chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

“Confermata un'eruzione esplosiva” del vulcano La Soufrière di St. Vincent

Foto del vulcano Soufriere a St. Vincent pubblicata sugli account dei social media dell'UWI Seismic Research Centre.

La previsione degli esperti sismici che il consistente vomito e gorgoglio del vulcano La Soufrière di St. Vincent e Grenadine sarebbe culminato in un’eruzione [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] si è avverata.

Alle 8:52 (GMT-4) del 9 aprile, il National Emergency Management Office (NEMO) del paese ha twittato solo tre parole – “Eruzione esplosiva confermata” – un aggiornamento che è stato seguito a breve dal seguente tweet:

La Soufriere è entrata in uno stato esplosivo. Pennacchi fino a otto chilometri. Caduta di cenere prevista entro cinque minuti

Dopo una riunione di emergenza nel pomeriggio dell'8 marzo, il governo ha iniziato a evacuare circa 20.000 persone che vivono vicino al vulcano nel nord dell'isola, circa il 18% dell'intera popolazione del paese.

Alle sei del mattino del 9 aprile, NEMO ha confermato che “l'evacuazione dalla zona rossa alla zona sicura” è in corso. Le evacuazioni hanno avuto luogo sia via terra che via mare, con diversi territori regionali, tra cui St. Lucia e Barbados, che si sono offerti di ricevere gli sfollati.

Il Centro di Ricerca Sismica dell'Università delle Indie Occidentali ha postato ieri una foto della cupola scattata poco prima del tramonto, avvolta da un bagliore inquietante:

Le ultime immagini della cupola scattate prima del tramonto dalla fotocamera della cima da @VincieRichie mostrano la cupola ora incandescente e l'altezza è ora stimata essere sopra la parete meridionale del cratere. Seguite noi e @NEMOSVG per ulteriori informazioni.

All'alba, le immagini mostravano un'attività notevolmente maggiore:

L'inizio di un nuovo giorno. Foto a lunga esposizione scattata dal sismologo del vulcano Roderick Stewart all'Osservatorio di Belmont questa mattina presto. Si può vedere chiaramente il bagliore della nuova cupola. @NEMOSVG e il Centro continua a monitorare e fornire aggiornamenti.

Ultime immagini dalla cima di La Soufriere. La cupola può essere vista dal molo di Chateaubelair.

Finora, la caduta di cenere è stata registrata fino all’aeroporto internazionale di Argyle, che si trova a circa 19,2 km dal vulcano.

Molti utenti dei social media hanno condiviso foto e video dell'eruzione, implorando gli altri di mettersi in salvo:

Appena pubblicato il video di La Soufriere St.Vincent. Mettetevi al sicuro ORA

Sono stati tutti evacuati dalla zona rossa prima che La Soufrière eruttasse qualche minuto fa?

Un'altra immagine dal suolo

Un utente di Twitter ha notato che questa eruzione arriva solo tre giorni prima del 42° anniversario dell'ultima eruzione del vulcano:

Mio Dio, devo chiamare mio padre! Oggi è anche il suo compleanno -82 anni😭. Il mio telefono è impazzito. Messaggi. Ppl panico – La Soufriere ha eruttato poco prima dell'anniversario del 12 aprile 1979 quando ero un bambino a St Vincent. Abbi pietà Signore

Sua maestà La Soufriere si è svegliata nella sua terrificante gloria

Anche mentre sui social media si pregava per gli abitanti di St. Vincent e Grenadine, alcuni netizen erano preoccupati che l'eruzione di La Soufrière potesse innescare altre attività nella regione, una domanda che @uwiseismic ha affrontato in questo tweet:

I VT hanno spesso un impatto sull'area intorno al vulcano. La maggior parte sono poco profonde e di piccola magnitudo, quindi l'impatto non è di grande portata. I vulcani della CE non sono collegati, hanno tutti camere magmatiche indipendenti, quindi è improbabile che un'eruzione in uno di essi ne inneschi un'altra.

Altri hanno tentato di prevedere il percorso delle emissioni del vulcano:

Se si verificasse un'eruzione laterale a La Soufriere, sospetterei che seguirebbe quest'area verso sud-ovest invece di andare dritto verso sud. Non c'è modo di saperlo in questo momento, comunque.

Una vulcanologa, la dottoressa Jazmin Scarlett, che è stata lodata per aver condiviso aggiornamenti regolari su Twitter, ha notato che la storia turbolenta di St. L'eruzione di La Soufrière del 1902 ha ucciso molti caribe neri indigeni che erano stati banditi dal governo coloniale britannico per vivere a Sandy Bay all'ombra del vulcano:

Non mi importa di non avere un lavoro in vulcanologia, questo è il motivo per cui sono diventato vulcanologo, per aiutare la mia famiglia e i miei amici a St. Ho letto e ascoltato quello che è successo ai miei antenati indigeni e schiavizzati. Niente e nessuno mi impedirà di fare ciò che è giusto.

Ancora oggi, la maggior parte dei residenti della zona nord dell'isola ha radici indigene. La speranza con questa eruzione più recente, tuttavia, è che la storia non si ripeta.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.