- Global Voices in Italiano - https://it.globalvoices.org -

Visita località turistiche poco conosciute in Giappone su YouTube

Categorie: Asia orientale, Giappone, Citizen Media, Viaggi e turismo

Il Tempio di Kiyomizu, Kyoto, affollato in tempi più felici (agosto 2019). Foto di Nevin Thompson, per gentile concessione.

A fine maggio, nel tentativo di prevenire la trasmissione della COVID-19, il Giappone ha virtualmente chiuso le sue frontiere, negando l'ingresso ai cittadini di almeno 111 nazioni [1] [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione]. Oltre che spiaggiare [2] alcuni cittadini giapponesi all'estero, separandoli dalle loro famiglie, i controlli alle frontiere hanno di fatto bloccato il turismo nazionale, facendo calare del 99,9 per cento [3] il numero di visitatori della nazione rispetto all'anno precedente.

Mentre il governo giapponese non rilascia nessuna informazione [4] sulla riduzione delle restrizioni di ingresso, ci sono piani per aiutare a sovvenzionare [5] l'industria turistica giapponese incoraggiando i viaggi nazionali. Per gli aspiranti visitatori, tuttavia, il divieto di viaggiare in Giappone rende quasi impossibile, almeno per il momento, pianificare una vacanza. Per fortuna, YouTube è il veicolo perfetto attraverso cui organizzare la vostra visita virtuale del Giappone.

Il canale YouTube Anna Film Production [6] produce brevi video di attrazioni interessanti e scenografiche nella regione di Kansai [7] [it] nel Giappone occidentale. Questa zona densamente popolata, che circonda la seconda città giapponese di Osaka [8] [it], include le capitali storiche di Kyoto [9] [it] e Nara [10] [it] e la città portuale di Kobe [11] [it]. La combinazione regionale di paesaggi urbani, siti culturali e bellezza della natura in montagna la rende una magnifica destinazione turistica.

Mentre Anna Film Production carica i video di alcune delle più famose località turistiche a Kansai, compreso il Grande Buddha di Nara [12] e Fushimi Inari shrine [13] a Kyoto e anche le fioriture dei ciliegi [14] e le maiko [15] (apprendista geisha) in varie località, il canale accompagna i visitatori anche in un tour virtuale di alcuni luoghi affascinanti, lontano dagli itinerari più frequentati.

Isole Tomogashima, una ‘vera Laputa’

Le Isole Tomogashima [16], situate a circa 100 chilometri a sud-ovest del Giappone al largo della costa della Prefettura di Wakayama, presentano le rovine di fortezze costruite negli anni 1880 come parte del sistema difensivo costiero in Giappone.

Si racconta che le rovine in mattoni rossi sulle isole somiglino a Laputa [17], il galleggiante “Castello nel cielo” [18], dell'omonimo film dello Studio Ghibli [19] [it].

Distributori automatici retrò

Questo video ci permette di visitare Maizuru [20], nella prefettura rurale a nord di Kyoto, un luogo difficile da raggiungere per i turisti dal centro di Kyoto o da Osaka.

In questo caso ci viene offerta una visita guidata di distributor automatici retrò degli anni quaranta, in un'area di sosta sulla strada lungo il fiume Yura [21], tra Maizuru e la località turistica Amanohashidate [22] [it].

Le antiche case dei mercanti a Omi (Shiga)

Nonostante sia situata vicinissima a Kyoto, con un rapido e semplice accesso ferroviario, e pur avendo una propria quota equa di località turistiche, la Prefettura di Shiga è fuori dalle rotte battute dalla maggior parte dei turisti.

Gokasho [23], sul lato orientale [24] del Lago Biwa, ha un quartiere di case di mercanti ben preservate. Quando il turismo nazionale riprende in Giappone, è improbabile che Gokokasho veda le enormi folle che hanno invaso la vicina Kyoto negli ultimi anni.

Oltre a decine di video di alta qualità correlati ai viaggi, ci sono molte gemme da scoprire. Il canale include alcuni reperti storici rari, comprese le scene di Tokyo nel 1958 [25], Nagoya nel 1955 [26] e Nara nel 1954 [27], quando il Giappone era veramente tagliato fuori dalle rotte battute dai turisti.