chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Il culto della chirurgia estetica cresce esponenzialmente sui social media cinesi

Image by TeeLamb. CC BY-NC-SA 3.0

Immagine di TeeLamb. CC BY-NC-SA 3.0

In meno di due decenni, la chirurgia plastica ha avuto un'impennata esponenziale in Cina. Le procedure mediche sono state trasformate in prodotti di consumo, grazie a una miriade di spot pubblicitari che promuovono l'ideale standardizzato di bellezza asiatica, ma anche alle strategie di marketing su social media che costruiscono una comunità che dà alle donne il “potere” di cambiare la propria faccia, e di conseguenza la propria vita.

Secondo le stime sull'industria della chirurgia plastica in Cina, nel 2014 sono stati rilevati 140 milioni di potenziali clienti [zh, come gli altri link tranne ove diversamente indicato]. Un volto ogni mille ha subito un trattamento chirurgico di carattere minore o maggiore, mentre due persone su mille hanno almeno preso in considerazione l'idea di andare sotto i ferri.

‘Non cambia solo la tua vita, ma anche la tua personalità’

Coloro che vivono con valori confuciani credono che l'educazione spirituale sia più importante dell'aspetto fisico. Tuttavia, questo ideale ha lasciato il passo ad una visione imperante tra i giovani cinesi per cui il proprio aspetto fisico sia in grado di determinare il proprio destino. Secondo credenze popolari, modificando leggermente le caratteristiche facciali, che siano le palpebre o il naso, anche la propria vita diventerà più bella.

Storie di come un cambiamento nel volto possa accompagnare l'avvento di un futuro migliore sono state condivise tantissime volte sui social media cinesi e tra giovani donne:

美丽的外表,带来的不仅是生活的改变,还有自我的改变,祝福亲,美丽生活,美好人生

Un bell'aspetto fisico non ti cambia solo la vita, ma anche la personalità. Sentitevi fortunate, godetevi una vita e un futuro bellissimi.

以前都说,心态年轻,才能让外表保持年轻,这固然没错,但年轻的心态下必然是因为每天的心情都很美好,不管是生活在什么样的环境中,让自己心情好的方法很多,其中,欣赏自己一定是一个重要的且不可或缺的要素,你说一个一照镜子就心情不好的人,怎么可能生活的乐观,还能保持心态年轻呢?所以,年轻的心态和年轻的外表是相辅相成,互相影响的。
看着自己越来越年轻、越来越漂亮,谁还会管这是人工的还是天生的,至少我现在是很快乐的

La gente dice spesso che rimanere giovane nel cuore ti fa sembrare anche più giovane di aspetto. Per quanto questo sia sicuramente vero, è necessario essere di buon umore per rimanere giovani nel cuore. Ci sono molti modi per mantenere il buon umore, ma ciò che è più necessario è saper apprezzare se stessi. Se una persona si guarda allo specchio e non si sente bene, come può essere ottimista verso la vita e rimanere giovane dentro? Di conseguenza, l'aspetto fisico e la gioventù interiore vanno a braccetto.

Mentre ti guardi diventare più giovane e più bella, a chi importa se sei naturale o artificale? Almeno per me, ora sono molto felice così.

Commenti simili si trovano su soyoung.com, una piattaforma di servizio per i pazienti che si sono sottoposti a chirurgia plastica. Essa permette agli utenti di caricare le proprie foto e condividere le proprie esperienze al riguardo in un diario online. La piattaforma è gestita da un'agenzia di servizi di chirurgia estetica; connette medici e ospedali, in patria e all'estero, con le loro clienti, e permette alle utenti di accedere ai consulti e di prendere appuntamenti online.

In soli due anni, la piattaforma che agisce da online a offline ha accumulato più di 600.000 utenti registrati, ed ha facilitato il lavoro dii 2.000 strutture che offrono chirurgia estetica per raggiungere le proprie clienti. Esistono circa una dozzina di piattaforme simili, che permettono a questa industria di promuovere i propri servizi medici.

