chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Giappone: protesta di massa contro il nucleare a Tokyo

Protesters hold signs against nuclear power on the streets of Tokyo. The population's concerns over nuclear power in Japan have increased after the radioactive spill in Fukushima.<br /> Photo by KAZUMAC, copyright (c) Demotix (October 13, 2013)

Il 13 ottobre 2013, migliaia di persone hanno manifestato per le vie di Tokyo contro l'energia nucleare. Nel corso di un'assemblea denominata Goodbye Genpatsu [jap], il popolo giapponese ha richiesto la chiusura delle centrali nucleari e l'adozione di fonti d'energia più ecologiche.

Kenzaburo Oe [it], premio Nobel per la letteratura nel 1994, ha parlato [jap] di fronte a una folla di oltre 2000 persone, riunite nel centro congressi di Hibiya.

3.11で多くの日本人は原発をなくすことを決意した。しかし、今、多くの政治家にはその決意がない。私たちは、子ども達が明日の世界を生きていけない場所を原子力によって作り出してしまった。その責任を自覚し、人間が本質的に生きていける世界を取り戻す必要がある

Dopo il terremoto dell'11 marzo 2011, i giapponesi si sono battuti per la riduzione delle centrali nucleari. Tuttavia, finora nessun politico ha dimostrato risolutezza al riguardo. Con l'energia nucleare, abbiamo creato per i nostri figli un posto disagiato in cui vivere nel futuro. Dobbiamo ammettere le nostre responsabilità per questo, e tornare a un mondo in cui gli esseri umani possano vivere in modo essenziale [naturale].

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.