chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Ho il terrore di metter piede negli Stati Uniti mentre Trump è presidente

Inverno in Indiana. Foto dell'autore usata con permesso.

Ho vissuto negli Stati Uniti da agosto 2006 a ottobre 2010. Da quel momento, sono tornato a trovare degli amici negli Stati Uniti per quattro volte. È sempre stato un gran piacere mettermi in contatto con loro e ricordare i bei tempi andati. Molti dei momenti più felici della mia vita li ho passati in una delle cinque città in cui ho vissuto: ho incontrato la mia futura moglie, ho finito il dottorato, ho trovato il mio primo lavoro, e ho viaggiato per il Paese con amici e familiari.

Mi mancano sinceramente i miei amici americani, ma per un po’ temo che mi sarà impossibile andarli a trovare. Significherebbe dover superare troppa frustrazione per come il Paese che conoscevo è cambiato.

Ho provato a dare il beneficio del dubbio alla nuova amministrazione Trump, nonostante le prove contrarie, a partire dall'aspra campagna presidenziale del 2016 fino all'insediamento. Questa amministrazione è stata terribilmente incompetente, sconsiderata e crudele—come temevo.

In sei mesi dalla presa del potere di Trump, ho visto la disperazione aumentare negli occhi dei miei amici per ogni decisione sciocca o tweet del loro presidente, inclusi gli sforzi di demolire l'Affordable Care Act, il divieto di viaggio, e le oltre 135 false affermazioni [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] che il presidente ha pronunciato pubblicamente.

Ho anche ammirato la determinazione che molti cittadini americani hanno dimostrato nel resistere all'attacco di Trump, la loro resilienza è notevole. Ma la legittimazione di tanti atti di cattiveria da parte dell'attuale elite politica per me è troppo.

Non ho preso a cuor leggero la decisione di non andare a trovare amici e parenti. Sono persone che hanno significato tutto per me per 14 anni. Persone che mi hanno mostrato come navigare in questo mondo in rapida evoluzione senza perdere il buon senso. Persone che mi hanno accolto quando mi sono sentito completamente perso in questo nuovo Paese e mi hanno fatto sentire a casa. Questa è la versione del Paese che voglio ricordare. Mi si spezza il cuore a vedere il Paese alla mercé di pochi spietati ignoranti.

Ricordo ancora quando sono arrivato a Washinghton D.C. 21 anni fa. Il campus universitario di Georgetown sopra il fiume Potomac era uno spettacolo per gli occhi, e avevo pensato a quanto fossi fortunato ad avere avuto quell'opportunità. Sono ancora grato per l'istruzione che ho ricevuto nello Stato di Washinghton D.C. e in molti altri luoghi in tutto il Paese. Quindi è ancora più esasperante venire a sapere che a persone molto più meritevoli di questa opportunità rispetto a me,  come la squadra femminile afgana di robotica, è stato negato l'ingresso nel Paese senza pensarci due volte.

Le restrizioni per i visti erano già rigorose nelle precedenti amministrazioni. Ma nessuno ha mai avuto la sensazione che chiunque arrivasse al confine degli Stati Uniti potesse essere detenuto per un motivo qualsiasi. A febbraio lo storico francese Henry Rousso era sbarcato a Houston per partecipare ad una conferenza presso la Texas A & M University. L'ufficiale dell'immigrazione ha detto a Rousso che secondo il suo visto turistico non gli era stato “concesso di dare una lezione e di ricevere un onorario” .

Confermo. Sono stato trattenuto 10 ore all'Aeroporto Internazionale di Houston per poi essere espulso. L'ufficiale che mi ha arrestato era “inesperto”.

Questo è solo uno dei tanti incidenti che si sono verificati da quando Trump è si è insediato alla Casa Bianca.  Le scuole canadesi hanno annullato visite negli USA a causa dell'incertezza delle politiche di immigrazione, così come hanno fatto altri visitatori abituali a nord del confine.

Le cose come hanno potuto peggiorare così rapidamente?

L'elenco delle misure incomprensibili adottate da questa amministrazione è infinito. Guardarle una per una sarebbe inutile, anche perché la maggior parte di esse sono state già analizzate, sezionate e discusse a lungo. Tuttavia, qualunque disegno di legge che elimini la copertura sanitaria a 23 milioni di cittadini sembra essere la misura discutibile per eccellenza. E una politica che impedisce ai soldati che hanno combattuto per la causa di entrare nel Paese non ha senso.

Io sono del Madagascar, che negli ultimi decenni è diventato uno dei paesi più poveri del mondo. È grazie a politiche idiote e a governanti incompetenti che siamo arrivati ​​ad una situazione così terribile. Ma preferirei senza dubbio uno qualunque dei nostri precedenti presidenti all'attuale presidente americano. Almeno nessuno di loro ha pensato che la affrontare un organo di stampa in stile World Wrestling Entertainment  fosse qualcosa di importante da pubblicare sul proprio profilo di social media.

