chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La campagna ‘Nuh Guh Deh’ (Non andare lì) per liberare la Giamaica dagli abusi sulle giovani donne

Children at an outdoor class run by the local community for the children of squatters in Kingston, Jamaica; photo by the United Nations, used under a CC BY-NC-ND 2.0 license.

Alunni di una classe gestita dalla comunità locale contro gli abusi su minori a Kingston, Giamaica; foto delle Nazioni Unite, utilizzata previa licenza CC BY-NC-ND 2.0.

Per cercare di cambiare la dura realtà che molte giovani donne sono costrette ad affrontare in Giamaica, l'organizzazione non governativa Eye for Life [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazioneha lanciato la campagna “Nuh Guh Deh” (Non andare lì). Il “lì” a cui ci si riferisce è l'abuso sessuale che molte di loro si trovano costrette a subire anche a causa di una cultura principalmente maschile nella quale l'iniziazione sessuale delle giovani donne è considerata una pratica largamente accettata.

Chi vive al di sotto della soglia di povertà è inoltre particolarmente esposta a questo pericolo. Molte donne sono trascinate in traffici illeciti o vendute, spesso proprio dai loro parenti o supervisori, ai cosiddetti “uomini generosi” con la promessa di aiuti economici.

Prendendo parte a questa iniziativa, la ONG punta a sensibilizzare la popolazione su questa tematica e di proteggere il futuro di molte giovani giamaicane. La blogger Emma Lewis ha seguito da vicino tale iniziativa ed è intenzionata a darle rilievo durante la Giornata Internazionale della Bambina organizzata dalle Nazioni Unite. Potrebbe trattarsi infatti di un ottimo supporto per le vittime di abusi. Molte di loro non hanno ricevuto un'istruzione adeguata e questa iniziativa potrebbe porre un rimedio a tutto ciò.

La Lewis ha anche sottolineato che purtroppo non sono solo le ragazze giamaicane a subire queste circostanze:

In many parts of the world, girls face discrimination. In some countries, they are forced into early marriages […] which they are physically and psychologically unprepared for. In many countries, girls are subject to physical and sexual abuse. Millions of girls up to fifteen years of age endure and suffer from female genital mutilation (circumcision). Many are deprived of a proper education. Many are forced into child labor, sexual exploitation and human trafficking. The International Day of the Girl Child focuses on the need to address these difficulties, to promote girls’ empowerment and the fulfillment of their human rights.

In molte zone del mondo le ragazze sono vittime di discriminazioni. In alcuni paesi sono costrette a matrimoni precoci […] ai quali non sono fisicamente e psicologicamente pronte. In molti paesi le giovani donne sono vittime di abusi fisici e sessuali. Milioni di adolescenti entro i 15 anni sono vittime di mutilazione dei genitali (circoncisione). Molte di loro non hanno accesso ad un'educazione adeguata. Molte di loro sono coinvolte in attività di lavoro minorile, sfruttamento sessuale e traffico di esseri umani. La Giornata Internazionale della Bambina si concentra sulla necessità di risolvere tali problematiche, di aumentare la consapevolezza femminile e di garantire l'adempimento dei diritti umani.

Ha commentato il lavoro svolto da Eye for Life a supporto delle donne provenienti dai paesi più emarginati del mondo, giovani madri nubili, positive all'HIV e le loro figlie, fornendo consulenza per l'AIDS, supporto psicologico, sociale e formazione in difesa dei loro interessi. La Lewis ha inoltre spiegato:

Young women make up over sixty per cent of all people living with HIV globally. In Jamaica, there are more than twice as many women in the 15 – 24 years age group living with HIV as there are men […]

Their situation is usually exacerbated by poverty and the rising cost of living; unemployment; stigma and discrimination; lack of family support; domestic and sexual abuse (increasingly); and even in some cases homelessness.

Le giovani donne rappresentano il 60% della popolazione colpita da HIV a livello globale. In Giamaica più della metà delle donne tra i 15 e i 24 anni è affetta da HIV rispetto agli uomini […]

La loro situazione è spesso ulteriormente complicata da altri fattori come la povertà in cui vertono, il costo della vita in aumento, disoccupazione, stigma e discriminazione, mancanza di supporto familiare, abusi domestici e sessuali (in aumento) e in alcuni casi mancanza di fissa dimora.

Sebbene Eye for Life abbia sollevato queste importanti tematiche e stia tentando di modificare un atteggiamento purtroppo ben radicato nella cultura giamaicana per spezzare il circolo vizioso delle violenze, il cammino per interrompere lo “‘sfruttamento’ e gli abusi sulle giovani donne” è ancora lungo:

It is the practice of older men approaching these very young girls for sex, which is often forced on them. They are still children. It is illegal. It is sexual abuse. It causes mental, spiritual and physical suffering, unwanted pregnancies, sexually transmitted infections, and sometimes HIV. Men, stop it!

Questa pratica è tipica di alcuni uomini che avvicinano le ragazze in cerca di rapporti sessuali che spesso vengono loro imposti. Sono ancora delle bambine. È illegale. È abuso sessuale. E può causare sofferenza mentale, fisica e spirituale, oltre che gravidanze indesiderate, trasmissione di malattie veneree, e a volte l'HIV. Uomini, smettetela!

Il lancio ufficiale della campagna “Nuh Guh Deh” avverrà sabato 11 ottobre 2014, coincidendo in questo modo con la Giornata Internazionale della Bambina.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.