chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

‘No’ all'omosessualità, ‘si’ al matrimonio infantile in Nigeria

Il 22 agosto 2013, un uomo è stato picchiato [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione]  dai cittadini della comunità di Kotodayo, a Ota nella parte ovest della Nigeria, presumibilmente per essere gay. Questo è accaduto in seguito all'approvazione di un di disegno di legge da parte della Camera dei Rappresentanti, il 30 maggio 2013, che condanna i matrimoni gay, le relazioni omosessuali e i membri di un'associazione per i diritti dei gay.

L'uomo, conosciuto come Sadiq, è stato portato velocemente via dalla scena ma non si hanno informazioni sulla sua situazione attuale.

Il presidente Goodluck Jonathan deve approvare il disegno di legge prima che diventi legge. La legge, che è stata approvata dal Senato nigeriano nel mese di novembre del 2011, stabilisce la condanna fino a 14 anni per i trasgressori. Paradossalmente è lo stesso Senato che ha approvato i matrimoni infantili a giugno dello stesso anno.

L'indagine Global Attitudes Project dell'istituto d'investigazione Pew Research Centre mostra che la Nigeria è il paese meno tollerante al mondo a proposito di omosessualità. Una semplice diceria nel paese può portare a violenza e persino alla carcerazione.

Una mappa che mostra le sanzioni per i gay e le lesbiche in Africa. Fonte dell'immagine: http://ilga.org/

L'omosessualità è bandita in 38 paesi africani e può essere punibile con la pena di morte in Mauritania, Sudan e nella Nigeria del nord.

A febbraio del 2012, un membro del parlamento dell'Uganda, David Bahati, ha presentato una proposta di legge controversa, per la diminuzione della pena di morte e dell'imprigionamento dei membri della famiglia che non denunciano gli omosessuali alle autorità.

Nello stesso mese, l'ex first lady della Liberia, Jewel Howard Taylor, ha presentato una proposta di legge per rendere l'omosessualità punibile con una sentenza di morte.

Molti politici e parlamentari africani sostengono che l'omosessualità sia un atto innaturale e non appartenente all'Africa. Il Sudafrica rappresenta un'eccezione con una costituzione che tutela del tutto i diritti dei gay.

In risposta alla storia di giustizia popolare inflitta al gay sospetto, il signor Presidente ha fatto le seguenti osservazioni sul sito Nigeria Eye:

Mare [sic] allegation that someone is gay is enough to expose them to violent attacks in Nigeria what a shame. I don’t think there is any law that will change the sexuality of homosexuals. Human rights for all please.

In Nigeria l'accusa di essere gay è sufficiente per essere attaccati violentemente, che vergogna. Non penso che una legge possa cambiare la sessualità degli omosessuali. Diritti a tutti per favore.

Sul sito web PM News Nigeria, Naubiko si domanda perché le persone siano così interessate a questioni come l'omosessualità:

I don’t [he later made a correction in another comment saying that he meant to use the word “do” instead of “don't”] abhor gay pratice but is this what we should be bothering ourselves with . When we should be making politicians lives a living hell we’re bothered with all sorts of myopic issues .

Non detesto [si è poi corretto in un altro commento dicendo che intendeva dire “detesto” e non “non detesto”] i gay ma non è questo ciò di cui dovremmo preoccuparci. Piuttosto che rendere la vita dei politici un inferno ci preoccupiamo di questo tipo di problemi.

Ma Adeyinka non era convinta:

Gay is evil dont support it in any form. Nothing concern politician here.accept jesus christ b4 it is too late for you.

I gay sono il male, non dovete sostenerli in nessun modo. Non centrano nulla i politici qui. Segui Gesù Cristo prima che sia troppo tardi per te.

Su Twitter, lo scrittore nigeriano St.Vince (@vinzPaz) ritiene che la giustizia popolare contro gli omosessuali sia sadica anche se l'omosessualità è illegale:

Avanti ragazzi, l'omosessualità è illegale in Nigeria ma il fatto di picchiarli? è solamente sadismo.

Alexis Okeowo (@alexis_ok), un giornalista che scrive sull'Africa per media internazionali, spera che un giorno i Nigeriani si stancheranno delle leggi contro i gay, così come è successo con la legge per i matrimoni infantili:

Il giorno in cui i Nigeriani si stancheranno delle leggi contro i gay, così come hanno fatto con la legge per i matrimoni infantili, sarà quando sarò andato via definitivamente dalla Nigeria.

Il 28 luglio 2013 il Senato nigeriano ha accolto una clausola nella Costituzione nigeriana che riguarda tutte le donne che si sono sposate indipendentemente dalla loro età e ha definito la maggiore età per il matrimonio. Riguardo i Nigeriani e gli attivisti si è opposto un gruppo su Twitter che utilizza l'hashtag #ChildNotBride creato da Ayomidotun Fadeyi (@IAmAyomiDotun), un visual storyteller nigeriano.

Nel 2010, Ahmad Sani Yerima, senatore ed ex governatore dello Stato di Zamfara nel nord della, è stato accusato di aver sposato una tredicenne egiziana. Yerima, secondo quanto riferito, ha pagato una dote di 100.000 dollari ai genitori della bambina. il senatore Sani Ahmed Yerima ha spinto il gruppo di senatori dell'opposizione a modificare la maggiore età per il matrimonio, affermando che certe tradizioni religiose permettono di sposarsi prima dei 18 anni.

Riguardo le problematiche del matrimonio infantile e dell'omosessualità, Bar Baric (@Bar_Baric) scrive in un tweet:

Le nazioni occidentali non hanno proferito parola sul problema dei matrimoni infantili in Nigeria, non è stato lo stesso con l'omosessualità.

Eusebius (@IgbokweEusebius) è sicuro che Lagos, in futuro, legalizzerà i matrimoni gay:

Secondo me Lagos sarà il primo stato a legalizzare i matrimoni gay in Nigeria. Ricordate le mie parole!!!

L'omosessualità è profondamente radicata in Nigeria, ha sottolineato Pizzle Houdini (@thisisphd):

Se si va in una scuola privata, ci si renderà conto di quanto il problema sui gay sia radicato in Nigeria.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.