chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

L'impresa di una donna indiana che ha creato dei regali di carta che diventano piante

Bandiere di carta dell'India in miniatura. Immagine dall'account Flickr di Daniel Incandela. CC BY-NC 2.0

Durante le festività nazionali ed in altre occasioni, potreste vedere folle di persone sventolare centinaia o migliaia di piccole bandiere in segno di festa. Ma quando il divertimento finisce, quelle bandiere vengono spesso abbandonate e disseminate per terra.

E se non diventassero spazzatura? Se contenessero semi che con un po’ di cura potrebbero diventare delle piante? Questa è l'idea creativa [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] di un'amante della natura con una laurea in biotecnologia forense: riempire di semi i regali usa e getta.

Mansi Shah ha avviato la sua impresa Gift Green un anno fa, lasciando il lavoro che aveva, con l'idea di fare qualcosa di buono per l'ambiente. Ha cominciato modellando terra e semi a forma di modak, o ravioli dolci, per la festa di Ganesh. Poi ha creato e riempito con i semi dei rangoli (un tipo d'arte realizzata con l'argilla), usati per la festa del Diwali.

Questo l'ha spronata a continuare. Shah ha detto al Times of India in un'intervista che è stata ispirata da un'usanza giapponese per cui dei semi vengono attaccati sull'angolo di un quotidiano ed i lettori vengono informati su come piantarli. Suo padre aveva una macchina da stampa, e lei si è fatta aiutare da lui per mettere in pratica l'idea di mettere i semi all'interno della carta.

Presto ha cominciato a produrre articoli di cancelleria come biglietti, segnalibri, partecipazioni di nozze, diari, riviste e sottobicchieri tutti riempiti di semi di piante diverse.

Questi articoli vengono forniti con le istruzioni su come piantarli. Il colore della carta corrisponde ai semi contenuti; per esempio il rosso è per il pomodoro ed il verde è per il basilico.

La gente sta elogiando questa idea, la considera una bella mossa a favore dell'ambiente. Rajashree Kuttisankaran‎ ha scritto in un post di Facebook:

Just when I thought there couldn't be a perfect gift, Gift Green came along. I hate to gift a bouquet of flowers that'll die soon, or a showpiece that is forgotten in a week. On the other hand, a plant will grow and with good care, be around forever.

Proprio quando pensavo che non potesse esistere il regalo giusto, è arrivato Gift Green. Odio regalare mazzi di fiori che muoiono presto, o pezzi d'arte di cui ci si dimentica in una settimana. Per contro, una pianta cresce e prestandole la giusta cura, rimarrà per sempre.

Debjyoti Bhattacharyya [bn] ha suggerito che anche altri possono replicare l'idea di Shah:

আচ্ছা, বইমেলায় মেলাপ্রাঙ্গণ যারা কাগজের টুকরোয় ছেয়ে দেন, তাঁরা এটা ভাবতে পারেন না?
আচ্ছা আনন্দ, পত্রভারতী, দেবসাহিত্য কুটির, দেজ, মিত্র ও ঘোষ, আপনারা যে প্যাকেটে বই দেন, তা তো দু মিনিট বাদের সবাই ছিঁড়ে ফেলে দেয়! ওর একধারে মানসীর মত কয়েকটা প্রায় অদৃশ্য বীজ আটকে দিলে খুব সমস্যা হবে কি? ভাবুন তো, সে প্যাকেটটা রাস্তার ধারে কোন আস্তাকুঁড়েতে গাছ হয়ে যাচ্ছে।

Coloro che decorano la fiera del libro con i festoni di carta, non possono replicare questa idea? Editori come Ananda, Potrvarati, Dev Sahitya Kutir, Dey's, Mitra e Ghosh vendono libri in confezioni di carta sottili che finiscono in strada o nell'immondizia. Sarebbe così difficile mettere qualche seme in queste confezioni? Pensateci, le confezioni che finiscono in un angolo di strada o in una discarica diventare piante.

My new friend. 🤗 Thank you @giftgreenindia #NewFriend #AloeVera #Plant #GiftGreenIndia

A post shared by shivangi joshi (@shivangijoshi) on

L'impresa di Shah intraprende anche alcune iniziative motivazionali e volte a sviluppare le capacità come i laboratori per il compostaggio e il giardinaggio. Inoltre vuole rendere disponibili più articoli ecosostenibili e personalizzabili che serviranno a promuovere la sua missione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.