Questo tipo di comportamento insensato è il motivo per cui temo di tornare negli Stati Uniti. Se un presidente si sente legittimato a prendere in giro i media e non dimostra rimorsi per aver aggredito fisicamente la stampa (seppur per scherzo), perché i suoi sostenitori pensano di aver bisogno di dimostrare equilibrio? Trump ha autorizzato tutti i radicali e i mentecatti ad agire in base ai propri impulsi. La spavalderia viene premiata mentre il ragionamento viene minimizzato. In qualità di uno che è visibilmente in minoranza, nel clima attuale, non sarebbe irragionevole aspettarsi che qualche idiota mi tendesse un agguato solo per vantarsi con i suoi amici altrettanto idioti. I numeri mi supportano: il Southern Poverty Law Center riferisce che a partire da febbraio 2017 sono stati registrati 1.372 crimini d'odio post-elezione.

Di certo sono stati commessi crimini d'odio anche durante le amministrazioni Bush e Obama. Avevo appena cominciato il dottorato quando c'è stato l'attentato dell'11 settembre. Due giorni dopo mio un amico Sikh è stato aggredito davanti a casa sua. Anche se spesso non ero d'accordo con l'amministrazione Bush, ci si poteva almeno aspettare un po’ di decenza durante il periodo di crisi. La politica estera di Obama ha fatto la sua parte nell'inimicarsi il resto del mondo, ma Obama è stato sempre pronto a condannare i crimini d'odio ogniqualvolta siano stati commessi. Il comportamento dei due predecessori di Trump hanno dimostrato rispetto per la funzione di Presidente. Non ne vedo però nell'amministrazione attuale.

Trump con l'arroganza viene messo sotto i riflettori, e quest'uomo certamente ama avere attenzioni. Suppongo che non sia così facile lasciar perdere quando si è una celebrità dei reality in televisione. Le notizie su Trump hanno preso il controllo dei feed dei miei social per mesi. La cosa è andata così fuori controllo che ho considerato di rimuovere del tutto la parola Trump, perché un uomo saggio una volta ha detto:

Permettere ad un malvagio incompetente di vivere gratuitamente dentro la propria testa, ed escludere quasi tutto il resto, è la vera definizione di follia.

Sento la gente dire che nel mondo c'è bisogno di meno sarcasmo e di più comprensione. Sento che la polarizzazione della politica sia un trend pericoloso da mettere in risalto. Ma se un tale comportamento da parte di un leader politico non ti scuote, cosa lo farà? Quando una persona con una posizione di potere attacca briga con la tua comunità, onestamente, la risposta dovrebbe essere quella di cercare di capire da dove viene?

Questa è una delle ragioni per cui preferisco non visitare gli Stati Uniti. Pensare a quel chiacchiericcio senza senso di Trump mi irrita. Non voglio essere sotto un getto di gas ardente tutto il tempo. Soprattutto non voglio cominciare ad identificare il suo comportamento con una nuova norma negli Stati Uniti. I miei amici non lo meritano.

Ci sono stati abbastanza resoconti sulle molte decisioni di questa amministrazione che sono andate storte. Ma non è stato scritto abbastanza quanto triste (e preoccupato) sia il resto del mondo nell'essere presente alla farsa che si sta sviluppando negli Stati Uniti. La maggior parte della gente del mondo non è mai stata così ingenua da accettare la nozione completa di “leader del mondo libero”. Tanto per cominciare, non siamo mai stati sicuri di cosa significasse, ed abbiamo capito certamente che le nazioni guardano come prima cosa al proprio interesse. Ma gli Stati Uniti erano percepiti come un alleato, uno con cui si poteva parlare quando sorgeva un disaccordo. Non più. Alcuni degli alleati d'oltreoceano hanno cominciato a respingere l'amministrazione Trump.

Il punto è, come Trump direbbe, che l'America è innanzi tutto il problema dell'America. In teoria questo riguarda le persone fuori dagli Stati Uniti se scelgono di andare là. Quindi io non lo farò. Ma questo incide sul resto del mondo. Una guerra nucleare è ora possibile a causa delle cose che ha scritto Trump su Twitter:

Trump sta giocando con il fuoco – con il fuoco nucleare. Ci potrebbe mandare letteralmente in guerra grazie ad i suoi tweet.

Non sono l'unico a sentirsi a disagio a visitare gli Stati Uniti in queste circostanze. Un servizio sul LA Times stima che le visite negli Stati Uniti diminuiranno di 6.3 milioni entro la fine del prossimo anno. Tra i motivi citati tra coloro i quali non desiderano andare negli Stati Uniti, molti indicano “l'atmosfera di paura negli aeroporti nazionali”. La paura di un regime autoritario di Trump ha già stimolato i cittadini all'azione. Diverse proteste hanno avuto luogo in tutto il Paese prima del 4 luglio per chiedere la messa in stato d'accusa di Trump.

Quanto a me e ai miei amici e familiari che vivono negli Stati Uniti, dico loro per il momento arrivederci. Spero di vedervi di nuovo tra quattro anni, se non prima. Per favore, perdonate la mia assenza e sappiate che mi mancate e con tutto il cuore sostengo la resistenza all'interno del Paese contro l'ignoranza e per il ritorno della sanità.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.