chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Corea del Sud: proteste contro lo spionaggio in campagna elettorale

Le proteste continuano da diverse settimane in Corea del Sud, a causa di rivelazioni che dimostrano che l'Agenzia di Inteligence del paese abbia presumibilmente interferito durante le elezioni presidenziali di dicembre, realizzando una campagna online di attacchi anonimi contro i partiti politici dell'opposizione.

Nove agenti del Servizio di Inteligence Nazionale (NIS) hanno creato false centinaia di identità in rete e hanno scritto più di 5000 post, molti dei quali sono stati usati per attaccare [en] i partiti dell'opposizione e i loro candidati in vista delle elezioni.

Il Centro coreano di Giornalismo Investigativo (o NewsTapa) ha condiviso degli archivi di file CSV [ko, come i link seguenti eccetto diversa indicazione] che contengono dati originali che sono stati analizzati rivelando che 658 account di Twitter sono stati usati dagli agenti del NIS. Inoltre, circa 237 mila post sono stati pubblicati da questi account e più del 25% di questi riguardano la politica interna e le elezioni presidenziali. La maggior parte degli account sono stati eliminati appena il caso del NIS è arrivato nelle notizie a dicembre 2012, e i restanti account sono stati eliminati nel marzo 2013, quando le indagini hanno portato alla luce ulteriori dettagli al riguardo.

Mentre l'Agenzia NIS spiega che tutto ciò è stato parte di una campagna di guerra psicologica contro la Corea del Nord, con lo scopo di bloccare la propaganda anti-governo messa in atto dai comunisti, i manifestanti denunciano tali azioni come un agguato alla democrazia e un atto spregevole che interferisce con le elezioni.

Studenti delle 17 università più importanti del paese hanno ufficialmente denunciato il Servizio di Inteligence del paese in quanto minaccia alla democrazia. Capeggiate dagli universitari, le proteste si sono poi diffuse in diverse città, dove la gente condanna non solo l'Agenzia, ma anche la Polizia e il principale partito dal momento che hanno provato ad insabbiare la vicenda.

(Foto) In rete sono stati condivisi diversi video delle manifestazioni dei vari gruppi di protesta. Nel video che segue dell'utente Vimeo ground20, un gruppo di universitari protesta prima di scontroarsi con la polizia.

A Seul si è tenuta una fiaccolata pacifica. Il video che segue è stato caricato dal famoso giornalista partecipativo Media Mongu sul suo canale di Youtube.

Gli utenti della rete si sono espressi sul caso, definendolo un atto spregevole che colpisce una nazione alla radice, come spiega il seguente post pubblicato su Twitter:

@bbjgo: 국정원의 조직적 선거개입은 민주주의에 대한 명백한 테러입니다[…] 국정원에 대해 헌법정신에 따른 즉각적이고 분명한 조치로 국기를 바로해야겠습니다.

@bbjgo: L'Agenzia di Inteligence che ha sistematicamente interferito con le elezioni, rappresenta un atto terroristico contro la democrazia. Bisogna immediatamente prendere severi provvedimenti.

Nonostante le indagini siano proseguite per oltre due mesi, gli utenti di internet si dichiarano insoddisfatti, dal momento che non risulta spiegato in maniera chiara come abbiano interferito sulle elezioni presidenziali le operazioni attuate dall'Agenzia, e come Won Seihoon, l'attuale direttore dell'Agenzia dell'Inteligence, sia scampato all'arresto.

Nessuno dei nove agenti che hanno eseguito le operazioni è stato punito per aver infranto le leggi che regolano le elezioni, secondo le quali i servitori dello stato non possono interferire con le stesse. Il principale blogger politico Impeter ha criticato le quasi fittizie operazioni investigative e l'intento, da parte del partito egemonico, di coprire le indagini.

국정원은 종북세력 감시와 대북 업무차원에서 인터넷을 모니터링했다고 주장하지만, 이것은 전혀 근거가 없는 변명에 불과합니다. 특히 다음 아고라에서 보여준 국정원의 지독함은 상상을 초월할 정도였습니다. […] 도대체 국정원이 얼마나 많은 인터넷 공간에서 범죄를 저질렀는지는 정확히 판명되지 않고 있습니다. 계속해서 범죄 행위가 발견되지만, 그만큼 국정원도 발 빠르게 움직여 그들의 증거를 계속 삭제하고 증거 인멸을 꾀하고 있습니다 […] 새누리당은 경찰과 결탁하여 범죄 사실을 은폐했으며, 경찰 수사 발표를 철저히 자신들에게 유리한 시간에 터트리도록 조작했습니다. 또한 ‘여성 인권'을 강조하며 오히려 문재인 후보의 도덕성을 떨어뜨리는 수법을 자행했습니다. 조중동과 종편은 연일 경찰의 수사 발표와 새누리당의 여성 인권 논리를 계속해서 내보냄으로 국민을 세뇌시켰으며[…]

