nel mondo dell`informazione di oggi questo sito possa davvero fare la differenza.

indirizzo email Silvia Cristin

ultimi articoli di Silvia Cristin

Angola: brevi dalle elezioni

  8 settembre 2008

Ecco uno stralcio di un fresco post di Koluki, Brevi dalle elezioni (parte 2): “Sabato il principale partito d'opposizione, UNITA, ha annunciato l'intenzione di impugnare il risultato delle elezioni, denunciando un ‘collasso’ del procedimento elettorale nella capitale, Luanda, e ‘numerosi casi di organizzazione fallimentare, uso della forza su alcuni elettori affinché...

Russia: quarto anniversario della strage alla scuola di Beslan

  6 settembre 2008

Natalia Antonova scrive quanto segue [ing] nel quarto anniversario della tragica vicenda degli ostaggi alla scuola di Beslan: “E per molti di noi, da allora il mondo non è stato più lo stesso. Questo è tutto ciò che posso dire, davvero. E anche se avevo già segnalato l'articolo-cronaca di C....

Tunisia: tolto il bando a Facebook

  6 settembre 2008

Il bando [ing] che in Tunisia aveva colpito il popolare sito di social networking Facebook è stato tolto a partire dal 3 settembre, in seguito alla massicce proteste dei netizen tunisini. Nelle scorse settimane sono stati infatti creati decine di gruppi su Facebook [ing] per protestare contro l'oscuramento. Tuttavia secondo...

Corea del sud: il blog presidenziale

  4 settembre 2008

Korea Beat rilancia [in] la notizia locale del nuovo blog personale avviato dal presidente sudcoreano Lee Myung-bak. Pur avendo come titolo Hello policy [Ciao politica] [co] i commenti non sono abilitati.

Giappone: il caso “WaiWai” e la cyber-protesta contro i media

  4 settembre 2008

Meno di due mesi fa l'Internet giapponese è stata invasa dallo scandalo “WaiWai", rubrica settimanale in lingua inglese del noto quotidiano Mainichi centrata su gossip e battute a sfondo sessuale riprese dai tabloid locali. Da allora l'episodio ha assunto proporzioni epiche online e offline, inclusi intensi attacchi contro grandi testate – coordinati online da casalinghe e donne giapponesi.

Giappone: Ainu riconosciuti come popolazione indigena

  20 agosto 2008

Recentemente la Dieta giapponese (il Parlamento) ha approvato votato una risoluzione che riconosce ufficialmente gli Ainu come popolazione indigena, con una serie di implementazioni pratiche. Pur trattandosi formalmente di una svolta storica per gli Ainu, i blogger locali hanno rivelato opinioni alquanto discordanti.