chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Portogallo: dibattito dei movimenti sociali sulle manifestazioni

A cosa servono le grandi manifestazioni?“[pt, come per tutti gli altri link]: una domanda che molti portoghesi si ripetono nell'attuale contesto di “crisi” e “austerity”, e che il Laboratorio della Democrazia dell'associazione Academia Cidadã (Accademia Cittadina) lancia come slogan per il “dibattito informale sull'occupazione della spazio pubblico in manifestazioni di ampia scala” in Portogallo:

Che cosa cambia nel paese quando centinaia di migliaia di persone manifestano? Serve a qualcosa dire soltanto “non è la strada giusta”? Se i politici non ascoltano, a cosa serve passare un giorno a gridare? E che alternative e proposte hanno i partecipanti alla protesta? Chi organizza le manifestazioni deve essere ritenuto responsabile degli episodi di violenza? O la violenza è una risposta possibile allo stato a cui siamo arrivati? La polizia ha agenti infiltrati per creare agitazione? 

Con l'obiettivo di “aiutare a creare alternative politiche, economiche e sociali all'austerity”, il dibattito, moderato dalla giornalista São José Almeida, vedrà la partecipazione di membri dei principali collettivi che hanno mobilitato manifestazioni di massa negli ultimi anni in Portogallo. Con la partecipazione di Protesto da Geração à Rasca (Protesta della Generazione in Difficoltà), che è iniziata con il Movimento 12 de Março nel 2011, Plataforma 15 Outubro, Que se Lixe a Troika! (Che si fotta la troika!), e della confederazione sindacale CGTP (Confederazione Generale dei Lavoratori Portoghesi), in discussione ci saranno “sconfitte, conquiste e sfide per le forme di contestazione dell'attualità”.

L’evento avrà luogo il 14 Novembre 2013, alle ore 21 (ora locale), nella Sala da Nação – Embaixada de Terra Nenhuma (Sala della Nazione – Ambasciata di Nessuna Terra) della Triennale di Architettura di Lisbona. L'evento sarà trasmesso in diretta via internet. Altre attività organizzate da Academia Cidadã sono previste fino al 16 Novembre.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.