chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Libia: emergono online le prime immagini della strage in corso

In Libia, dove la situazione è ormai estremamente pericolosa e si evolve con rapidità, nonostante le connessioni internet non siano stabili la gente riesce ogni tanto a diffondere in tutto il mondo le immagini della rivolta in corso contro il Colonnello Gheddafi. Ecco una serie di video e foto scattate nelle manifestazioni svoltesi tra venerdì 18 e lunedì 21 febbraio 2011.

Un uomo sputa su una foto del Colonnello Gheddafi. Immagine pubblicata da @abanidrees.

Un uomo sputa su una foto del Colonnello Gheddafi. Immagine pubblicata da @abanidrees.

Ssecondo l'utente che l'ha caricato, TUNISIEINFOS [ar, come tutti i link tranne ove diversamente segnalato], questo video sarebbe stato girato a Bengasi, e mostra ciò che per alcuni sarebbero le armi confiscate ai mercenari stranieri in azione in questi giorni.

Quest'altro video, caricato da zak198466sjune, è intitolato ‘Il mercato del venerdì è con voi, Tripoli e Bengasi':

In uno dei commenti a questo video, yarajawi rileva:

La folla intona: Bengasi piange sangue, dove sono gli uomini di Souq Aljum3a? [zona di Tripoli nota per il coraggio della sua gente]

Lo slogan serve a convincere sempre più persone a unirsi ai manifestanti. Dio sia con Tripoli stanotte, è quella la loro ultima roccaforte, il regime sta scatenando l'inferno contro chiunque scenda per strada.

Questa foto, pubblicata da @amtphoto mostra un graffito su un muro di Tripoli che afferma: “La Libia è libera, l'omicida di massa è andato via!”

Graffito anti-Gheddafi pubblicato da @amtphoto.

Graffito anti-Gheddafi pubblicato da @amtphoto.

WARNING: Questo link mostra una foto molto cruda di un giovane manifestante, secondo alcuni testimoni ucciso da un cecchino.

Quest'altro video, piuttosto scuro, è stato caricato da Libyanym, ed è intitolato ‘Tripoli, Sooq Al Jum3a: 20 febbraio 2011″‘:

Questo video, intitolato ‘shahat (Cyrene) si libera da Gheddafi, 20 febbraio 2011′ è stato caricato da sdontknow79 e mostra festeggiamenti a Shahat, a 1200 chilometri a est di Tripoli:

http://www.youtube.com/watch?v=c1YqgziOaDA

L'utente carica anche un altro video, in cui si vedono alcuni manifestanti sfilare di notte a Tripoli:

http://www.youtube.com/watch?v=9FXFRFQitWI

Un terzo, da sdontknow79, è intitolato ‘cecchino che spara a Tripoli, 20 febbraio 2011′:

http://www.youtube.com/watch?v=hUzQHdbnCWU

Secondo il sito Arab Revolution, quest'altro video – caricato da abo874 – mostra una manifestazione a Misurata, che si trova a 200 chilometri da Tripoli:

http://www.youtube.com/watch?v=yFL2yALsTxc

Questo video – ‘LIBIA: Manifestazioni per la democrazia nella capitale, 20 febbraio’, è stato caricato da xgotfiveonitx:

AVVERTENZA: Questo video è molto esplicito. Caricato da qwe23ir, documenta ciò che secondo gli utenti di Twitter sarebbero [en] alcuni soldati libici [en] dati alle fiamme e giustiziati per essersi rifiutati di ammazzare dei civili. Il titolo è ‘Il Battaglione dei Martitri di Bengasi':

Questo post fa parte del nostro speciale Proteste in Libia 2011 [en]

1 commento

  • […] – uno riguarda cosa c’entra l’hashatg #Berlusconi con la Libia. L’altro quello delle foto e dei video – crudi, bui, confusi – che i microblogger libici sono riusciti a postare avventurosamente fin […]

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.