chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

articoli mini-profilo di Civic Media Observatory

La mancata promessa della Cina di sviluppare le miniere del Venezuela

Il governo venezuelano e cinese hanno promosso il settore minerario come soluzione alla dipendenza petrolifera del Venezuela. Nonostante gli investimenti milionari, l'industria è lontana dall'obiettivo.

Sentimento anti cinese in Kirghizistan: così forte da bloccare il progetto chiave della “nuova via della seta”?

Un progetto logistico in Kirghizistan, parte del programma infrastrutturale cinese BRI, era pronto a diventare un centro commerciale nel cuore dell'Eurasia. Adesso sembra in stallo.

L'incerta diplomazia vaccinale cinese in Turchia

A dicembre 2020 la Turchia si affida ai vaccini cinesi, ma rifornimenti ritardati e percezioni negative sul made-in-china spingono il governo ad affidarsi ad altri...

Gli indigeni denunciano le estrazioni del gigante petrolifero cinese nella foresta amazzonica del Perù

Una coalizione di organizzazioni non-governative e indigene si sono riunite per far si che il loro governo e le loro compagnie rispondano delle proprie azioni.

La mancanza di corrispondenti brasiliani in Cina condiziona la percezione dei due paesi

I giornalisti Marcelo Ninio e Talita Fernandes raccontano la percezione culturale dei brasiliani nei confronti della Cina.

Cosa rivela una raffineria di petrolio del Kirghizistan sulla Nuova Via della Seta cinese?

"Abbiamo provato a metterci in contatto col sindaco, sostenendo che la fabbrica è dannosa per l'ambiente...Abbiamo fatto del nostro meglio ma nessuno ci prestava ascolto."

I greci avviano una battaglia legale contro i porti finanziati dai cinesi che potrebbero inquinare l'ambiente

L'espansione del porto del Pireo potrebbe creare una discarica tossica subacquea e il fragile ecosistema dell'area ne pagherebbe le spese.

La COVID-19 ha intensificato l’ostilità latente fra Brasile e Cina

Bolsonaro si è rifiutato di negoziare con le case farmaceutiche, specialmente quelle cinesi, per assicurarsi le fiale del vaccino contro la COVID-19.

Il vaccino contro la COVID-19 in Africa: intrappolata tra diplomazia cinese e nazionalismo occidentale, parte II

Non è forse ipocrita incolpare la Cina per il proprio atteggiamento diplomatico, mentre i governi occidentali inseguono la strada del nazionalismo?

Il vaccino contro la COVID-19 in Africa: intrappolata tra diplomazia cinese e nazionalismo occidentale, parte I

I vaccini Sinovac e Sinopharm sono più adatti ai climi africani perché possono essere conservati in frigo a temperatura standard, a differenza di quelli occidentali.