Il potere del marketing sui social media

Le bellissime modelle sui cartelloni pubblicitari rinforzano lo standard di bellezza asiatico: pelle bianchissima, palpebre delineate, un naso dritto e ben pronunciato, viso ovale, seno prosperoso, gambe lunghe e magrissime. In aggiunta, le app per smartphone che permettono di modificare il proprio aspetto non fanno che intensificare la tentazione di ottenere quella bellezza ideale così “desiderabile”.

L'idea propagata dalle industrie cosmetiche è che non esistano donne brutte, solo donne pigre che non apportano i cambiamenti chirurgici necessari per conformarsi al proprio ideale. Queste operazioni non hanno sempre successo, tuttavia non esistono piattaforme di social media simili dedicate a condividere le esperienze di coloro che hanno subito operazioni finite male.

Un’inchiesta investigativa realizzata da Initium, una piattaforma basata ad Hong Kong, ha svelato che l'industria della chirurgia estetica utilizza sui social tattiche di marketing molto potenti, che permettono di nascondere le lamentele e di creare una mentalità da gregge tra le potenziali clienti.

Nell'inchiesta, una paziente anonima ha condiviso la propria esperienza con un chirurgo plastico molto famoso, il quale era già stato coinvolto in una polemica a causa di un errore durante un'operazione di limatura d'osso che ha portato alla disabilità di un'altra paziente. Nonostante la gravità dell'errore, il team di marketing su social media del medico è riuscito a convincere la suddetta paziente ed altre potenziali clienti che la notizia fosse solamente una falsa voce messa in giro da alcuni concorrenti. Prima di optare per la procedura di limatura dell'osso, la paziente anonima ha deciso di iscriversi ad un gruppo di pazienti di tale dottore su QQ, piattaforma di social media cinese. I commenti positivi e la frenesia e sollecitudine delle altre clienti nell'accogliere le prospettive dell'operazione le hanno fatto sottovalutare i potenziali rischi a cui sarebbe andata incontro.

Le voci delle vittime vengono dimenticate

La maggior parte delle vittime della chirurgia plastica finita male non condividono volentieri le proprie dolorose esperienze, poiché solo raramente ottengono l'appoggio dell'opinione pubblica. I commenti seguenti [en], pubblicati sotto un racconto del blog di lifestyle dello Shanghaiist che riguardava una serie di proteste [it] di vittime di chirurgia plastica fallimentare a Seoul, Corea del Sud, sono piuttosto tipici:

Non ho compassione per le persone che vengono ingannate da questi metodi “super economici”. Ok, i chirurghi plastici non sono tanto qualificati quanto i veri chirurghi, ma per fare ciò che fanno hanno impiegato anni di duro lavoro e studio. Se la gente vuole essere taccagna da questo punto di vista e tentare di risparmiare soldi affidandosi a chirurghi con una preparazione dubbia, allora sono loro che danneggiano quelli onesti che fanno bene il loro lavoro e hanno passato anni ad impararlo. Io comunque odio la chirurgia plastica, ma il principio di base rimane invariato. Tra le nazioni ricche, la Cina è probabilmente il paese che soffre di più dell'atteggiamento da “perché sprecare fior di quattrini per pagare qualcuno che sa cosa sta facendo”.

Le persone nascono con un certo aspetto e caratteristiche che le definiscono. Stanno cercando di negare l'aspetto che i genitori hanno loro donato? C'è differenza tra la chirurgia dopo un incidente per riparare danni estetici e questo. Questa scelta è inutile e dannosa.

Anche quando le vittime sono abbastanza coraggiose da affrontare gli sguardi pubblici e raccontare le loro storie, le loro voci vengono soppresse dal business molto proficuo del marketing su social media. Il mancato equilibrio nell'informazione riflette gli effetti dannosi delle attuali politiche cinesi sull'amministrazione di internet, che incoraggiano la crescita di business online soffocando allo sesso tempo lo sviluppo di comunità virtuali, quali quelle dedicate ai problemi dei consumatori, delle donne e dei diritti civili, poiché sarebbero realmente in grado di dare ai normali cittadini il potere di far sentire la propria voce.

Anche Ayo Awokoya ha contribuito a questo articolo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.