chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Palestina: controversie per un documentario sulla morte di Arafat

Il 3 luglio scorso il canale di informazione Al Jazeera ha diffuso un documentario-inchiesta [en] sulla misteriosa morte del Presidente palestinese Yasser Arafat [it], avvenuta a Parigi l'11 novembre 2004. Il documentario sostiene che piuttosto che morire per cause naturali, Arafat è stato avvelenato con il polonio [en].

Sia durante che dopo la messa in onda del documentario, molti utenti Twitter hanno espresso le riflessioni e reazioni alle prove presentate. La maggioranza non si stupisce che Arafat sia stato avvelenato, cosa sostenuta da tempo da diverse fonti. La notizia del ricorso polonio costituisce invece un nuovo dettaglio.

Yasser Arafat al World Economic Forum a Davos, Gennaio 2001. Foto di Remy Steinegger (CC BY-SA 2.0)

Yasser Arafat al World Economic Forum a Davos, Gennaio 2001. Foto di Remy Steinegger (CC BY-SA 2.0).

Su Twitter, This is Gaza scrive [ar]:

@ThisIsGaZa :الجزيرة تكشف حقائق جديدة عن وفاة عرفات عثر تحقيق للجزيرة استمر تسعة أشهر على مستويات عالية من مادة البولونيوم السام في مقتنيات للرئيس عرفات
Al Jazeera rivela nuovi fatti sulla morte di Arafat, dopo che un'indagine durata nove mesi ha trovato alti livelli dell'elemento tossico polonio nei suoi effetti personali.

Ola Anan commenta [ar]:

@olanan: هلأ الكل يتساءل عن الجديد الذي قدمه وثائقي الجزيرة ‘والشعب كله كان عارف انو مات مسموم’. الجديد هو الادلة المادية.. بالأول كان اشاعات فقط!
Adesso ognuno si sta chiedendo quale nuova informazione sia stata data nel documentario di Al Jazeera, visto che l'intera nazione sapeva che era stato avvelenato. La novità è che sono state fornite delle prove per ciò che prima erano solo voci.

Molti Palestinesi si schiedono perché il documentario sia stato trasmesso adesso, e perché ricorra a teorie complottiste come spiegazione. Majd risponde così [ar]:

@majds: قمة الوقاحة: ان يتواطؤا ل 8 سنوات باخفاء حقيقة اغتيال الشهيد ياسر عرفات، وبعدها عندما يأتي من يكشف الحقائق بمهنية، يقولون له: توقيتك مشبوه!!
È irritante che coloro che per otto anni hanno cospirato per nascondere la verità sull'assassinio di Yasser Arafat, poi dicano, nel momento in cui qualcuno si fa avanti a rivelare la verità, “È sospettoso che lo si dica solo ora!”

Mausoleo di Yasser Arafat. Foto di Mary-Katherine Ream (CC BY-NC 2.0).

Nour Abed non nasconde la sua opinione negativa su Al Jazeera e sui media in generale, ma elogia l'emittente per questo documentario [ar]:

@NourGaza: كلنا يعلم أن قناة الجزيرة كغيرها مجرد إعلام موجه له أسبابه وأهدافه وراء كل طرح جديد, ولكن هذا لا ينفي أنها كشفت معلومات جديدة عن موت ‎‫#عرفات‬!
Sappiamo tutti che Al Jazeera come ogni altro canale ha una sua politica, con proprie ragione e propri obiettivi dietro ogni nuova azione, ma non si può negare che ha rivelato nuove informazioni sulla morte di Arafat.

Diana Alzeer sta ancora aspettando altre risposte:

‏@ManaraRam [en]: La prossima domanda per cui voglio una risposta è “Chi ha ucciso Arafat?”

Ismaeil Mohaisen non teme di accusare all'Autorità Palestinese [ar]:

@IsmaeilFadel: لا زلنا بإنتظار تعليق من السلطة..! خصوصاً وأن الوثائقى أشار ببعض أصابع حتى ولو بشكل غير مُباشر! هناك أشخاص متورطين، لا شك فى ذلك! ‎‪#Arafat‬
Stiamo ancora aspettando un commento da parte dell'Autorità Palestinese. Soprattutto perché il documentario implica il coinvolgimento di certe persone. Non c'è alcun dubbio su questo!

Dello stesso spirito il commento di Rami Kharais [ar]:

‏@Abuelrim: أهم ضربة للسلطة الفلسطينية بخلاف طلب سهى استخراج جثة زوجها للتحقق من التسمّم، هو إشارة التقرير أن أي تحقيق لم يجر منذ وفاته.
Il più grande colpo inferto all'Autorità Palestinese – oltre la richiesta di Suha Arafat di un esame dei resti del marito in cerca di veleno – è l'aver sottolineato che non è stata condotta alcuna inchiesta ufficiale dopo la sua morte.

Il documentario si conclude con la richiesta all'Autorità Palestinese della vedova di Yesser Arafat Suha di far riesumare il corpo del marito così da portare avanti le indagini. Il Presidente Mahmoud Abbas ha rilasciato una dichiarazione in cui si legge che l'Autorità Palestinese “non vede alcuna ragione” [en] per cui il corpo vada riesumato. Aspettiamo di vedere cosa accadrà.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.