L’ Agenzia NIS ritiene di aver semplicemente monitorato lo spazio di internet, in quanto questo è parte della sua campagna contro la Corea del Nord, e attività di sorveglianza contri i gruppi pro-Corea del Nord, ma questa è solo una scusa senza fondamento. L'intensità/rigorosità delle operazioni eseguite dall'Agenzia sul sito Daum Agora hanno superato la nostra immaginazione. E’ difficile da quantificare l'estensione del crimine compiuto dall'Agenzia [a causa del suo gran volume]. Ulteriori prove dei crimini commessi stanno per uscire allo scoperto, ma l'Agenzia sta reagendo velocemente  eliminando e distruggendo le prove schiaccianti. Il partito dominante Seanuri si è alleato con la polizia per insabbiare il crimine, e ha manipolato i tempi d'indagine, in modo da far venire alla luce i risultati solo al momento giusto (per loro). Hanno inoltre approfittato del fatto che l'agente segreto fosse una donna, usando della retorica sui diritti delle donne per attaccare il candidato dell'opposizione Moon Jae-in, mettendo in questo modo in discussione la sua morale. Inoltre, i Cho-Joong-Dong [i tre notiziari più importanti del paese] hanno cercato di mettere in atto un vero e proprio lavaggio del cervello, insistendo sulla logica adottata dal partito Seanuri sui ‘diritti delle donne’, e sui risultati delle indagini della  polizia […]

Non si sono infuriati solo gli studenti e i gruppi liberali. Un noto conservatore ed ex professore dell'Università Nazionale di Polizia, Pyo Chang-won, ha presentato diverse petizioni contro l'Agenzia NIS (foto). La prima petizione [en] ha raccolto più di 100 mila firme online e la seconda ha superato le 200 mila. Parte della seconda petizione afferma:

[수사결과에 나타난] 증거들은 국정원이 바로 ‘한국형 매카시즘’을 일으켰다는 사실을 확인해주고 있습니다. 야당과 야당 의원들, 시민단체나 노동조합, 교사단체, 정부에 비판적인 지식인이나 국민들 모두를 ‘종북’으로 매도하고 이를 뒷받침하는 허위 사실과 논리들을 무차별적으로 인터넷에 살포했습니다. 그 허위사실과 논리들은 다시 극우 논객들과 일베 등 극우적 사이트 회원들을 통해 확대 재생산되어 인터넷을 뒤덮었습니다. 국정원이 말한 ‘사이버 심리전’입니다.[…] 자신의 투표권이 유린되었다고 분노한 국민도 많지만, 여전히 국정원의 “종북 대응을 위해 필요한 활동이었다”라는 변명을 믿고싶어하는 국민 역시 많습니다. 양측 모두 “진실과 정의”를 원합니다.

Prove schiaccianti [venute fuori nelle indagini della polizia] dimostrano che l'Agenzia NIS abbia incoraggiato la versione coreana del Maccartismo [it]; Il partito d'opposizione, i suoi membri, i gruppi civili, i sindacati dei lavoratori, i sindacati degli insegnanti, gli intellettuali e qualsiasi altra persona che sia stata contro il governo — sono stati etichettati come Jongpuk [pro-Corea del Nord e simpatizzanti della Corea del Nord]. Per dare un fondamento alla teoria dei Jongpuk, l'Agenzia ha negato l'evidenza, ha modificato la logica e ha diffuso le sue rivendicazioni in rete. Le sue teorie si sono rafforzate e ingigantite a causa di gruppi di estrema destra, come il sito Ilbe [en]. Questo era ciò che l'Agenzia intendeva con ‘guerra psicologica’ [contro la Corea del Nord] […] Mentre alcuni esprimono la propria rabbia poichè questa vicenda ha violato i diritti individuali degli elettori, altri credono ancora all'alibi secondo cui l'Agenzia avrebbe attuato il piano per combattere i gruppi pro-Nord Corea. Tuttavia, entrambe le fanzioni chiedono la stessa cosa: verità e giustizia.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.