chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

India: giochi e danze anche per le donne sposate, ma per un giorno soltanto

Il progetto India Unheard [en, come tutti i link successivi] racconta di due festività in diverse aree del Paese durante le quali le donne sposate delle comunità tribali possono, per un giorno soltanto, giocare e danzare in pubblico senza incorrere nel rischio della censura.

Danza classica indianaDanza classica indiana a Kerala di Steve Cox, ripresa con licenza Creative Commons Attribution

Nel post Tribal Festival Celebrates Femininity , Devidas Gaonkar spiega come, a causa della struttura patriarcale ancora centrale in tante comunità tribali, esistano davvero poche occasioni in cui le donne possano lasciare i propri lavori e doveri domestici, e come, pertanto, per quest'ultime tale festival costituisca un'occasione per stare assieme e divertirsi. Devidas è cresciuto osservando la madre e la sorella godersi questo giorno, comprendendo così l'importanza di dover dare alle donne l'opportunità di partecipare alle festività, nella stessa maniera in cui viene permesso agli uomini.

Il video che segue, realizzato da Devidas Gaonkar, mostra i festeggiamenti per Dhillo, riservati al giorno precedente di quelli per Diwali, a Cotigao, nell'area di Goa:

‘Dhillo’ è il nome di un feticcio di argilla o sterco di mucca fatto dalle donne a significare la divinità; viene posto nel ‘maand’ del villaggio (palco o spazio riservato a manifestazioni o festival), ove le donne iniziano a eseguire le danze locali, note come ‘khel’ (gioco).

Un'altra volontaria di India Unheard, stavolta della regione del Maharashtra, parla di un giorno simile durante il quale le donne della comunità possono finalmente ballare e divertirsi:

Nella regione rurale di Mahasrashtra dove vive Rohini, che realizzato il video, le donne sono trattate come inferiori rispetto agli uomini. Infatti, mentre quest'ultimi sono liberi di fare qualsiasi cosa vogliano, il raggio d'azione delle donne è profondamente limitato, dovendo oltretutto prendersi la briga di richiedere ai membri della famiglia uno speciale permesso solo per metter piede fuori di casa. In particolare, il divieto riguarda attività quali cantare, ballare o giocare in pubblico. Quante lo fanno comunque vengono guardate dall'alto in basso, come donne di scarsa statura morale. Tuttavia una volta all'anno – durante la festa di Nagpanchami – tale sbarra viene alzata ed è previsto che le donne danzino e prendano parte ai giochi collettivi.

India Unheard è un servizio d'informazione locale promosso da Video Volunteers, organizzazione che si prefigge di formare professionalmente i membri della comunità, al fine di farli diventare dei corrispondenti, delle persone cioè in grado di raccontare, attraverso video, SMS o altri social media, le storie uniche delle proprie minoranze o delle comunità emarginate.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.